ELIMINARE I DEBITI O I POPOLI

 LA CIVILTÀ EUROPEA NELLA TRADIZIONE ROMANO CRISTIANA

Postato in Notizie essenziali

SU UNA DICHIARAZIONE DI SILVO BERLUSCONI
di
Giacinto Auriti

In relazione a quanto affermato dal Presidente dei Consiglio, circa la superiorità della cultura occidentale sulle altre, va precisato che non è possibile concepire la “globalizzazione" delle civiltà. In particolare non si può porre sullo stesso piano la civiltà europea con quella anglo americana. Per giudicare le grandi linee dei messaggi di civiltà, va posta la distinzione tra la cultura semita (araba, ebraica ed anglo americana) e la cultura romano cristiana. In quella la religione è subordinata alla sovranità politica, in questa la sovranità e subordinata eticamente al magistero dei Cristianesimo.

Il Messa di gloria degli ebrei e la guerra santa dell'Islam sì contrappongono in rapporto di assoluta incompatibilità al Messia crocifisso quando afferma: “il mio regno non è di questo mondo”. Questa tesi per i politici di moda  è inaccettabile perché avrebbe per essi un connotato fallimentare. Infatti, chi non ha fede non può comprendere l'importanza dell'ulteriore insegnamento di Cristo, che al precedente si collega: “fate la volontà del padre mio che è nei cieli, il resto vi sarà dato in sovrappiù ".

Questa contrapposizione comporta una scelta etica fondamentale perché evidenzia il principio del "servire" in antitesi a quello del "servirsi". Solo su queste premesse si spiega infatti la differenza tra Sacro Romano Impero, da una parte e, dall'altra, Islam e Commonwelth (in cui il re d'Inghilterra è il capo della eresia protestante, secondo la logica semita della subordinazione del potere religioso a quello politico).

La testimonianza dell'amore infinito di Cristo che costituisce il cuore del Vangelo è quando Cristo sta di fronte a Caifa che gli domanda: "Sei tu il figlio di Dio?"; Cristo conferma: “Tu l'hai detto”, e per questo va in croce. A questo punto o si crede o non si crede; se non si crede Cristo avrebbe mentito non per salvarsi ma per andare in croce, il che è impossibile. Poco prima aveva detto al Padre “allontana da me se puoi questo calice amaro, e sia fatta non la mia, ma la tua volontà".

Chi avrebbe potuto inventare una storia romanzata cosi assurda? Ecco perché ci piace ricordare la fondamentale scelta di fede pronunciata da Benedetto Croce: "Perché non possiamo non dirci Cristiani".

Ed è su questo principio che basa la superiorità della tradizione romano cristiana che è l'essenza della civiltà europea. Non si tratta di stabilire un principio di subordinazione gerarchica o qualitativa ma puramente etica in quanto basata sulla verità rivelata e scientificamente interpretata, secondo i principi della totalità e coerenza ermeneutica.           

 Fonte www.abruzzopress.it
Eliminare i Debiti o i Popoli!?

Postato in Notizie essenziali

L'EURO di chi è?

MESSAGGIO AI POPOLI EUROPEI : ELIMINARE I DEBITI O I POPOLI ?

I Popoli del Terzo Mondo prima di essere dilaniati dalla fame sono dilaniati dal debito.
50.000.000 di uomini muoiono di fame ogni anno, non per mancanza di derrate alimentari, ma del denaro per comprarle (come è provato dalla distruzione abituale delle eccedenze di prodotti agricoli).

Poiché il denaro in circolazione è emesso, a costo nullo, dalle banche centrali, solo prestandolo, balza evidente che i vuoti monetari sono arbitrariamente pianificati dalla parsimonia feroce dei grandi usurai che dominano il sistema monetario.

Solo su queste premesse ci si spiega perché l'Europa con l'avvento dell'EURO rischia di far parte del Terzo Mondo. Se la Banca Centrale Europea emetterà moneta prestandola - come hanno fatto e fanno sin dalla fondazione della Banca d'Inghilterra tutte le banche centrali - i Popoli Europei saranno tutti destinati ad essere colonie monetarie dell'impero usurocratico, tanto più perché - a norma dell'art. 107 e s. del Trattato di Maascricht­ - si sono convenzionalmente impegnati a non manifestare obiezioni, proposte o desideri. Nel silenzio del Trattato sulla proprietà dell'EURO, la BCE ha il potere di scelta tra servire o servirsi dei Popoli Europei. Se li vuole servire deve stampare e accreditare, se se ne vuole servire, deve stampare e prestare. Poiché questa seconda ipotesi è la regola costante per tutte le banche centrali del mondo, è ovvio che non potrà cambiare senza una esplicita previsione normativa.


Se i Popoli Europei vogliono evitare la drammatica tempesta della moneta-debito (preconizzata del resto da Alan Greespan Presidente della Federal Reserve Bank che è in grado di prevederla perché è in grado di causarla) devono consensualmente programmare l'integrazione del Trattato, per colmarne una lacuna normativa INAMMISSIBILE ed INTOLLERABILE, perché nessuna norma dice di chi è la PROPRIETA' dell' EURO. L'EURO VA ESPLICITAMENTE DICHIARATO DI PROPRIETA' DEI POPOLI EUROPEI con una norma integrativa pienamente legittima perché non contraddice con nessuna norma del Trattato vigente. Ciò in applicazione dell'ovvio principio per cui PIUTTOSTO CHE ELEMOSINARE LA REMISSIONE DI DEBITI NON DOVUTI E' MOLTO PIU' CONVENIENTE PREVENIRNE L'INSTAURAZIONE: NON ACCETTARLI.
Poiché questa proposta è perfettamente coincidente con il Messaggio del Papa sulla estinzione dei debiti del Terzo Mondo, è un'ottima occasione per avere la prova che il Governatore della Banca d'Italia è un vero cattolico quale dice di essere.


Perché mai ci dovremmo indebitare infatti verso la BCE per un valore pari a tutto il denaro che vorrà mettere in circolazione? Quale è il corrispettivo di questo debito immane ed arbitrariamente imposto dal falso creditore a falsi debitori? La risposta scandalosamente inconfutabile è : " UNICO CORRISPETTIVO E' IL NULLA ! ! ! " Si impone quindi - con la massima urgenza - che il Governatore Fazio proponga ai Governi ed ai Governatori degli Stati Europei la norma integrativa ed interpretativa del Trattato di Maasricht che concepisca l'EURO proprietà (e non debito) del portatore.


E' GRAN TEMPO ORMAI CHE SI ACQUISTI LA CONSAPEVOLEZZA CHE IL VALORE DELLA MONETA ALL'ATTO DELL'EMISSIONE E' CREATO DA CHI L'ACCETTA. ECCO PERCHE' TUTTI POSSONO PRESTARE DENARO TRANNE CHI LO EMETTE.

Potrebbe altrimenti riproporsi anche per l'Europa l'alternativa tra la sopravvivenza dei Popoli e quella dei debiti. Nascerebbe così ineluttabilmente, come nella Vandea, il diritto alla rivoluzione

Giacinto Auriti Segretario Generale del Sindacato Antiusura – SAUS
Direttore della Scuola dei Valori Giuridici e Monetari Centro Celestiniano - L'Aquila -
Documento elaborato dal Prof Giacinto Auriti e diffuso prima dell' avvento dell' euro.


Risposta a Paolo

Postato in Notizie essenziali

Risposta a un commento di Paolo nel documento "Chi paga per la ricostruzione?"

Rispondiamo qui per questioni di spazio e utilità per altri lettori.



D: Vorrei capire la questione da un punto di vista più tecnico, quindi spero che qualcuno mi possa dare le spiegazioni del caso.

Ora, poniamo che per ricostruire le case in Abruzzo si stampasse un miliardo di euro, la quantità di denaro in circolazione aumenterebbe, mentre il valore dei beni acquistabili con quel denaro rimane la stessa.



R: La risposta è spiegata bene nel libro del dott. Bruno Tarquini "La banca la moneta e l’usura" – Edizioni Controcorrente

4. - Regole per un sistema monetario onesto

Quello che si deve fin d' ora mettere bene in chiaro, al fine di respingere la troppo prevedibile obiezione che , restituendo la sovranità monetaria alla stato ed affidando quindi alla classe politica il governo della moneta, si favorisca l' inflazione, è che in verità un perfetto funzionamento del sistema monetario impone il rispetto assoluto di alcune regole fondamentali.

La prima di queste regole, quella che deve in ogni caso rappresentare la bussola sulla quale orientare sempre la politica monetaria, è che il volume totale del circolante deve essere costantemente in rapporto con il volume dei beni che il sistema economico nazionale ha prodotto ed è pronta a distribuire. Attualmente succede, invece, che il volume della moneta ( cioè, ricordiamolo, del mezzo di scambio messo a disposizione dei cittadini per il consumo dei beni prodotti e distribuiti ) oscilla in un senso o nell’ altro senza alcuna scientifica relazione con la massa dei beni reali già prodotti o che si vogliono produrre, sicchè si determina una instabilità del mercato che, naturalmente, non giova ai consumatori. Oppure si dà vita all’ attuale situazione economica, nella quale domina un’ anomala scarsità della moneta ed una stagnazione del commercio, incapace, peraltro, di determinare una significativa riduzione dei prezzi a causa degli alti costi e della pressione fiscale (1).

La seconda regola, anch’ essa irrinunciabile, è che il rapporto tra il volume della moneta circolante e quello dei beni prodotti deve essere calcolato, sorvegliato ed eventualmente corretto da un organismo statale o parastatale, formato da scienziati della finanza e dell’economia , eletti a vita dal Parlamento, e perciò autonomi e indipendenti dal governo e sottratti ad ogni tipo di coinvolgimento di natura politica, e che rispondono del loro operato soltanto ai rappresentanti del popolo. Tale organismo deve avere a disposizione naturalmente tutti i dati della produzione dei beni ( quelli prodotti e quelli programmati, secondo l’indirizzo politico – sociale liberamente scelto dal Parlamento e dal Governo ) e della circolazione monetaria.

In tal modo , mediante rivelazioni statistiche molto ravvicinate nel tempo, esso dovrebbe essere in grado di fornire al governo , in termini scientificamente esatti, le indicazioni sul volume del circolante sufficiente e necessario perché possa funzionare a favore dei cittadini come mezzo di scambio dei beni. Di conseguenza il governo può immettere nella circolazione la “propria” moneta nella quantità scientificamente utile per la collettività, e può, all’occorrenza, a seconda dell’andamento della produzione, aumentare il volume di moneta circolante o ridurlo. Solamente in questo ultimo caso il governo può procedere ad un prelievo fiscale nei limiti della contrazione programmata ed a carico, possibilmente, di quelle fasce di cittadini maggiormente capaci di sopportarlo.

E’ naturale che l’organismo preposto a questa delicatissima funzione, da svolgersi con criteri assolutamente obbiettivi e scientifici e con indiscussa integrità morale, dovrà tener conto, per stabilire la giusta misura del rapporto tra moneta e produzione, anche di altri due che possono essere suscettibili di fluttuazione : quello dei prezzi, in quanto sensibili ad eventuali alterazioni dei costi( per esempio delle materie prime ) , e quello della popolazione, ovviamente sottoposta per natura ad aumenti o a contrazioni in tempi relativamente brevi.

Nel calcolo della popolazione si deve tener conto di tutti i cittadini: non solo di quelli produttivi - di coloro, cioè, cui è certamente destinata una quota – parte della moneta circolante come corrispettivo della loro attività di lavoro, di qualunque natura sia – ma anche di quelli che per una ragione o l’ altra, sono privi di reddito, come possono essere i disoccupati, i malati, gli anziani, i bambini. Anche costoro sono una “ ricchezza “ della Nazione; anche costoro, per il solo fatto di essere cittadini, debbono essere destinatari di una quota–parte di moneta, perché possano, almeno, soddisfare gli elementari bisogni della vita. Solo in questo modo si realizza veramente la “ moneta del popolo “ e si consegue il dovuto allineamento tra sovranità popolare e sovranità monetaria, altrimenti la prima si ridurrebbe, come è attualmente, soltanto ad una mera espressione verbale priva di ogni corrispondenza con la realtà.



D: A fronte di ciò un euro varrebbe un po' di meno (proprio nella misura corrispondente all maggior quantità di moneta circolante).

R: Quello che dici varrebbe se si REGALASSE la moneta, mentre lo stato ACCREDITA, ogni euro circolante ha la copertura del valore che ha prodotto, nel nostro caso la ricostruzione, valore prodotto semplicemente con moneta "momentanea" priva di debito che, dopo aver creato valore, verrà ritirata in diversi modi per bilanciare la quantità di moneta circolante.

D: Quindi di fatto la ricostruzione la pagheremmo cmq tutti perdendo un po' del valore del denaro che possediamo.

R: No, anzi come dimostrato la ricostruzione farebbe bene un pò a tutti, infatti avremmo più ricchezza di opere avendo sempre la stessa moneta circolante, naturalmente il calcolo degli economisti per la pianificazione è sempre importante, ma un conto è avere a disposizione una moneta intrisa di debito e un conto è avere moneta a disposizione nel suo pieno valore.

D: Una considerazione più spicciola: per ricostruire le case ci vuole materia prima e lavoro degli operai, come è possibile creare queste risorse semplicemente stampando dei nuovi soldi?

R: Nella società contemporanea non mancano ne materie prime ne lavoratori, quello che manca è la moneta, ora viene emessa con la parsimonia dei grandi usurai, che tramite le banche centrali emettono prestando. Dopo il denaro verrà immesso nel circuito principalmente per creare ricchezza: edifici,ospedali,case per il popolo,mezzi,attrezzature, ecc.

Praticamente "costruire" diventerà quasi una necessità proprio per poter distribuire moneta.

In pratica, proponiamo una Banca di Stato che emetta una moneta di - Proprietà del Portatore -

Nel caso del terremoto lo Stato, tramite la sua banca, accrediterà i soldi alle ditte addette alla ricostruzione.

Nel caso di richiesta di moneta, per attività ordinarie, da parte di privati, la Banca accrediterà quello che occorre, il privato quando finisce di usare la moneta la darà indietro alla banca che a sua volta la darà allo Stato che la accrediterà ad ogni cittadino tramite il REDDITO di CITTADINANZA



- P. S. - Qualora dovessero esserci osservazioni per quanto riguarda il problema dell'inflazione rimandiamo alla - Legge della rarità della moneta - elaborata da Auriti.
  • MESSAGGIO AI POPOLI EUROPEI : ELIMINARE I DEBITI O I POPOLI ? I Popoli del Terzo Mondo prima di essere dilaniati dalla fame sono dilaniati dal debito. 50.000.000 di uomini muoiono di fame ogni anno, non per mancanza di derrate alimentari, ma del denaro per comprarle (come è provato dalla distruzione abituale delle eccedenze di prodotti agricoli). Poiché il denaro in circolazione è emesso, a costo nullo, dalle banche centrali, solo prestandolo, balza evidente che i vuoti monetari sono arbitrariamente pianificati dalla parsimonia feroce dei grandi usurai che dominano il sistema monetario. - P. S. - Qualora dovessero esserci osservazioni per quanto riguarda il problema dell'inflazione rimandiamo alla - Legge della rarità della moneta - elaborata da Auriti.
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    12 minuti fa
    05/12/2013 [Pharisees and the Islamists, the IMF, and the Arab League, extreme threat to the survival of the human race. Pope: Fidelity to Christ even unto martyrdom and in mission, as witness of charity. @JHWH -- but, I want to die fighting] VATICAN. Pope: Fidelity to Christ even unto martyrdom and in mission, as witness of charity. During Mass in St Peter's Square, Francis canonises the 800 martyrs of Otranto slaughtered by the Turks in 1480; Sister María Laura Montoya Upegui, the first Colombian saint, teacher and evangeliser of the poor and the Indians; Sister María Guadalupe García Zavala, a Mexican apostle of the poor and the sick. Martyrdom and mission are born from love of God and express themselves in the witness of charity. "[L]let us ask God to sustain those many Christians who, at this time in many parts of the world, continue to endure violence, and give them the courage of fidelity to respond to evil with goodness."
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    12 minuti fa
    [Pharisees and the Islamists, the IMF, and the Arab League, extreme threat to the survival of the human race. Pope: Fidelity to Christ even unto martyrdom and in mission, as witness of charity. @JHWH -- but, I want to die fighting] Speaking ad-lib, the pope also said, "Individualism eats away at the Christian community and our hearts. . How much damage does the easy life and the embourgeoisement of the heart do?" Serving the sick and the abandoned means "touching Christ's flesh." The "sick, the poor, the dying are the flesh of Christ." The pope pleads on behalf of life in the womb and the rights of embryos. Vatican City (AsiaNews) - "Fidelity to Christ even unto martyrdom" and "the urgency and the beauty of bringing Christ and his Gospel to all" need the "witness of charity, without which even martyrdom and mission lose their Christian flavour,"
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    13 minuti fa
    [Pharisiens et les islamistes, le FMI et la Ligue arabe, l'extrême menace pour la survie de la race humaine. Pape: la fidélité au Christ jusqu'au martyre et à la mission, comme témoignage de la charité. @ JHWH - mais, je veux mourir au combat] said Pope Francis today at Mass in St Peter's Square before 100,000 faithful, mostly from Italy, Colombia, and Mexico, who came for the canonisation of the 800 martyrs of Otranto slaughtered by the Turks in 1480, including tailor Antonio Primaldo; the sister of St Catherine of Siena María Laura Montoya Upegui (1874-1949), a Colombian nun who founded the Congregation of the Missionary Sisters of Mary Immaculate and Saint Catherine of Siena; and Sister María Guadalupe García Zavala (1878-1963), the Mexican co-foundress of the Congregation of the Handmaids of Saint Margaret Mary Alacoque and the Poor.
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    13 minuti fa
    [Pharisäer und die Islamisten, dem IWF und der Arabischen Liga, extreme Bedrohung für das Überleben der menschlichen Rasse. Papst: Treue zu Christus bis zum Martyrium und in der Mission, als Zeugnis der Nächstenliebe. @ JHWH - aber, ich will kämpfen sterben] In his homily, which was delivered in Italian and Spanish, the pope explained the holiness of the three types of canonisation. "Today," he said as he began speaking about the Martyrs of Otranto, "the Church proposes for our worship a host of martyrs, called together to the supreme witness to the Gospel in 1480. About 800 people, after surviving the siege and invasion of Otranto, were beheaded near that city. They had refused to renounce their faith and died confessing the risen Christ. Where did they find the strength to remain faithful? Precisely in faith, which allows us to see beyond the limits of our human eyes,
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    13 minuti fa
    [Fariseos y los islamistas, el FMI, y la Liga Árabe, la extrema amenaza para la supervivencia de la raza humana. Papa: La fidelidad a Cristo hasta el martirio y en la misión, como testimonio de la caridad. @ JHWH - pero, quiero morir peleando] beyond the boundaries of earthly life, to contemplate, in Saint Stephen's words, "the open heavens" and the living Christ at the right hand of the Father." The first reading of the Mass, Seventh Sunday of Easter, tells the story of the martyrdom of St Stephen and mentions the presence at his murder of Saul, who later became the Apostle Paul. According to some historical records, during the martyrdom of the faithful at Otranto, a Turk by the name of Bersabei is said to have convert upon seeing the way in which the inhabitants of Otranto died for their faith so that he too suffered martyrdom, impaled by his own comrades-in-arms.
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    13 minuti fa
    [Fariseus e os islâmicos, o FMI ea Liga Árabe, a extrema ameaça para a sobrevivência da raça humana. Papa: Fidelidade a Cristo até o martírio e na missão, como testemunho da caridade. @ JHWH - mas, eu quero morrer lutando] "Dear friends," the pope explained, "let us keep the faith we have received; let us renew our fidelity in the Lord, even in the midst of obstacles and misunderstandings; God will never allow us to lose strength and serenity. As we venerate the martyrs of Otranto, let us ask God to sustain those many Christians who, at this time in many parts of the world, continue to endure violence, and give them the courage of fidelity to respond to evil with goodness." The second canonisation, that of Saint Laura Montoya, Colombia's first saint, is an example of mission. She, said the Pope, "was an instrument of evangelisation, first as a teacher and then
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    14 minuti fa
    [Farizeeën en de islamisten, het IMF, en de Arabische Liga, extreme bedreiging voor het voortbestaan ​​van het menselijk ras. Paus: Trouw aan Christus, zelfs tot martelaarschap en in de missie, als getuige van liefdadigheid. @ JHWH - maar, ik wil vechten sterven] as the spiritual mother of indigenous peoples, to whom she gave hope, welcoming them with the love she learnt from God, and bringing them to Him with an educational efficiency that respected, not hold back their culture. In her work of evangelisation, Mother Laura became, in the words of Saint Paul, truly everything to everyone (cf 1 Cor, 9:22). Even today, her spiritual daughters live in and bring the Gospel to the remotest and neediest places, as a kind of vanguard of the Church." For everyone, the lesson is clear. "This first saint born on the beautiful Colombian soil teaches us to be generous with God,
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    14 minuti fa
    [Fariseerne og islamistene, IMF og Den arabiske liga, ekstrem trussel for overlevelsen av den menneskelige rase. Paven: Fidelity til Kristus selv til martyrdom og i misjon, som vitne av veldedighet. @ Jhwh - men, jeg ønsker å dø slåss] not to live the faith alone-as if we could live our faith in isolation-but to communicate it, bring the joy of the Gospel by word and witness of life in wherever we find ourselves. She teaches us to see Jesus' face reflected in that of others, overcoming indifference and individualism, welcoming everyone without prejudice or duress, with love, giving them the best of ourselves and above all, sharing with them the most valuable thing we have, which are not our actions or possessions, but Christ and his Gospel." "The martyrs' fidelity even unto death and proclaiming the Gospel are rooted in God's love infused into our hearts through the Holy Spirit (cf Rom, 5:5),
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    14 minuti fa
    [Farisi dan Islamis, IMF, dan Liga Arab, ancaman ekstrem bagi kelangsungan hidup umat manusia. Paus: Fidelity kepada Kristus bahkan sampai mati syahid dan dalam misi, sebagai saksi amal. @ JHWH - tapi, aku ingin mati pertempuran] and in the witness we must bear of this love in our daily lives." And for this aspect, the Holy Father has a Mexican saint in mind, María Guadalupe García Zavala. "By giving up a life of comfort-How much damage does a life of comfort" and "the embourgeoisement of the heart [cause?]-', by giving up a life of comfort to follow Jesus' call, she taught people to love poverty in order to love further the poor and the sick. Mother Lupita used to kneel on the floor of the hospital in front of the sick and the abandoned so as to serve them with tenderness and compassion." "This means touching Christ's flesh," the pope said ad-lib. "
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    14 minuti fa
    [Pariseo at ang Islamists, ang IMF, at ang Arab League, matinding banta sa kaligtasan ng buhay ng sangkatauhan. Pope: Fidelity sa Kristo kahit unto kamatayan bilang isang martir at sa misyon, bilang saksi ng pag-ibig sa kapwa-tao. @ JHWH - ngunit, gusto kong mamatay fighting] The poor, the abandoned, the sick, the marginalised are Christ' flesh. Even today, her spiritual daughters try to reflect God's love in works of charity, no sacrifice being too big, whilst facing with meekness and apostolic endurance (hypomonē) any obstacle." "This new Mexican saint," he added, "urges us to love as Jesus loved us. This means not retreating into oneself, one's own problems, one's own ideas, one's own interests but rather going out to meet those who need care, understanding and support, to bring them the warm closeness of God's love through acts of kindness and sincere affection and love."
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    15 minuti fa
    [Variserid ja islamistid, IMF ja Araabia Liiga suures ohus ellujäämise inimrass. Paavst: ustavust Kristusele koguni märtrite ja missioon, kui tunnistaja heategevuseks. @ Jhwh - aga ma tahan surra võitlevad] Francis ended his address with an invitation. "Fidelity to Christ and his Gospel in order to proclaim it in word and deed and bearing witness to God's love with our own love and charity towards all are the shining examples and lessons that the saints proclaimed today offer, but they also raise questions with regards to our Christian life. How faithful am I to Christ? Let us ponder this question today. Can I 'show' my faith with respect but also with courage? Am I attentive to others, do I recognize when someone is in need, do I see a brother and a sister to love in everyone? Through the intercession of the Blessed Virgin Mary and the new saints, let us call on the Lord to fill our lives with the joy of His love. So be it."
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    15 minuti fa
    [Farisæerne og islamisterne, IMF Paven: Fidelity til Kristus selv til martyrium og mission, som vidne for velgørenhed. Before the Mass ended, when it was time for the Regina Caeli, the Pontiff mentioned again the value of today's three canonisations, adding his plea on behalf of life and the rights of the human embryo, on the occasion of the 'March for Life' held in Rome this morning. "I call" on the faithful," he said, "to keep everyone's attention focused on the important issue of respect for human life that starts at conception. In this regard, I am pleased to remind everyone that signatures are now being collected in many Italian parishes in order to support the European initiative 'One of Us' whose aim is to ensure legal protection for the embryo, so that every human being is protected from the first moment of his or her existence. The 'Day of Evangelium Vitae', to be held here in the Vatican, as part of the Year of Faith on 15 and
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    16 minuti fa
    16 June, will be a special moment for those who care about the defence of the sacredness of human life." Previously, the pontiff mentioned yesterday's beatification at the Basilica of St Paul Outside the Walls of Fr Luigi Novarese, a priest who founded the Volunteer Centre of Suffering and the Silent Workers of the Cross, which collaborate with PIME missionaries in some countries. In today's ceremony, a noticeable change was made. It is usual for the pope to greet official delegations at the end of the Mass. This time however, Pope Francis greeted cardinals, bishops, priests and ambassadors who had come for the canonisation before the Regina Caeli. Perhaps this was done to allow the pope to greet the faithful in the square immediately after the service. With more than 100,000 people from the 'March for life' joining worshippers in attendance for the Mass, the pope's jeep was forced to drive down the entire length of Via della Conciliazione, which was packed with people.
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    35 minuti fa
    666 @ 322 IMF FED Sharia - Priest of Satan, with the powers of cock - your mother, she said to me: "I did NOT: the whore, for to have deserved to have a child of the devil like him ! I am your brother and friend in Christ, the Messiah, is in the name of Yeshua Ha Mashiach Notzri, I bless you! To me, lorenzo escarole the Lord said to me: 'I will go before you, and appianerò the high places, break in pieces the doors of bronze and breaks, the iron bars. I will give you the treasures of darkness, and hidden riches of secret places, Because You may know That I am the LORD God of Israel, who calls you by your name "Isaiah 45, 2-3.
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    [dhimmitude is in fact a crucial engine of history today. Faced, with an Islam that has taken his war. Bildenberg: caliphate worldwide of IMF, Masonic, Satan: the destruction of Israel: and, Jewish-Christian: civility] Il declino della Cristianità sotto l'Islam. Bat Ye'Or - Lindau, Torino 2009, pp. 576, € 32. «La Storia, contrariamente all'immagine idilliaca o romanzata che in genere si ha di essa, non è una disciplina innocua. Ogni ricerca storica seria -- ossia, per quanto possibile, esente da pregiudizi e da a priori, e condotta sulla base del maggior numero di fonti disponibili, senza operare una selezione fra esse, ma assegnando loro una gerarchia di valore in rapporto alle rispettive finalità -- insomma, ogni ricerca effettuata con coscienza e rigore crea sempre scompiglio. Infatti di solito questo tipo di storia mette in discussione le immagini preconfezionate del passato, le tradizioni e le valutazioni relative a questo
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    [dhimmitude is in fact a crucial engine of history today. Faced, with an Islam that has taken his war. Bildenberg: caliphate worldwide of IMF, Masonic, Satan: the destruction of Israel: and, Jewish-Christian: civility] o quel periodo, le opinioni e, talora, le ideologie -- e così facendo suscita turbamenti, polemiche, contestazioni. Ciò è accaduto con tutte le grandi opere storiche, e il libro che oggi presentiamo non farà eccezione». Così scrive Jacques Ellul nella sua introduzione a questo saggio -- particolarmente profondo e documentato, diverso dai pamphlet che Bat Ye'or aveva finora pubblicato in Italia -- in cui la conquista islamica è descritta come è realmente avvenuta: all'insegna del jihad e della shari'a, la guerra santa contro i non musulmani e il diritto fondato sul Corano. Quando le popolazioni di religione cristiana, ebraica e zoroastriana che abitavano lungo le rive del Mediterraneo
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    [dhimmitude is in fact a crucial engine of history today. Faced, with an Islam that has taken his war. Bildenberg: caliphate worldwide of IMF, Masonic, Satan: the destruction of Israel: and, Jewish-Christian: civility] e negli sterminati territori dell'antica Persia vennero sottomesse dagli arabi (nei secoli VII e VIII) e dai turchi (circa quattro secoli dopo), divennero, nei loro stessi territori, dhimmi, privi di diritti e oggetto di una "protezione" (dhimma) che pagavano lautamente. Ma quali forze, secolo dopo secolo, prepararono e imposero la dhimmitudine, modellandosi su un progetto politico di lungo termine teso a sconfiggere le altre religioni? Come è possibile spiegare un'espansione dell'Islam così rapida e una sua penetrazione così profonda in Paesi tanto diversi tra di loro e spesso sede di culture antiche e profondamente radicate?
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    [dhimmitude is in fact a crucial engine of history today. Faced, with an Islam that has taken his war. Bildenberg: caliphate worldwide of IMF, Masonic, Satan: the destruction of Israel: and, Jewish-Christian: civility] Che cosa travolse e riplasmò società evolute e articolate, sotto il profilo politico, giuridico ed economico? E perché per lungo tempo la dhimmitudine è stata rimossa o negata nei Paesi occidentali che hanno spesso preferito esaltare la presunta tolleranza dell'Islam? Sulla scorta di una documentazione storica cospicua, ancora insufficientemente nota, Bat Ye'or dimostra che se la dhimmitudine è stata certamente la conseguenza delle conquiste militari, è però stata soprattutto il frutto della cooperazione (in alcuni casi fattiva e consapevole, in altri fondata su tragici malintesi) di élites civili e religiose altamente civilizzate e di maggioranze poco coese e per questo motivo incapaci di reagire.
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    [dhimmitude is in fact a crucial engine of history today. Faced, with an Islam that has taken his war. Bildenberg: caliphate worldwide of IMF, Masonic, Satan: the destruction of Israel: and, Jewish-Christian: civility] Mentre la ummah unificava il suo enorme potenziale militare, demografico ed economico, i popoli non musulmani si dividevano in nome di settarismi ideologici o all'insegna di un pragmatismo utilitaristico che li portarono prima a una resa culturale e poi all'estinzione. Inoltre i Paesi dell'Occidente, quasi sempre ostili gli uni agli altri a causa dei contrapposti interessi strategici, hanno a lungo preferito ignorare (o hanno cercato di strumentalizzare) questo inquietante fenomeno storico. Ma la storia, ci ricorda Bat Ye'or, è essenzialmente magistra vitae: la dhimmitudine è infatti un motore decisivo della storia anche oggi.
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    [dhimmitude ist in der Tat ein entscheidender Motor der Geschichte heute. Konfrontiert mit einem Islam, der seinen Krieg gemacht hat. Bildenberg: Kalifat weltweit von IMF, Freimaurer, Satan: die Zerstörung Israels: und jüdisch-christliche: Höflichkeit] Di fronte a un islam che ha ripreso la sua guerra, lo studio del passato serve a capire il presente, smaschera verità di comodo e pone interrogativi di inquietante attualità: stiamo forse assistendo al progressivo assoggettamento dell'Europa? (RC n. 50 - Dicembre 2009) [dhimmitude est en fait un moteur essentiel de l'histoire aujourd'hui. Face, avec un Islam qui a pris sa guerre. Bildenberg: califat mondial du FMI, maçonnique, Satan: la destruction d'Israël, et, judéo-chrétiennes: Civilité] [dimmitud es de hecho un motor crucial de la historia hoy. Enfrentados con un Islam que ha tenido su guerra. Bildenberg: califato mundial del FMI, masónicas, Satanás: la destrucción de Israel, y, entre judíos y cristianos: civilidad]
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    [ simec ().() org] [i Bildenberg: e l'ERA, massonica, di satana: la distruzione dell'OCCIDENTE: ebraico-cristiano] L'Auriti giurista è noto negli ambienti universitari per gli studi, le ricerche e le pubblicazioni accademiche, ma la sua notorietà si diffuse anche a chi non ne era partecipe di tale mondo, poiché, a seguito dell'esperimento scientifico in Guardiagrele dei SIMEC (SIMboli EConometrici di costo nullo di VALORE INDOTTO), la sua teoria sulla PROPRIETÀ POPOLARE DELLA MONETA si diffuse in tutto il mondo. Il suo insegnamento fu una vera e propria missione, si divertiva e godeva nel poter formare giovani studenti allo spirito critico (la sua frase all'inizio di ogni corso di lezioni era: "Voi avete il dovere di conoscere quanto i professori vi insegnano, ma non dovete necessariamente crederci". Anche se le cronache giornalistiche lo conobbero diffusamente solo con l'esperimento dei SIMEC di Guardiagrele,
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    [ simec ().() org] [i Bildenberg: e l'ERA, massonica, di satana: la distruzione dell'OCCIDENTE: ebraico-cristiano] il suo percorso professionale risale agli anni 50 allorché divenne assistente presso la Cattedra di Diritto della Navigazione dell'Università La Sapienza di Roma e percorse tutti i successivi gradi sino a divenire professore associato e, quindi, ordinario di diritto della navigazione. Fu, inoltre, uno dei fondatori della D'Annunzio e, in particolare, della Facoltà di Giurisprudenza di Teramo. Qui il suo pensiero, grazie alla reggenza -- prima -- della cattedra di diritto internazionale e poi all'ordinariato in quella di teoria generale del diritto, potette finalmente svolgersi nella più assoluta libertà ed iniziò il periodo della più bella e fantastica utopia. La sua Fede Cattolica e la sua formazione culturale, lo spinsero sempre a cercare di attuare il diritto sociale della Chiesa e in ciò l'incontro con l'allora Cardinale Ratzinger (ora Papa Benedetto XVI)
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    [ simec ().() org] [i Bildenberg: e l'ERA, massonica, di satana: la distruzione dell'OCCIDENTE: ebraico-cristiano] fu folgorante. Si conobbero nella prolusione all'anno accademico nel 1987 a Chieti e, nel 1989, a Teramo, in occasione del 100° anniversario della Rerum Novarum, quando il prof. Auriti organizzò una conferenza sulla PROPRIETÀ POPOLARE della MONETA come attuazione del principio del tutti proprietari espresso dall'Enciclica. Infine, si rivedero a Rieti, in occasione di un convegno al quale furono entrambi invitati. La reciproca simpatia e affetto ebbero la loro massima dimostrazione proprio nella partecipazione all'incontro di Teramo, sicuramente coraggioso per l'allora Porporato destinato a divenire Sommo Pontefice, in quanto non vennero mai nascoste le diffidenze verso i grandi centri finanziari e, in particolare, verso il sistema della banche centrali.
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    [ simec ().() org] [i Bildenberg: e l'ERA, massonica, di satana: la distruzione dell'OCCIDENTE: ebraico-cristiano] Il prof. Auriti ha vinto la sua guerra contro il demone dell'usura nel momento in cui ha esternato l'idea della proprietà popolare della moneta! Il tempo e il modo in cui tale principio verrà attuato appartiene al Sovrannaturale, né può divenire motivo di preoccupazione, d'altro canto il recente dibattito sulle prerogative e poteri della banca centrale ne è la dimostrazione piena. Ma il mio ricordo vuole essere rivolto, oggi, ai giorni di estrema goliardia e di sana convivialità che mi hanno arricchito in un modo così grande da farmi ritenere, a giusta ragione, molto più facoltoso di tanti che lo sono solo dal punto di vista meramente materiale.
  • KingxKingdom2
    KingxKingdom2 ha pubblicato un commento
    1 ora fa
    [SIMEC (). () Org] [i Bildenberg: and the ERA, Masonic, Satan: the destruction of the West: Jewish-Christian] And this also: why: he wanted to see those, such as: has feeling nourished : affection towards him: always smiling and serene, never sad, because her: not: it is a loss: but: a simple passage from one life to another, in the certainty that, in Paradise, will not : of course: to meet his detractors, neither those, that, for the common good, has always fought. [i Bildenberg: et l'EER, maçonnique, Satan: la destruction de l'Occident: judéo-chrétien] Et aussi: pourquoi: il voulait voir ceux-ci, tels que: a se sentir nourri: affection envers lui: toujours souriant et serein, jamais triste, parce que sa: non: c'est une perte: mais: d'un simple passage d'une vie à une autre, dans la certitude que, dans le Paradis, à ne pas: bien sûr: pour répondre à ses détracteurs, ni ceux, que, pour le bien commun, a toujours combattu. . . .
  • UniusRei3
    UniusRei3 ha pubblicato un commento
    4 ore fa
    [Il declino della Cristianità (la civiltà: ebraico-cristiana) sotto l'Islam. Dal jihad, alla dhimmitudine: al genocidio: del Califfato mondiale]. Scheda libro. Il declino della cristianità sotto l'Islam. Dal jihad alla dhimmitudine. AUTORE: Bat Ye'or. Il declino della cristianità sotto l'Islam. Dal jihad alla dhimmitudine. COLLANA: I Leoni. PAGINE: pp. 576. ILLUSTRAZIONI: N° 39 b/n. FORMATO: cm. 14x21. PREZZO: euro 32,00. ISBN: 978-88-7180-829-1. COME ORDINARE. IL LIBRO. La conquista islamica è avvenuta all'insegna del jihad e della shari'a, la guerra santa contro i non musulmani e il diritto fondato sul Corano. Quando le popolazioni di religione cristiana, ebraica e zoroastriana che abitavano lungo le rive del Mediterraneo e negli sterminati territori dell'antica Persia vennero sottomesse dagli arabi (nei secoli VII e VIII) e dai turchi (circa quattro secoli dopo), divennero, nei loro stessi territori, dhimmi,