ai ladri Fmi Spa le cose si confiscano

[507/19dic] google+ obama+ gay+ [sorry, assassino nazista, del primo emendamento] ma, perché, io non rieco a leggere su questa pagina:
http://www.youtube.com/user/googleplusupdates/discussion
i preziosi articoli. [ 1_15. [ Obama loves to do the homosexual propaganda to children, and, why he hates Putin. ]] che, ShalomGerusalemme ha scritto? [e, voi non potete dire, che, sono spam, o repliche, perché, sono stati pubblicati, soltanto, su questa pagina, unicamente! ].. @Rothschild, Spa, Fmi, io mi sto annoiando, è mai possibile, che, con tutti i soldi, che, tu hai rubato al genere umano, tu non riesca a pagare un qualche caprone, come te, per venire a litigare con me, in questa pagina?
http://www.youtube.com/user/israelnationaltv/discussion

[508/19dic] obama+ google+, gay + [sorry, Nazi murderess, killer of the First Amendment], but because I do not succeed, to read on this page:
http://www.youtube.com/user/googleplusupdates/discussion
all precious items, articles. [1_15. [Obama loves to do the homosexual propaganda to children, and, why he hates Putin. ]] That, ShalomGerusalemme wrote? [and you can not say, that are spam, or replicas, because they were published only, on this page, only!] @ Rothschild, Spa, IMF, I'm bored, is it possible that with all the money that you stole, to the human race, you will not be able to pay one only goat 666, like you, to come and argue, with me, on this page?
http://www.youtube.com/user/israelnationaltv/discussion

[509/19dic] #Agenzia informazioni, e #sicurezza #interna #AISI, ragazzi, la prossima volta, che, voi entrate nella mia auto? 1. ricordatevi, di richiudere le porte, 2. non modicate le impostazioni della luce interna! il #MOSSAD? questi errori, non li avrebbe fatti!

[510/19dic] sorry, ma, non è compito di Unius REI, interferire, con la sovranità politica dgli Stati! Quello, che, io pretendo è la osservanza dei diritti umani fondamentali, soltanto, ecco perché, io sono la fratellanza universale, su base razionale! #Damasco: #Assad è libero di candidarsi, #Mosca ha criticato dichiarazioni leader regime su presidenziali. 19 dicembre, #Damasco: Assad è libero di candidarsi, #DAMASCO, Il regime siriano ha affermato oggi che nessuno può impedire al presidente #Bashar al #Assad di candidarsi alle presidenziali del 2014. "Chiedo all'opposizione: perché, un cittadino, non ha il diritto di candidarsi? Chi può impedirglielo? Tutti i siriani hanno il diritto di farlo", ha affermato alla #Afp il viceministro degli Esteri siriano, #Faysal #Moqdad, dopo che, oggi anche la Russia, ha imputato ad #Assad, di aumentare la tensione in #Siria, con le sue affermazioni, su un'eventuale ricandidatura. MA, LA SIRIA È STATA BRUTALMENTE AGGREDITA, DAL TERRORISMO JIHAISTA, DI STATO, USA, FMI, LEGA ARABA, QUINDI, NON CREDO CHE, UN SIRIANO, SI POSSA FIDARE, DI UN ALTRO LEADER, IN QUESTO MOMENTO. COMUNQUE IN OGNI MODO, LA SCELTA È DELLE URNE.

[511/19dic] LA FACCIA? E CHI HA UNA FACCIA, DA CULO PIÙ DI VOI? VOI AVETE TRADITO LA #COSTITUZIONE, E AVETE REGALATO, PER, TRENTA A DENARI A ROTHSCHILD, LA NOSTRA SOVRANITÀ MONETARIA! ROMA, "Il #Pd deve fare queste riforme, se no perdiamo la faccia, si possono perdere le elezioni ma non la faccia. Noi abbiamo preso impegni, e andiamo diretti: dobbiamo dare il buon esempio mettendo i politici a dieta, per, un 1 miliardo e un gigantesco piano, per il lavoro. Se, nelle case non torna il lavoro sarà, un #Natale più triste". Così #Renzi al Tg4. BRAVO, FAI TORNARE IL LAVORO CON LA BACCHETTA MAGICA! MA, TU NON PUOI MANTENERE, PROMESSE, SE TU SEI LO SCHIAVO DEL #FMI #BCE, PER PAGARE IL NOSTRO DENARO, AD UN COSTO DEL 270%. COME, HA DIMOSTRATO #GIACINTO #AURITI!

[511/19dic] LA FACCIA? E CHI HA UNA FACCIA, DA CULO PIÙ DI VOI? VOI AVETE TRADITO LA #COSTITUZIONE, E AVETE REGALATO, PER, TRENTA A DENARI A ROTHSCHILD, LA NOSTRA #SOVRANITÀ #MONETARIA! ROMA, "Il #Pd deve fare queste riforme, se no perdiamo la faccia, si possono perdere le elezioni ma non la faccia. Noi abbiamo preso impegni, e andiamo diretti: dobbiamo dare il buon esempio mettendo i politici a dieta, per, un 1 miliardo e un gigantesco piano, per il lavoro. Se, nelle case non torna il lavoro sarà, un #Natale più triste". Così #Renzi al Tg4. BRAVO, FAI TORNARE IL LAVORO CON LA BACCHETTA MAGICA! MA, TU NON PUOI MANTENERE, PROMESSE, SE, TU SEI LO SCHIAVO, DEL #FMI #BCE, PER PAGARE IL NOSTRO DENARO, AD UN COSTO, DEL 270%. COME, HA DIMOSTRATO #GIACINTO #AURITI!

[512/19dic] NONNO Napolitano, ridurre la #spesa #pubblica, Il capo dello Stato, "E' una necessità non contestabile" [ MA, PROPRIO QUESTO È IL TUO PROBLEMA, TU SEI UN COMUNISTA! UNO DI QUELLI CHE HA ROVINATO L'ITALIA, CON IL BUONISMO ] ok! RISPARMIA SULLE FUNZIONI OBIETTIVO E SU TUTTE LE ATTIVITÀ POMERIDIANE, AVERE PROMOSSO, SENZA MERITO, IL 30% DEGLI ALUNNI ITALIANI, LI HA COMPLETAMENTE DEMOTIVATI ALLO STUDIO! [ auguri di un Santo Natale, per te, da me! ] ma, tu cosa puoi fare, per la nostra perduta sovranità monetaria?

[514/19dic] #NONNO #Napolitano (DIO TI BENEDICA, MIO CARO), elezioni #Ue sono spartiacque! #Tecnicismo esasperato, estranea cittadini da dibattito, #europeo. 19 dicembre, Napolitano, elezioni Ue sono spartiacque #ROMA, "La posta in gioco nelle elezioni Ue, sta nel segnare un chiaro spartiacque, tra, una legislatura dominata dei temi del rigore, e la prossima che, dovrà necessariamente dare maggiore enfasi" alla crescita e all'occupazione. Lo ha detto #Giorgio #Napolitano parlando oggi, alla Farnesina. Dobbiamo "reagire al #crescente #tecnicismo, del #dibattito #europeo", poiché "è una delle cause della #estraneazione, dei cittadini dal #dibattito #europeo, offrendone un'immagine riduttiva e asfittica", ha aggiunto. 1. TU NON PUOI FARE UNA EUROPA DI POPOLI SCHIAVI SENZA #SOVRANITÀ #MONETARIA! 2. TU NON PUOI COSTRUIRE SUL RELATIVISMO, UNA IDENTITÀ EUROPEA, MA, SECONDO, I PRINCIPI DELL'ATEO, #BENEDETTO #CROCE, DEVE ESSERE UNA EUROPA DAI PRINCIPI LAICI E CRISTIANI!

[515/19dic] 19 dicembre, #Putin contro azioni gruppi #pro-gay #MOSCA, #Vladimir #Putin è tornato, sulla necessità di "difendere i valori morali tradizionali, CRISTIANI" in Russia, contro certi " #pseudo-valori" #occidentali, #MASSONICI DI #sPA, #FMI, #ILLUMINATI, #FARISEI #BILDENBERG, e di "difendersi dal comportamento abbastanza aggressivo, di certi gruppi sociali, LOBBY, che, impongono il loro punto di vista, ad altre persone ed altri Paesi", in una apparente allusione ai difensori dei PSEUDO, diritti #gay.
CHE ALTRO NON SONO, CHE, IL DIRITTO A FARE PUBBLICITÀ #INDISCRIMINATA, ANCHE, AI BAMBINI, DELLA #IDEOLOGIA #OMOSESSUALISTA, CHE, NULLA HANNO, A CHE VEDERE, CON I DIRITTI CIVILI INDIVIDUALI DEI #GAY, #OMOSESSUALI, #TRANSESSUALI, #LESBICHE.

[516/19dic] #Usa: #New #Mexico legalizza nozze #gay. Sono legali in 17 Stati, più il District of #Columbia. #DIO NON È CAMBIATO E #SODOMA E #GOMORRA NEMMENO.. AH, SE VE NE ACCORGERETE! TUTTI, VE NE ACCORGERETE!

[517/19dic] Una mia collega preoccupata ha detto, perché ti sei attribuito, il titolo di 13° apostolo? [] Qualcuno, pagato dai #farisei #Fmi, #Nwo, mi vuole calunniare, Io sono soltanto, un #politico #razionale, (io ho detto), mai mi sono attribuito, il titolo di #profeta, #carismatico, #mistico, ecc.. tutto quello, che, appartiene alla #religione? non mi compete, affatto! Infatti, la mia #fratellanza #universale, è fondata, soltanto, in modo razionale, poiché, soltanto la ragione dello #agnostico è universale!

[518/19dic] [ tanto, i farisei #Fmi, Nwo, Bush, 322, hanno odiato, il genere umano, ed Israele, da dare ai demoni un corpo biologicamente modificato, attaverso, le pratiche del satanismo esoterico e Cabbalistico, quindi, la formazione degli alieni, risale al 1200! esso è il progetto #GOLEM ] 6 December, Secret KGB alien civilizations project, According information the Russians have known about alien civilizations for several decades, to many this comes as no surprise, there have been rumors floating around for many years. The first Russian contact with grey aliens allegedly took place in 1942. At that time, a series of diplomatic visits to discuss matters of mutual concern were planned, according to alleged Russian documents and a treaty was made. According to the document 072 / E, at the meeting of 1961 there was an incident involving 3 subjects due to the violation of the agreement by the officers at the military base when they discovered that their arrival was filmed with a hidden device without their consent. Under the treaty 23/04, the meetings would be confidential and filming or taking photographs would not be allowed. In 1969 in the state of Sverdlovsky, a UFO was reported to have crashed. It is alleged that a UFO crashed, and was recovered by the Russian military. Video film is shown of the recovery, with close-ups of the UFO itself. There was one dead alien found in the craft. The remains of the alien and the UFO debris was taken to a secure Russian site, where the saucer was analyzed, and an autopsy was done on the alien. Photo of the crashed craft that brought the small alien to Russia. The reputed event was broadcast on a TNT special, "The Secret UFO Files of the KGB." The show was hosted by former James Bond movie star Roger Moore. Compelling video and photographic evidence were shown to support the event.
According to Pravda, the KGB has allegedly had a special unit designed to gather and monitor all pieces of information regarding mystical and unexplained phenomena reported inside and outside the Soviet Union. Also according to Pravda, a photocopy of the order shown in the TNT documentary by the Soviet defense minister looks authentic too. Pursuant to the order, General A. G. Ponomarnko, head commander of the Urals military district, was to ensure that KGB agents be involved in the work pertaining to the UFO at all stages. The agents' reports were promptly forwarded to Colonel A. I. Grigoriev, chief of the KGB scientific department. According Billy J Booth on About.com there are unsubstantiated reports that a UFO crashed or was shot down near the city of Prohlandnyi, in the USSR at on August 10, 1989. Soviet military radar tracked an unidentified flying object and the Russian attempted unsuccessfully to contact the craft.. The UFO was classified as "hostile." Soviet defenses were alerted, and MIG-25s flew to find and identify the UFO. There was obvious damage to the exterior of the craft. The retrieval team, wearing protective outer wear, moved to the site. There was a small amount of radiation, and some members of the team were effected. A helicopter on the scene was hooked up to the craft, and the UFO was transported to Mozdok Air Base.
Russians entered the the UFO and discovered three alien bodies-two dead, one barely alive. A team of doctors and other medical personnel made every effort to keep the alien alive, but failed. All three of the beings were about 3 1/2 to 4 feet tall, with gray outer wear. Underneath, their skin was a blue-green color with a reptilian texture. They had no hair, large black eyes covered with a protective lid, and web fingers ended their long, slender arms. The alien bodies were being kept in glass containers and UFO was taken to Kapustin Yar. This information was first reported by three Russian investigators-Anton Anfalov, Lenura Azizova and Alexander Mosolov who had no documentation to support their story.
Voice of Russia, beforeitsnews.com

[519/19dic] [tutti lo sanno, io sono per la autodeterminazione Nazionale (e questo uccide, i banchieri #tecnocratici #farisei #massoni #Spa, #Fmi, #Nwo), e quello che, hanno fatto, la #Arabia Saudita e, #USA, in #Siria? è sotto gli occhi di tutti, dopo avere sterminato, il 90% dei cristiani in #Iraq, ora, vanno ad estinguere con i loro #jihaditi, anche i cristiani #siriani] #Yanukovich non vuole che qualcuno intervenga negli affari #Ucraina. [Politica, Attualita', Europa, Notizie, mondo, Governo, #Ucraina, UE ] 19.12.2013, "E' molto importante, che, nessun Paese intervenga nei nostri problemi interni e non riteniamo che possano spadroneggiare qui come vogliono. Sono contrario che qualcuno venga nel nostro Paese e ci insegni come dobbiamo vivere", ha dichiarato il Presidente dell'Ucraina Viktor Yanukovych nell'intervista ai mass media locali. Secondo #Yanukovich, per risolvere i problemi interni le autorità #ucraine hanno abbastanza saggezza e volontà politica. Il #governo #ucraino il 21 novembre ha deciso di sospendere i preparativi per la sottoscrizione dell'accordo dell'associazione con #UE che ha provocato le proteste dei sostenitori dell'euro integrazione del Paese.

[520/20dic] sito principale: http://israelnationaltv.myblog.it/
http://www.youtube.com/user/googleplusupdates/discussion
ma, i potenti filtri, di google+, nascondono i miei articoli, che, forse, possono essere letti, sui miei canali, ecco perché, io ho iniziato a numerare progressivamente i miei articoli, forse, essi posso essere recuperati in internet. Dico forse, perché, [tutti lo sanno, io sono per la autodeterminazione Nazionale (e questo uccide, internazionali banchieri, satanisti, #tecnocratici, #farisei, #massoni, #Spa, #Fmi, #Nwo) e tutti i parassiti traditori, del signoraggio bancario rubato, e quello, che, hanno fatto, la #Arabia Saudita e, #USA, in #Siria? è sotto gli occhi di tutti, dopo avere sterminato, il 90% dei cristiani in #Iraq, ora, vanno ad estinguere, con i loro #jihaditi, anche, i cristiani #siriani] e, #Yanukovich non vuole che, qualcuno intervenga negli affari #Ucraina [allo sciacallo è sfuggito il coniglio! lol.]

[521/20dic] Lo schieramento dei missili russi Iskander presso Kaliningrad non corrisponde alle norme delle intese strategiche tra NATO e Russia, [e i satelliti con raggi laser, ed armi nucleari, a quale trattato corrispondono? e lo utilizzo dei dischi di alieni, per attaccare, le difese aeree?] ha dichiarato il segretario generale dell'Alleanza #Anders #Rasmussen nell'intervista ai #giornalisti #francesi. Il #segretario #generale ha evidenziato che "in questo caso la misura è indirizzata contro un nemico inesistente". Riguardo alla dislocazione dello #Scudo #antimissile, #Rasmussen ha detto che "nessuno dei Paesi della #NATO ha intenzione di attaccare la Russia" (lol.pinocchio). Giovedì, durante la grande conferenza stampa, il Presidente russo #Vladimir #Putin ha dichiarato che, la decisione della dislocazione dei missili nell'Oblast' di Kaliningrad non è ancora stata presa (lol.pinocchio). La dislocazione degli obiettivi dello Scudo antimissile europeo crea un pericolo reale per la #Russia e il Paese è costretto a reagire, in qualche modo, alla situazione, ha dichiarato il Presidente russo #Vladimir #Putin durante la conferenza stampa a Mosca. Una delle possibili risposte è la dislocazione dei complessi missilistici #Iskander,in #Oblast' di #Kaliningrad, ha evidenziato il Presidente. "Tuttavia #Iskander non è l' unico modo di difesa e di reazione, è solo un elemento della possibile risposta, nonostante che nel suo settore sia una delle più efficace armi nel mondo", ha sottolineato #Putin.

[522/20dic] [ non hai scelta! se, tu vuoi evitare la guerra mondiale? il FMi, deve essere sottratto, ai farisei, e deve ritornre di proprietà dei popoli, questo è soltanto un atto politico, e non un atto giuridico, perché, la sovranità è nel popolo, quindi, il debito pubblico deve essere dichiarato nullo!! ] [ ma, lui non è ancora al 100%, un condottiero cristiano, che, guida una Nazione, perché, 1. non esce dal signoraggio bancario, ei farisei anglo-americani, 2. non interviene, in favore dei cristiani innocenti perseguitati nel mondo, con determinazione e veemenza verbale. Questo è quello, che, manca a lui, la difesa dei diritti umani, perché, tutti sanno, che, gli americani, Fmi, Spa, farisei, massoni, USA, sono degli ipocriti, veri satanisti 322, in occulto. ] Grande conferenza stampa del #Presidente #russo #Vladimir #Putin. Attualita', In Russia, Conferenza stampa di Putin, Mass Media, Putin, Russia. 19.12.2013, "Non ci è indifferente lo status dei nostri connazionali all'estero", ha dichiarato il #Presidente russo #Vladimir Putin alla conferenza stampa a Mosca. "In alcuni Paesi europei fino ad ora esiste il concetto di "non cittadino", privo di diritti e di libertà, riteniamo che non è normale e continueremo a lottare per #uguaglianza dei diritti", ha sottolineato Putin. "Questo riguarda tutti i Stati, ma, non significa che intendiamo brandire la spada, e introdurre le truppe da qualche parte", ha dichiarato il Presidente. "Inoltre, non se ne parla nemmeno, d'introdurre #truppe #russe in #Ucraina", ha sottolineato Putin. Il Presidente russo Vladimir Putin ritiene che, le nuove sanzioni contro #Iran, dichiarate dal Congresso #USA, sono controproduttive, ha dichiarato durante la conferenza stampa a #Mosca (è vero #Iran, va bombardato immediatamente a motivo della Sharia, che è un progetto di sterminio del #califfato #mondiale, e per questo che, il nucleare, è pericolosissimo). "Non darà niente di buono dal punto di vista degli accordi definitivi, sulla risoluzione del problema nucleare iraniano", ha evidenziato Putin. "Al popolo iraniano, allo Stato iraniano, deve essere garantita la possibilità di sviluppare le proprie #tecnologie #avanzate, incluso il settore nucleare dal carattere pacifico", ha dichiarato il #Presidente #russo. Inoltre il capo dello Stato, ha detto che, approfitterà dell'invito di #Teheran a visitare il Paese, comunica il corrispondente de La Voce della #Russia. Le proteste a #Kiev sono provocate dalla lotta politica in #Ucraina, ma, non dalla questione di sottoscrivere, o no l'accordo d'associazione con #UE, ha detto oggi il #presidente #russo #Vladimir #Putin alla conferenza stampa a Mosca. Secondo le sue parole "quelli che ora attivamente promuovono le idee legate alla sottoscrizione dell'accordo con #UE, recentemente erano al timone dell'Ucraina. Perché prima non hanno fatto, ciò per cui lottano ora?" ha detto il Presidente. Putin ha sottolineato che, "in ogni caso la Russia collaborerà con l'Ucraina, nel formato e nel volume che sarà ammissibile per il popolo ucraino". La Russia ha apportato "un contributo notevole nella risoluzione, degli acuti problemi #internazionali di molti anni", tra cui il problema delle armi chimiche, in #Siria e il problema nucleare iraniano, ha dichiarato oggi il #Presidente #russo #Vladimir #Putin alla grande conferenza stampa. Tuttavia, ha posto attenzione che ottenere i risultati nella risoluzione dei problemi sarebbe impossibile "senza il lavoro congiunto con gli amici americani, europei e cinesi ai quali siamo molto grati". "La #Russia può essere fiera di cosa e come fa sull'arena internazionale, può essere fiera della posizione basata sui principi del diritto internazionale", ha aggiunto il Presidente. "Nutro un atteggiamento positivo nei confronti dei difensori della natura, ma è inammissibile fare di loro uno strumento delle pubbliche relazioni", ha dichiarato il Presidente russo Vladimir Putin, rispondendo alla domanda, su che cosa ne pensa degli attivisti di #Greenpeace. Inoltre il Presidente ha aggiunto che, spera di predisporre Greenpeace, ad un lavoro congiunto produttivo. "Per quanto riguarda le voci intorno la nave Arctic Sunrise, non le ho create io, le hanno create i mass media al servizio di quelli che hanno violato la legge", ha dichiarato il Presidente. "Non escludo che gli attivisti di Arctic Sunrise avessero il compito di far fallire i lavori sulla piattaforma artica. Per noi è una affare serio", ha sottolineato Putin. Il Presidente russo Vladimir Putin durante la grande conferenza stampa a Mosca ha dichiarato, in risposta alla domanda sui quali risultati conta la Russia alle Olimpiadi di Sochi, che la principale missione della Russia, come Paese ospitante, è dare gioia, a tutti gli spettatori da tutti i Paesi del mondo. "Certo che, aspettiamo le vittorie degli nostri atleti", ha aggiunto il Presidente, "ma mi riserverei, e non definirei il numero di medaglie e il punteggio. Occorre che, i nostri atleti mostrino professionalità e carattere", ha sottolineato Putin. "Non conosco personalmente #Snowden, e non l'ho mai incontrato", ha confessato il Presidente russo Vladimir Putin, rispondendo alla domanda sull'ex agente della CIA durante la grande conferenza stampa a Mosca. "Ha le sue idee sulla vita, non nascondo che per me è una persona interessante. Penso che abbia cambiato molto nelle teste dei politici occidentali. E' un giovane curioso. Ha i suoi affari, io ho i miei. Abbiamo dato la possibilità di vivere da noi, ma non vogliamo occuparci della #propaganda #antiamericana (purtroppo, avviene il contrario da più di un anno). Nel piano operativo non lavoriamo con Snowden, e non abbiamo lavorato", ha raccontato il Presidente. "Non ho intenzione di criticare i valori occidentali, per me è importante proteggere i cittadini della Russia dal comportamento abbastanza aggressivo, di alcuni gruppi sociali i quali, secondo me, si comportano non solo, come vogliono, ma impongono la loro posizione agli altri", ha dichiarato il Presidente russo Vladimir Putin durante la grande conferenza stampa a Mosca. "La Russia è un Paese con un'antica e profonda cultura. Dobbiamo prestare attenzione ai valori tradizionali russi (cristiani e patriottici), senza i quali, la società degrada (proprio come è degradata la società Occidentale), dobbiamo ritornarci, e su questa base andare avanti. E' un approccio conservativo, ma non impedisce lo sviluppo", ha sottolineato il Presidente. La dislocazione degli obiettivi dello Scudo antimissile europeo, crea un pericolo reale per la Russia e il Paese, è costretto a reagire in qualche modo alla situazione, ha dichiarato il Presidente russo Vladimir Putin, durante la conferenza stampa a Mosca. Una delle possibili risposte è la dislocazione dei complessi missilistici Iskander nell'Oblast' di Kaliningrad, ha evidenziato il Presidente. "Tuttavia Iskander, non è l'unico modo di difesa, e di reazione, è solo un elemento della possibile risposta, nonostante che, nel suo settore sia una delle più efficace armi nel mondo", ha sottolineato Putin. Il motivo delle decisioni sulle agevolazioni per la fornitura del gas e la distribuzione dei mezzi del #Fondo del benessere della Russia in #eurobond #ucraini è stato il desiderio di aiutare il Paese fraterno ed il popolo fraterno nella situazione difficile, ha dichiarato oggi il Presidente russo #Vladimir Putin, alla grande conferenza stampa. "Oggi vediamo che #Ucraina si trova in difficoltà #economiche, #sociali e #politiche. E se diciamo davvero, che è il popolo fraterno, dobbiamo comportarci come parenti stretti e sostenerlo nella situazione difficile", ha detto Putin. Inoltre, il Presidente ha sottolineato che i Paesi terzi, non devono intromettersi nei rapporti tra #Russia e #Ucraina e dettare le loro condizioni su cui questi rapporti debbono svilupparsi.

[525/20dic] voi state tutti per morire! to all this, the French, have felled, the #DC9 in #Ustica, to not reveal, that, #flying #saucers aliens, were, in #military #exercises, together with the #French! #Israeli, #British, #Germans, #Americans, know all this, because, in their nations, in fact, are made systematically, #human #sacrifices on the altar of Satan, by the secret services diverted (all secret facilities, unknown by the Government, and constructed by the #IMF), which obey to: #322, #Kerry, Bush #Nwo. voi state tutti per morire!

[526/20dic] L' anti Fazio adesso vuol comprare l' euro [ai ladri le cose si confiscano] Postato in Interviste al professore, Da " il Giornale", nel periodo del debutto dell' euro
Il professore abruzzese, che con l'invenzione del Simec dichiarò guerra alla Banca d'Italia, lancia un'altra provocazione: [ La moneta unica è nostra ] A Maastricht è stato fatto un errore: non hanno scritto chi è il proprietario della nuova banconota. La mia? Vale UN EURO. Provocatorio, indubbiamente: ma impareggiabile. Parla don Giacinto Auriti, intellettuale, giurista, economista, inventore del Simec, la moneta "alternativa" alla lira che l'estate scorsa fece entrare in fibrillazione le coronarie dei dirigenti della Banca d'Italia. Auriti, che da anni conduce una battaglia "per la proprietà popolare della moneta" (e che ha dato al suo Simec, sperimentato in Abruzzo, un potere d'acquisto doppio rispetto alla lira) torna in campo con una nuova provocazione: stavolta contro l'Euro. "I banchieri di Maastricht, spiega, hanno inventato una moneta fredda, destinata a soccombere al dollaro", la cui circolazione è regolata da un trattato "che ha un buco giuridico macroscopico". "La Banca centrale regola l'emissione dell'Euro, ma la proprietà di chi è?". Già, di chi? Secondo Auriti dovrebbe essere collettiva;
l'Italia, sostiene, "può per legge ordinaria regolare la proprietà dell'Euro e restituirla ai cittadini". Cosi, il professore di Guardiagrele passa all'attacco: ha presentato una proposta di legge di iniziativa popolare per codificare questo principio, e distribuire grazie all'Euro "un reddito di cittadinanza". Profeta o folle? Fate voi: ma ecco come il professore eretico spiega la sua idea.
Professore, lei dice che l'Euro non decolla: ci può fare un esempio?
"Eccolo: all'Euro manca ancora la legittimazione. O meglio:
quella che tecnicamente viene definita "accettazione". Se lei sta su un'isola deserta, stampa otto tagli di banconota, ma non ha nessuno che riconosce quel valore, che cosa ci fa? Lei ha indubbiamente in mano una moneta. Ma quella moneta non viene accettata. Io credo che l'Euro corra questo rischio. Maastricht ha fatto la pentola, ma non il coperchio: noi, a oggi, non sappiamo di chi sia la proprietà della nuova moneta. E questa moneta stenta a essere accettata sul mercato mondiale".
Scusi, professore, ci spiega perché, dopo la lira, anche l'Euro non va bene?
"È semplice: malgrado la propaganda degli euroentusiasti, gli italiani misurano sulla loro pelle, e soprattutto nei portafogli, che qualcosa non funziona. Ha notato? Gli Euro svaniscono letteralmente dalle tasche!".
Scusi, lei sa perchè? È colpa degli speculatori? Oppure è l'inflazione?
"Ma no, gli aumenti nel cambio sono piccoli furti: non possono spiegare il fenomeno. Qui siamo di fronte a quella che Giuseppe Palladino, un intellettuale per lungo tempo consulente della Banca d'Italia, ha definito "Stag-flazione", ovvero: stagnazione più inflazione".
Tradotto dalla lingua degli addetti ai lavori che cosa significa?
"Che la moneta è poca e vale poco. Quindi ci sono insieme sottovalutazione e rarefazione. Non è vero, e gli italiani lo verificano in queste ore, che un euro ha lo stesso potere d'acquisto di 1936,27 lire. L'euro malgrado quel che dicono si sta svalutando rispetto al dollaro e al petrolio. Il dollaro è in guerra contro di noi, e distruggerà l'Euro".
Perché?
"Perché la moneta della Banca centrale si regge su un mercato disorganico, ovvero un mercato privo di materie prime. Con la guerra del Kosovo l'America ha bloccato l'accesso del petrolio dai Balcani all'Europa. L'unica speranza che abbiamo è l'allargamaento dell'Unione ai Paesi dell'Est".
Scusi, lei è contro l'Euro ma a favore dell'Unione europea allargata?
"Sono "anti-euristico", si. Ma un europeista convinto: non c'è contraddizione".
Ha tempo fino al 15 agosto per raccogliere 5Omila firme alla sua proposta di legge. Cosa accadrebbe se venisse approvata?
"Le spiego. Il trattato di Maastricht ha una falla clamorosa: regola nei dettagli l'emissione dell'Euro. I Paesi europei hanno ceduto sovranità alla Bce su questo punto: ma solo sui mezzi formali, sulla carta e sull' inchiostro".
Che cosa significa?
"Che con Maastricht la Banca centrale è diventata una grande tipografia. Ma il trattato non dice nulla sulla proprietà della moneta ne sul suo controvalore. Quindi la mia idea è: poiché Maastricht non pone vincoli l'Italia ha diritto di fare una legge per regolare "accettazione" e proprietà dell'Euro".
Vuol farci credere che la Banca centrale europea ha fatto un errore così grande?
"Non hanno fatto errori, infatti. Chi ruba lo fa di nascosto! " Cosi, senza nessuna riserva, il valore dell'Euro è una pura convenzione. La Bce, attraverso questa convenzione, ci carica tutti di un debito pari al valore dell'Euro".
Ma quale sarebbe il vantaggio della Bce?
"Vede, la legge del 1910 sull'istituzione della Banca d' Italia legava la lira, teoricamente, alla convertibilità aurea. Era una favola: ma il sistema di Bretton-Woods è durato fino al 1971. Fino a quando cioè, De Gaulle disse agli Usa: voi esportate inflazione, datemi oro in cambio dei vostri dollari. Fino all'avvento dell'Euro, sulle banconote c'era scritto: "Pagabili al portatore". Oggi neanche quello. Non ci sono vincoli di convertibilità,
ne proprietà: l'Euro è prodotto dai banchieri di Maastricht, ma tecnicamente è figlio di nessuno".
Con la sua legge diventerebbe proprietà di tutti gli italiani. Non è un'utopia?
"E perché mai? Se la legge passasse, la Banca centrale non potrebbe impedirlo".
Scusi, ma il suo Simec, a Guardiagrele, che contraccolpi ha avuto?
"Nessuno: 1.000 Simec valevano 2.000 lire. E ora 1 Euro. Il Simec non si svaluta: perché sul Simec non comanda la Banca ma il portatore".
La banconota di Auriti
CHE COS' E'
Il " Simec", è la moneta alternativa alla lira ideata dal prof. Giacinto Auriti, 77anni, già docente di Teoria generale del Diritto privato e della navigazione all' Università di Teramo.
COME FUNZIONA
Il Simec ( acronimo che sta per sim-bolo ec-onometrico di valore indotto ) ha un potere di acquisto doppio alla lira.Le banconote vengono stampate da un sindacato antiusura di cui è presidente Auriti. Nei negozi convenzionati, sostiene il professore, i clienti possono acquistare la merce a metà prezzo pagandola con i Simec.
LA VICENDA GIUDIZIARIA
Guardiagrele, dove la nuova divis aveva avuto maggiore diffusione, il 10 agosto 2000 era stata letteralmente assediata dalle Forze dell' Ordine che avevano effettuate perquisizioni a tappeto, sfociate poi nel sequestro di 2'5 miliardi di Simec su disposizione della Procura di Chieti.
Successivamente la somma è stata dissequestrata dal tribunale del riesame.
CHE COSA DICE LA LEGGE
La Banca d' Italia più volte è intervenuta precisando che gli esperimenti di emissione monetaria locale " non forniscono le identiche garanzie assicurate soltanto dalla moneta legale nello Stato ". La banca centrale ricorda che articolo 1.277del Codice civile stabilisce che l' efficacia della moneta è assicurata soltanto da quella avente corso legale nello Stato.
Note: LUCA TELESE da Roma

Intervista di A. Ferrara

Postato in Interviste al professore    

SIMEC la NUOVA MONETA che ci SALVERA' dal FALLIMENTO

Nella silenziosa calura del post-ferragosto di questo anno giubilare, il titolo potrebbe dare adito a varie interpretazioni: il caldo, conseguenza del solleone, i piromani nei boschi, i drammi quotidiani dei giovani e meno giovani sulle strade che amareggiano il più intenso e lungo periodo vacanziero dell'anno.

- 1694, Viene costituita a Londra la Banca d'Inghilterra, che diviene proprietaria di circa tre quarti del pianeta Terra.-

Niente di tutto questo: si tratta di una rivoluzione monetaria che parte verso la metàdel luglio 2000 da Guardiagrele, in Provincia di Chieti, una delle città più interessanti d'Abruzzo, abitata da circa 10.000 guardiesi, ricca di storia, arte ed artigianato, distesa su un colle ai piedi della Maiella e sede dell'omonimo Parco Nazionale.
La piazza centrale è dominata dal più; importante monumento cittadino, il Duomo di S. Maria Maggiore, e delimitata dall'antico palazzo della illustre famiglia degli Auriti, oggi rappresentata dal settantasettenne prof. Giacinto, che, pur autodefinendosi "contadino" è stato docente di ben quattro cattedre di Giurisprudenza ed autore di pubblicazioni scientifiche di contenuto giuridico e sociale.
Presidente del Comitato locale antitrust, il prof. Auriti è stato promotore nel 1993 di una proposta di legge "Per ripartire tra i cittadini il reddito monetario del capitale amministrato dallo Stato in attuazione del secondo comma dell'art. 42 della Costituzione".
Quale Segretario del Sindacato Pro Loco Comitato Antiusura Auriti fa presente che l'8 marzo 1993 denunciò per truffa, falso in bilancio, associazione a delinquere ed usura l'allora Governatore e firmatario dei biglietti di banca d'Italia, Carlo Azelio Ciampi e, successivamente, il Governatore Fazio.
Oggi, venerdi diciotto agosto, alle ore 11 circa, godiamo della ospitalità del prof. Auriti, al primo piano dell'omonimo palazzo, così pieno di ricordi e testimonianze di varie generazioni. Ci viene ricordato un evento storico, quando, nel 1897, suo nonno cedette la carica di Onorevole al Parlamento del Regno d'Italia al già celebre Poeta pescarese Gabriele D'Annunzio.
Il prof. Auriti, deus ex machina, ideatore e realizzatore della "moneta del popolo", mostra pagine di giornali in varie lingue sul significato del "valore indotto" e sulla recente esperienza monetaria del Simec, attualmente sospesa per il blitz della Magistratura davanti alla quale è sub iudice (28 agosto 2000).
L'interesse della stampa inglese, statunitense, svizzera, giapponese, è dimostrato da corrispondenti delle più; importanti agenzie giornalistiche in lista d'attesa, tanto che, trattandosi di varie ore di laboriosi colloqui, il professore ha in animo di quantificare ogni appuntamento, stavolta in lire e non in Simec.
Al fine di diffondere la verità sulla ultima possibilità di difesa dell'Italia e dei Paesi interessati alla imminente circolazione-capestro dell'Euro, don Giacinto (come amorevolmente viene chiamato dai concittadini), ha già aperto un sito di più; pagine su Internet; tutti comprenderanno la differenza base tra un biglietto di banca e un Simec: il primo è addebitato al portatore, mentre il Simec viene accreditato al cittadino.


Prima del commiato con l'autorevole interlocutore, poniamo due domande al prof. Auriti:

1, Qual è il Suo parere sull'Euro, a pochi mesi dalla entrata in circolazione?
Nessuna norma del Trattato di Maastricht stabilisce di chi è la proprietà dell' Euro; questa lacuna normativa deve essere colmata nel senso che la proprietà va attribuita ai singoli popoli europei. Diversamente, ogni cittadino dell' Euro, compresa la nostra generazione, si troverà indebitato nei confronti del dollaro, fino alle estreme conseguenze del suicidio.

2, Quale potrebbe essere la soluzione?
Ogni Nazione e popolo europeo dovrà essere accreditato, e quindi responsabilizzato con precise leggi finanziarie a difesa del cittadino; il Simec potrebbe costituire la moneta provvisoria per tamponare l' emergenza.

Breve storia della moneta moderna suggerita dal prof. Giacinto Auriti

1694, Viene costituita a Londra la Banca d'Inghilterra, che diviene proprietaria di circa tre quarti del pianeta Terra.
1795, La Rivoluzione francese trasferisce al popolo la gerarchia politica ma non quella finanziaria.
1865, Guerra di Secessione: Abramo Lincoln, primo Presidente degli Stati Uniti d'America, abolisce la schiavitù. Viene creato il dollaro della Secessione, e quindi la Federal Reserve di Forte Knox.
1999, Con il Trattato di Maastricht nasce l'Euro. Non aderisce la Banca d'Inghilterra legata al dollaro.
2001, Il primo settembre, le banconote e monete metalliche Euro entreranno in distribuzione presso Banche, Uffici cambio e distributori automatici.

Breve storia del Simec
Guardiagrele Anno 2000

Aprile/maggio, Preparativi, sperimentazione scientifica e costituzione del Comitato Sindacale Antiusura per la creazione della carta-moneta di proprietàdel cittadino: responsabile unico, il Segretario Generale Giacinto Auriti.


Giugno/luglio, Vengono stampati, in diecine di migliaia di esemplari, sette tagli diversi (lo stesso numero degli Euro), bicolori, con relativi numeri di serie ad inizio della lettera A: 500, 1.000, 2.000, 5.000, 10.000, 50.000, 100.000 per un importo complessivo di 168.500.

Nel dritto è riportato, sulla sinistra, il contrassegno rappresentato dal Simbolo Econometrico Di Valore Indotto con la clausola: marchio registrato, riproduzione vietata. Sulla destra, superiormente alla cifra, il relativo numero romano ad eccezione del taglio da 500 che, nell'esagono riporta l'intera cifra.

Al centro, con scritta in nero, la proprietà della moneta e la specifica dell'emissione firmata dal Segretario Generale del Sindacato Antiusura Giacinto Auriti.
Al retro, identica per tutti i tagli, l'immagine di un focolare acceso sormontato da una croce, il valore in lettere e, in un rettangolo sottostante, il richiamo del simbolo accettato dai vari Comuni convenzionati con i tre articoli della Costituzione italiana.

Per la seconda volta (dopo la sterlina inglese) in una moneta, un ulteriore elemento di garanzia: in aggiunta alla filigrana, contro eventuali falsari, è rappresentato dalla soprastampa a caldo, in argento, dello stemma-simbolo con il recente sistema dell'ologramma. Infine, nella bordatura colorata inferiore, la scritta latina NON BENE PRO TOTO LIBERTAS VENDITUR AURO (non è bene vendere la libertà per tutto l'oro del mondo).

Martedì 11 luglio, Un primo quantitativo di Simec viene ritirato dall'Istituto tipografico e mostrato ai soci del Sindacato. Si concretizzano gli accordi con la distribuzione delle vetrofanie per gli operatori che aderiscono alla vendita.

Fine luglio, Il passaparola popolare e la stampa locale si impadroniscono della operazione commerciale; il potere di acquisto rispetto alla lira raddoppia. Il successo prende alla sprovvista gli stessi autori e Guardiagrele si anima all'inverosimile. La Magistratura prende atto del fenomeno, ma non interviene. La Guardia di Finanza effettua un controllo da cui risulta tutto regolare.

Domenica 6 agosto, Festa del Patrono e Mostra dell'Artigianato. Dall'intero Abruzzo e dall'Estero si moltiplicano le presenze. Dalle 39 attività commerciali di luglio si giunge alle oltre 70 con il coinvolgimento delle due Province di Chieti e L'Aquila. Alcuni tagli della "moneta del popolo" vengono esauriti. Inizia l'emergenza ed in Piazza S. Maria Maggiore, alla cassa di "Casa Auriti" si alternano giovani volenterosi che accettano prenotazioni di ulteriori tagli al momento mancanti. La Guardia di Finanza torna a fare dei controlli. Tutto regolare.

Giovedì 10 agosto, Il sole tramonta alle ore 19 e 19 ed il professore, don Giacinto per i guardiesi, attorniato dai compaesani, concede interviste sulla operazione finanziaria. Le sue frasi ricorrenti sono: finalmente il denaro è del cittadino, e non di chi lo stampa, il suo valore è dato da chi lo usa e non da chi lo mette in circolazione, e per concludere, con l'Arte l'Italia può vendere il Bello.
La richiesta numismatica di collezionisti, da varie parti d'Italia e dall'Estero, aumenta a vista d'occhio.
Dopo il ferragosto guardiese, Da alcune regioni d'Italia giungono rappresentanti comunali e di categorie commerciali interessati alla esperienza monetaria. Lettera aperta del prof. Auriti con le firme di oltre 1000 cittadini per il dissequestro della "moneta auritana". Iniziano contatti politici per una interpellanza parlamentare alla riapertura delle Camere.

Lettera aperta al Clero (diretta a Vescovi e Cardinali) in difesa della "MONETA DEI POVERI" perché diventi la "MONETA DEL GIUBILEO" che così conclude:

Quando la moneta era d'oro, non era possibile attribuirla gratuitamente all'atto dell'emissione per l'alto costo dell'oro.

Oggi, con i simboli di costo nullo, non solo è possibile, ma doveroso, per sollevare l'umanità dal signoraggio della grande usura.

Siamo certi che la moneta emessa dalla Chiesa sarebbe certamente conforme al grande evento del Giubileo.

E saranno favorevoli anche tutte le religioni notoriamente schierate contro l'usura, in una visione sostanzialmente ecumenica.

Note: Una verità che scotta
Dal periodico "l'Informazione del Collezionista" n.16 Giugno-Agosto, 2000 di Augusto Ferrara

Con la mia banconota Simec raddoppio il valore della lira

Postato in Interviste al professore    

Arrivano anche turisti per far affari col docente che ha inventato la moneta compri 2 paghi 1.
Guardiagrele: anche stamane, davanti alla sua casa, in largo Botteghe, la solita fila. Donne, uomini, ragazzi, turisti Tutti in coda per il Simec. Il Bancomat della piazza, racconta il direttore del Banco di Napoli, è stato svuotato di 80 milioni come una macchinetta del caffè.

Niente furti, s'intende: è gente che preleva, converte, compra. Più cresce il circuito del Simec, più aumentano il volume di affari, e i rischi. "Ma anche, per il creatore della "moneta abruzzese", le possibilità di successo. La Finanza continua a monitorare, ma per ora non trova motivi di intervento.
L'uomo che ha innescato questo incredibile "esperimento" valutario, il professor Giacinto Auriti, 76 anni, è sempre nel paese, gira a piedi e sulla sua Brava color amaranto (ammaccata) parla al suo telefonino Alcatel dove riceve telefonate da tutto il mondo.

Persino da collezionisti numismatici che vogliono la serie completa delle sue "banconote". A prima vista non sembra il primo italiano che batte moneta in proprio. Si è formato su Ezra Pound, racconta di aver messo in pratica la dottrina sociale della Chiesa (" Soprattutto la Rerum Novarum "), è stato missino (ma non in An), dice: I miei migliori amici sono i comunisti non ds, quelli di Rifondazione, che hanno ancora ideali".

Ripete a nastro: "Faccio tutto per le persone, creo ricchezza: la Banca d'Italia toglie, io do".

Professor Auriti, si calcola un circuito di Simec da 800 milioni, la sua valuta ha un corso parallelo a quello della lira, arrivano turisti da fuori a fare shopping, le autorità la sorvegliano. Si sente sull'orlo dell' illegalità? Riesce ancora a dormire bene?

" E perché no? Sono un onesto, e nessuno lo mette in dubbio. Non mi arricchisco di una lira, al contrario ho finanziato con la mia associazione la stampa del Simec".

Lei sta battendo moneta

" Attenzione: dal punto di vista strettamente legale il Simec è come un francobollo".

Un francobollo con cui si compra tutto, dal caffè ai telefonini?

" E perché no? Il suo valore è una convenzione: se lei avesse in mano un Gronchi rosa sarebbe come se possedesse l'equivalente in milioni, no? Chi converte Simec acquisisce un valore che è suo, del portatore. E poi lo scambia con chi vuole. Non solo non faccio nulla di male, ma aumento il prodotto interno lordo. Come se vendessi dei francobolli rari, che però hanno buon mercato".
Se ne parla da due giorni, ma molti ancora non riescono a capire il meccanismo "

Rispieghiamolo, allora!
Ci provo: dunque, lei vende lOOmila Simec per lOOmila lire. I cittadini che comprano i Simec, li "scambiano" con i negozianti, e ottengono mercé per un valore doppio. I negozianti che le rivendono i Simec, incassano il doppio pure loro.

"È così".

Ma se tutti ci guadagnano, Che fine fa il deficit di questa catena?

"Scusi, perché lei non si chiede che fine fa il deficit della lira? La convertibilità della moneta è finita nel 1971 con la dichiarazione unilaterale di Nixon. Guardi le banconote italiane che ha in tasca. Sopra c'è scritto Pagabili al portatore, ma se lei va in banca a chiedere il corrispettivo in oro, giustamente la prendono per matto".

Lei vuole riprodurre con il Simec la convenzione che ci fa credere al valore della lira, indipendentemente dalla sua copertura in riserve auree?

" Esatto. Solo che io, vendendo Simec, do un credito del 200 per cento. Fazio, vendendo lire, vende un debito del 100 per cento ".
Ma la Banca d'Italia ha ben altre risorse, per garantire la sua credibilità!

"La mia teoria è: la velocità della circolazione crea un valore che chiamo indotto. Quando si arriva a una velocità critica, il Simec è come una dinamo che produce ricchezza e io non dovrò convertire più. Sostituiremo la moneta della proprietà a quella del debito".

Note: IL Giornale, del 05- 08, 2000
LUCA TELESE

Papà fa la guerra alle banche e Grillo è la sua "arma letale"
Postato in Interviste al professore    
Le crociate anticapitalistiche del comico sono ispirate da un eccentrico economista. Che guarda caso, è il padre di una giornalista di "OGGI"
Abbiamo "costretto" la nostra Michela Auriti a intervistare il suo sorprendente genitore. Ha un progetto "pazzesco": togliere la proprietà della moneta alla Banca d'Italia e darla ai cittadini, Beppe è il mio miglior allievo-, dice il professore,. L'ultima "follia": la lira del Giubileo, di Michela Auriti,
Roma, marzo tutto è cominciato un paio di settimane fa, quando una i collega mi ha messo sotto il naso l'articolo di un quotidiano. Mezza pagina con al centro la foto di un uomo che riconoscerei tra mille, faccia onesta e sorriso aperto, l'abito grigio rigato e il gilet: mio padre!
Il titolo dell'intervista strilla: Beppe Grillo è il mio profeta e l'occhiello aggiunge: C' è un intellettuale di destra, l'economista eretico Giacinto Auriti, dietro il nuovo corso dello showman genovese.
Segue un' intervista a mio padre sulle sue stravaganti teorie monetarie e, a fianco, le dichiarazioni del comico genovese che si dice suo discepolo e afferma che i discorsi di Auriti dovrebbe farli una sinistra vera, se esistesse.
Ora io so, e da molti anni, che mio padre è un tipo originale: professore universitario a Roma e poi a Teramo, candidato nelle liste del Movimento sociale nel '72 e prima ancora trascinatore di folle nel suo paese in Abruzzo, Guardiagrele, dove da giovane girava su una Seicento col megafono e faceva proseliti per il suo partito. Papà oggi ha 75 anni (ma ne dimostra dieci di meno) e un entusiasmo invidiabile anche per un trentenne produce vino e latticini nella sua campagna ai piedi della Maiella, insegna ancora agli studenti e soprattutto ha un chiodo fisso, la lotta alle banche. Chiunque lo incontri, dopo pochi minuti di convenevoli (anche perché papa è uno che taglia corto e parla diretto), viene travolto dall'esposizione di un progetto folle: togliere la proprietà della moneta alla Banca d'Italia e darla ai cittadini. Ma come abbia fatto a indottrinare il Savonarola dei comici, questo è un mistero anche per me che sono la figlia
 
Allora papà, cos'è questa storia? Sul giornale leggo che sei diventato il grillo parlante di Grillo

È nata poco meno di tre anni fa. Lui ha letto un mio libro sulla moneta, ha saputo che ho denunciato il governatore della Banca d'Italia per cinque reati: truffa, falso in bilancio, associazione a delinquere, usura e istigazione al suicidio. E ha detto: "Questo è talmente
matto che lo devo conoscere".

Poi cosa è successo?
"È successo che dalla sua casa a Genova è venuto ad Atri, in Abruzzo, e ha partecipato a un mio convegno sulla proprietà popolare della moneta, improvvisando uno show strepitoso. Nel teatro c'erano centinaia di studenti e professori Grillo si è entusiasmato all'idea e l'ha divulgata col suo spettacolo. Da allora siamo diventati amici: spesso ci sentiamo per telefono per scambiarci idee e opinioni. Senza di lui, le teorie della mia scuola sulla proprietà della moneta sarebbero ancora semiclandestine.
Scusa, papà, ma Grillo si è lasciato subito convincere o ha fatto come noi figli che ti abbiamo sempre ascoltato con un orecchio solo?
No, lui ha capito subito, gli sono bastate poche parole. Perché è intelligente e ha la genialità dei genovesi. Un suo famoso concittadino diceva: "Gli affari fino a un certo punto si dimostrano, oltre un certo limite si sentono".
Così hai trovato il tuo discepolo migliore
Il migliore no. Ma il più brillante certamente sì. Grillo ha la capacità di semplificare le grandi verità. Gli ho fatto questo esempio: se il governatore della Banca d'Italia si mettesse a stampare moneta su un'isola deserta, le banconote non avrebbero valore perché manca la gente. Quindi la proprietà della moneta non è di chi la emette, cioè della banca, ma di chi la accetta come strumento di scambio. Invece i popoli sono stati trasformati da proprietari in debitori, espropriati e indebitati. La banca centrale, prestando il dovuto, si appropria del valore della moneta. La prova? Sulle banconote c'è scritto: " Pagabili a vista al portatore ", ma se vado in Bankitalia, nessuno mi darà mai il corrispettivo in oro. È la più grande truffa di tutti i tempi!.
E la soluzione qual è?
Dare al popolo non solo la sovranità politica ma anche la sovranità monetaria, cioè la proprietà della moneta all'atto dell'emissione. Nel disegno di legge che abbiamo presentato al Senato, cinquanta parole che mi sono costate trentaquattro anni di lavoro, chiediamo che venga accreditata, dalla banca centrale allo Stato: a ogni cittadino dovrebbe essere dato un codice dei redditi sociali che serve a incassare moneta. Altrimenti non c'è democrazia ma usurocrazia. Come di questi tempi.
Papà, però con queste tue battaglie ci hai fatto stare sempre un po' in ansia. E prima ancora c'era la politica. Me lo ricordo, anche se avevo pochi anni: 1972, ti eri candidato alle politiche. Su un muro lungo la strada che sale alla Camilluccia, c' era scritto: numero 17: Auriti a morte.
Ah sì? Non lo sapevo.
A casa arrivavano anche telefonate anonime, di minaccia.
Non mi ricordo neanche questo.
Papà! Lo vedi che sei sempre vissuto nel tuo mondo?
No. È che già allora avevo il presentimento dei tempi che sarebbero arrivati: se non si sostituisce alla moneta debito la moneta proprietà, le nuove generazioni non avranno altra scelta che tra il suicidio e la disperazione. Il suicidio da insolvenza, non a caso, è diventato una malattia sociale. Oggi lavoriamo per pagare i debiti e più lavoriamo più ci indebitiamo.
 
Certo che quando ti metti una cosa in testa Noi figli ormai ci siamo abituati, ma chi non ti conosce potrebbe pensare che sei monomaniaco.

Il fatto è che dico cose ovvie, ma che si scontrano con tali e tanti interessi da sembrare folli. E siccome non mi rassegno, sembro anche maniaco. Però ho convinto anche molti comunisti.

Già, come a Guardiagrele, dove la nostra casa è davanti alla sede dei comunisti. Com'era quella storia alla don Camillo e Peppone?

Scrissi un manifesto: " Signori socialcomunisti, se volete dare la vostra proprietà allo Stato, votate falce e martello ; se volete una quota di capitale, votate per noi. Ergo: i fessi votano comunista, le persone intelligenti votano per noi ".
Al caffé del paese, dove stavo giocando a tresette, mi raggiunse allora il capocomunista. Si chiamava Eugenio, detto " lo Zar ". Mi urlò in dialetto: "Don Giacì, io ti uccido! M'hai dato del fesso! ". Gli risposi: " Vedi Eugenio, al condannato a morte si deve l'ultima parola. Fammi parlare ". " E parla ", fece lui. " Eugenio, tu mi vuoi uccidere non perché ti ho detto che sei un fesso: in quel caso mi daresti uno schiaffo e così la pena sarebbe proporzionata all'offesa. Sai invece perché mi vuoi uccidere? Perché ti ho convinto che sei un fesso ". Lo Zar, preso in contropiede, rimase senza parole. Poi ci pensò su e disse: " Mannaggia, don Giacì, c'hai ragione ". E da allora diventammo grandi amici.

Mio padre ha sempre saputo raccontare piccole storie che ci sembravano fantastiche. Da piccoli, per esempio, io e i miei quattro fratelli aspettavamo con ansia il Natale perché papa ci preparava con un paio di mesi d'anticipo: diceva di aver incontrato i nanetti, emissari sulla terra di Gesù Bambino, che andavano in giro per vedere se noi bambini eravamo stati buoni. Poi, la notte di Natale, i nanetti si nascondevano nel nostro giardino dove naturalmente li vedeva solo lui. Stanno arrivando, ripeteva. E noi eravamo felici.
Te lo ricordi, papà?

Come no? Raccontare le favole è fondamentale.

Per punirci, ci mettevi al "cantone", cioè in piedi in un angolo della casa finché non tornavamo a chiederti scusa. E una volta, una sola, mi hai dato uno schiaffo perché ero tornata tardi a casa: avevo un fidanzatino che non ti piaceva

Non era per quel motivo, ma perché dicesti una frase sulla quale reagii. Tipo: "Quando sarò grande, farò come mi pare. Avevi messo in discussione l'autorità di tuo padre, quello schiaffo tè l'eri meritato.

A noi figli hai anche insegnato a mettere una parte dei nostri risparmi su un conto in banca comune.

"Volevo che imparaste che la vostra forza sta nell'unione".

Papà, lo sai qual è il problema? Che hai (quasi) sempre ragione. E adesso qual è la tua prossima battaglia?
 
Il mio sogno è la moneta dei poveri o moneta del giubileo. Vorrei che la Chiesa di Roma, secondo un principio cristiano, si sostituisse alla banca centrale stampando moneta e dandola al popolo. Così potrei dire di aver portato un po' di soldi in ogni famiglia. Ho consegnato il progetto in Vaticano, affidandolo nelle mani del cardinale Vincenzo Fagiolo. Poi ho fatto un'altra cosa.

Che cosa?

Vedi, io so che con questa mia teoria vado a toccare l'interesse dei potenti: i padroni del denaro sono i padroni della storia, decidono l'esito delle guerre e delle nostre stesse vite. Perciò so che senza l'intervento del soprannaturale non riuscirò mai a vincere questa mia battaglia. E così mi sono ricordato di un fatto miracoloso, mentre andavo a caccia con un mio amico. Il sindaco di Chieti aveva denunciato molti politici locali per gravi irregolarità, ma niente era successo fino a quando non mise quelle denunce sulla tomba di padre Pio, a San Giovanni Rotondo: dopo una settimana, quei politici stavano tutti in galera. Perciò ho preso il progetto della moneta dei poveri e ho chiesto al mio compagno di caccia, che è un nipote del frate di Pietrelcina, di metterlo sulla tomba di padre Pio.
Questa è un po' come la storia della chiesetta che mio padre fece costruire. Camminava in riva al mare con mamma, quando trovò il fondo di una bottiglia con incisi tre numeri: 13, 5 e 69. Li giocò al Lotto, uscì il terno e vinse. Poi incontrò una vecchia contadina che gli disse: Ho sognato la Madonna. Mi ha detto che con quei soldi ci devi costruire una casa per lei. E mio padre obbedì: oggi quella piccola chiesa con il tetto a capanna, in una frazione di campagna in provincia di Chieti, è intitolata alla Madonna di Fatima perché il 13 maggio ( 13 e 5, i primi due numeri! ) è il giorno in cui apparve. Per ultimare la costruzione, papà si mise a giocare a poker durante le feste di Natale in paese. Vinceva sempre. Finita la chiesa, racconta, mi passò completamente la voglia di giocare. E sì che per tutta la vita sono stato un appassionato del poker.


Mio padre compirà 76 anni a ottobre. Quella famosa denuncia contro il governatore della Banca d'Italia gli costò il ritiro di tutti i fidi bancari e così papà fu costretto a fermare l'azienda agricola. Naturalmente s'intestardì ancora di più nella sua lotta: oggi è sempre in giro per conferenze e convegni a divulgare le sue idee, ha collegato una serie di comuni perché battano in proprio la moneta. Lo fanno già a Itaca e ad Halifax, negli Stati Uniti, dice. E il giovedì sera risponde ai telespettatori di un'emittente abruzzese, Telemax, che lo provocano su questa sua folle teoria.
In più ci sono 222 siti Internet con le teorie del Professor Giacinto Auriti, oltre alla proposta di un economista americano (arrivata per via telematica) che lo vuole candidato al Nobel.
Io e i miei fratelli vorremmo che si risparmiasse un po', ma ormai non glie lo chiediamo neanche più perché papà risponde sempre allo stesso modo: Visto che tanto devo morire, lasciatemi divertire fino all' ultimo E scoppia in una delle sue belle risate.

Michela Auriti
Fonte: pubblicato dal settimanale " Oggi " rubrica, DALL'ITALIA, pag. 84 del 10 marzo 1999