Unius REI sfida spa Kerry 322 666 colpi di bastone

USA Qatar SATANA ] cioè, voi mi state a dire, che mi avete sterminato 3,5 milioni di cristiani tra Iraq e Siria, soltanto, per realizzare un gasdotto? CIOè, VOI STATE SPINGENDO TUTTO IL GENERE UMANO NELLA GUERRA MONDIALE NUCLEARE, SOLTANTO PER UN GASDOTTO?  UDITE UDITE, LA GUERRA SIRIANA è SOLTANTO LA GUERRA DI UN GASDOTTO! QUESTA è LA STORIA USA DEI PADRONI DEL MONDO: "VOGLIO TUTTO IO!" ] [ Nel 2009, dal Qatar sarebbe iniziato il progetto di un gasdotto che passa sul suolo del suo alleato saudita, poi in Giordania per poi transitare dal suo altro alleato turco, membro della NATO, per il rifornimento di gas in Europa. Una bella squadra di alleati, Qatar, Arabia Saudita, Kuwait, Giordania e la Turchia, tutti grandi amici dello Zio Sam. Però questo gasdotto, si vocifera che avrebbe urtato uno scoglio. Proprio per arrivare in Turchia, che rappresenta il ponte tra il Medio Oriente e l'Europa, deve inevitabilmente passare per la Siria. E qui casca l'asino, il presidente Assad che non svende la sovranità del suo Stato, e quindi si rifiuta di concedere il suo territorio per il transito del gasdotto citato prima, che avrebbe magari anche portato soldi alle casse di Damasco. Perchè? Assad, forte della sua lunga amicizia con la Russia, non vuole danneggiare Mosca per la fornitura di gas in l'Europa se passasse sul suo territorio il gasdotto qatariota-saudita in concorrenza con quello russo. In sostanza il presidente siriano NON si è venduto per mantenere salda la sua alleanza con Putin.
http://it.sputniknews.com/mondo/20151129/1633389/Siria-gasdotto.html#ixzz3suCbw7jj
non vogliamo fare come gli USA che, sono totalmente corrotti e faziosi tanto da usare un doppio standard: SU TUTTO, che, oggi, una prostituta ha una dignità superiore alla dignità di OBAMA! ma, LA LEGGE UNIVERSALE DICE CHE, SI DEVE ASCOLTARE IL POPOLO! SE IL POPOLO DEL DONBASS E DELLA CRIMEA, loro VOGLIONO TORNARE A KIEV? BEN VENGA! ALTRIMENTI HITLER MERKEL NATO quali guai si VA CERCANDO? ] [ Nella speranza che Mosca sia distratta dal conflitto con la Turchia, l'Ucraina sta dando vita al blocco della Crimea. Tuttavia utilizza metodi che fanno rischiare una crisi umanitaria nella penisola e mettono in gioco le fornitura di gas e di carbone della Russia verso Kiev.
Nel momento in cui l'attenzione di Mosca è rivolta soprattutto verso la Turchia, l'Ucraina intensifica le azioni aggressive contro la Crimea, ha scritto il giornalista Maxim Tucker in un articolo per la rivista
La Russia dice stop alle forniture di carbone in Ucraina: reazione a fatti in Crimea?
“Con gli eventi in Crimea l'Ucraina cerca di attirare l'attenzione dell'Occidente”
Russia, la regione del Kuban in soccorso della Crimea: presto al via forniture di energia
Ucraina, governo vieta traffico merci con la Crimea
Ucraina, sostenitori del blocco della Crimea vogliono impedire riparazione rete elettrica.
================
TUTTO L'ESERCITO LIBERO SIRIANO? HA FATTO IL GENOCIDIO DEI GAY, DEI CRISTIANI, DEGLI SCIITI, E DI TUTTTI COLORO CHE NON ERANO I SALAFITI! IL POPOLO SIRIANO NON è FUGGITO A MOTIVO DELLA GUERRA, MA, è FUGGITO A MOTIVO DEL GENOCIDIO, CHE HA FATTO L'ESERCITO LIBERO SIRIANO, MOLTO PRIMA, CHE ARRIVASSE ISIS SHARIA! SE NON CReDETE A ME? potete sempre andare a chiederlo a loro! i siriani sono in mezzo a noi! OPPURE POTETE CHIEDERLO AI MARTIRI CRISTIANI DELLA NIGERIA, E IN TUTTO IL MONDO! VOI DOVETE PORTARE IRAN ERDOGAN SHARIA E SALMAN DAVANTI AD UN TRIBUNALE E POI, LI DOVETE FUCILARE TUTTI E QUATTRO!
===============
MY HOLY JHWH ] tu senti come grida: Satana SpA Gmos NWO FED? e finché lui grida? questo vuol dire che, tu non: me lo hai ucciso ancora, come, tu mi avevi promesso!
=============
QUESTA è LA MIA KABBALAH E I SACERDOTI CANNIBALI DI SATANA DELLA CIA HANNO DETTO: "PUò UCCIDERE!" POI, DUE ANNI FA SONO FUGGITI E MI HANNO LASCIATO SOLO! [] ROTHSCHID (piramide massonica) CHIAMA SALMAN (piramide islamica), OGNI GIORNO: sono amici da molto tempo, E loro SCOMMETTONO SU CHI DI LORO DUE RIESCE A FARE PIù CADAVERI: poi, ogni giorno aggiornano il punteggio della loro classifica! ma, dalla loro classifica, poi portano in detrazione, tutti i commenti che io faccio contro ognuno di loro: individualmente! ed ovviamente, a motivo delle persone innocenti, che muoiono, io faccio più articoli contro SALMAN (piramide islamica), che non contro Rothschild (piramide massonica), ecco perché SALMAN finirà lui per perdere questa partita mortale contro ROThscHILD!
10:11 Donna accoltellata a Gerusalemme
09:04 Poliziotto accoltellato a Gerusalemme
08:58 Egitto: Isis rivendica attacco a Giza
==========
GHIGLIOTTINA SHARIA SALAFITA ERDOGAN SALMAN ] se, Bashar al-Assad mi ubbidiva e condannava la sharia? non avrebbe subito tante perdite e sconfitte militari! Non avrebbe avuto bisogno del supporto diretto di nessuno! MA LUI è UNA BESTIA PERCHé NON è STATO IN GRADO DI CAPIRE CHE ERA IL MIO SPIRITO SANTO CHE LO PROTEGGEVA! come, lui non ha condannato il delitto nazista di sharia, dopo, che io lo ho liberato dalla aggressione diretta degli USA? io lo ho abbandonato, ma, mai del tutto! e, Oggi sono in Siria, con tutta la mia determinazione soltanto per proteggere i miei alleati!
==================
dio gufo Rothschild talmud ha voluto i salafiti wahhabiti ( ed ha pensato: certo: "adesso mio fratello Abele ISRAELE morirà! ") ed il dio salafiti wahhabiti allah akbar hanno voluto creare Erdogan e la galassia jihadista di tutti i genocidi e terrorismi nel mondo! ] [ Due bombe sono esplose questa mattina martedì 24 novembre in Egitto fuori da un albergo ad Al-Arish, nel nord del Sinai. Almeno tre persone sono morte tra cui un poliziotto; 12 i feriti. La struttura ospitava i giudici membri di una commissione elettorale. nel Sinai sono attivi gruppi jihadisti legati all'Isis, che sarebbero responsabili della caduta dell'aereo russo decollato da Sharm el-Sheik, in cui hanno perso la vita 224 persone il 31 ottobre scorso.
=================
sotto questo albero nascerà il Piccolo Satana piccolino: di una 3°guerra mondiale nucleare, con Bush 322 Kerry, che sono i suoi migliori sacerdoti NWO, a fare il Bue e l'asinello! e tutti i pastori sono scheletri streghe e vampiri ] Albero di Natale alla Casa Bianca. Ad accoglierlo Michelle e i 'first dogs' Bo e Sunny [ poi, arriveranno i Re MAGI FED SpA, che sono i farisei, a portare i loro doni, che sono tutte le cambiali (Bot CCT) tutte ad interesse debito pubblico: per il popolo schiavizzato dai Bildenberg
==================
questa è la logica della sharia, è come una pelle di serpente, c'è una sharia dei laici o degli sciiti, ecco perché IRAN non potrebbe mai sopravvivere alla sharia dei sauditi! Quindi è la loro sharia, che viene sostituita sempre da una sharia dei salafati sauditi! ] SALMAN ED ERDOGAN SONO DUE BASTARDI! [ Attacco a Giza, uccisi quattro agenti ] Terroristi a bordo di una moto hanno sparato a checkpoint. Quattro poliziotti uccisi e due feriti in un attentato questa mattina nella zona turistica Saqqara, a Giza, a sud del Cairo. Lo riferisce l'agenzia Mena. Secondo fonti della sicurezza "terroristi armati" a bordo di una moto hanno sparato ad un checkpoint uccidendo gli agenti e poi si sono dati alla fuga.
=======================
lo giuro! me la prenderò, contro ANSA massonica, e contro la Benetton, per la loro pubblicità invasiva e subliminale a scopo erotico e pornografico! ANCHE SE, NON è UN MESSAGGIO ESPLICITO! TUTTI QUESTI MESSAGGI PORNOGRAFICI espliciti e subliminali servono a Rothschild, il dio gufo, per sporcare la coscienza degli uomini, perché una anima trascinata nel fango, non ha le risorse divine, per poter superare il suo SPA FED BCE, satanismo BANCHE CENTRALI, occulto MASSONICO soprannaturale demoniaco ed esoterico! è PROPRIO IL PECCATO CHE TRASFORMA GLI UOMINI, IN SCHIAVI E SUCCUBI DELLA CONGIURA MASSONICA MONDIALE! UNO STATO CHE è UNA PROTEZIONE PER I SUOI CITTADINI, e non un nemico di aguzzino usuraio Rothschild: come dei criminali di governi sono anche tutte le false democrazie massoniche senza sovranità monetaria, LI DEVE PROTEGGERE, i suoi cittadini, DALLA IMMODESTIA IMPUDICIZIA TUTTI DELITTI SOCIALI CONTRO IL PUDORE! ovviamente, il pericolo non è nella nudità, che può essere tanto pudica, anche, se è una nudità al 100%, quando può essere lussuriosa al 100% una donna con il burqa
=========================
SETTORE DESTRO, I PRAVY SECTOR, SONO tutti i NAZISTI DELLA MERKEL, ADESSO SI NASCONDONO DIETRO LE SIGLE CRISTIANE, ma questa è la stessa tecnica dei satanisti e degli islamici in youtube, fingere di essere cristiani! ] MA QUESTI SONO SQUADRONI FAMIGERATI DELLA PULIZIA ETNICA, COME I RESPONSABILI DEL GOLPE E DEL POGROM DI ODESSA! ITALIA CONTINUA A SEMINARE VENTO PER RACCOGLIERE TEMPESTA! [ ROMA, 28 NOV - L'Interpol ha fermato in Italia Dmytro Korchynsky, controverso leader nazionalista di destra ucraino, in base ad una richiesta internazionale partita dalla Russia. Le forze dell'ordine italiane, dopo aver controllato l'identità dell'uomo, e sentita la Corte d'Appello, hanno rilasciato Korchynsky. E' quanto si apprende da fonti italiane. L'uomo ha fondato il partito Bratstvo e più recentemente il battaglione St. Mary per combattere i separatisti filo-russi in Ucraina orientale.
Daniele Vero
In Italia appena si sente la parola Fascismo o Nazismo la gente subito si Indigna, poi si scopre che fanno passare liberamente i Nazisti Assasini freschi di guerra in vacanza nel bel paese!
=======================
la sorte che è toccata al Kosovo? sarà la vostra stessa sorte! TUTTE LE NAZIONI DEL MONDO CHE NON FANNO LE SANZIONI CONTRO TURCHIA E ARABIA SAUDITA? SARANNO VITTIME DELLA LORO GALASSIA JIHADISTA! E NESSUNO DEVE CREDERE CHE LORO HANNO INTERESSE A FARE ATTENTATI! NO! CON LA BOMBA DEMOGRAFICA VI SOSTITUIRANNO (teologia della sostituzione)! I BELGI E I FRANCeSI PRESTO NON ESISTERANNO PIù, SARANNO DIVENTATI TUTTI MUSULMANI, poi, si trasformeranno in ISLAMICI, CHE PRETENDONO LA SHARIA: poi, voi tutti, diventerete Turchia ed Arabia SAUDITa! la sorte che è toccata al Kosovo? sarà la vostra stessa sorte! MOSCA, 28 NOV Il presidente russo Vladimir Putin, ha firmato un decreto per introdurre rigide sanzioni economiche contro la Turchia, dopo l'abbattimento del jet russo. E' vietata l'importazione in Russia di alcuni tipi di prodotti turchi e si introducono divieti e limitazioni alle attivita' delle organizzazioni turche. Dal primo gennaio i datori di lavoro russi non potranno inoltre assumere cittadini turchi.
====================
poiché a GAZA, la autorità Palestine non controlla nulla, 1. non controlla il suo territorio e 2. e non controlla nemmeno le sue prigioni! devono tutti essere deportati in Siria! QUESTA è LA PATRIA DEI TERRORISTI CHE UCCIDONO ANCHE I LORO ALLEATI FILO-PALESTINESI! è UN TOTALE MANICOMIO CRIMINALE! DEVE ESSERE SMATELLATO! ROMA, 28 NOV - Mahmoud al-Salfiti, uno degli assassini dell'attivista italiano filo-palestinese Vittorio Arrigoni, e' "morto nella regione di Anbar", in Iraq, dove "combatteva come soldato dell'Isis". Lo affermano alcuni account jihadisti. Al-Salfiti era fuggito lo scorso giugno o dal carcere di Gaza - dove scontava una reclusione di 15 anni.
==================
ETERNO RIPOSO DONA A LEI, OH NOSTRO SIGNORE, JHWH HOLY TU FAI SPLENDERE SU DI LEI, LA LUCE GLORIOSA RADIOSA LUMINOSA DEL TUO VOLTO BENEDIENTE! E LEI SIA NELLA CONSOLAZIONE DELLA TUA GRAZIA, DOVE è GIOIA NELLA PACE! NOVARA, 29 NOV - Un medico di Novara, Rita Fossaceca, 51 anni, è stata uccisa in Kenya: lo ha detto all'ANSA Alessandro Carriero, presidente di ForLife Onlus, per la quale la donna era in Kenya. Feriti altri tre italiani. Fossaceca era radiologo all'ospedale Maggiore di Novara. Era in Kenya da un paio di settimane. Secondo quanto appreso dalla Farnesina, che sta assistendo le famiglie, sarebbe stata uccisa in una rapina in casa - dove abitava con gli altri italiani - nella località di Mijomboni.
==========================
QUESTA è LA TRAGICA VERITà, FANNO I FETI DEI BAMBINI A PEZZETTINI, E LI VENDONO A PESO D'ORO, PERCHé SONO TUTTE CELLULE STAMINALI! QUELL'UOMO HA PERFETTAMENTE RAGIONE! è LO STATO LA BESTIA ROTHSCHILD BUSH DI SATANA: L'ANTICRISTO DARWIN GENDER, MA, I SUOI METODI AGGRESSIVI E VIOLENTI A SUA VOLTA OMICIDI? SONO METODI DISCUTIBILI, CERTO NON CONDIVISIBILI! NEW YORK, 29 NOV - "Mai più pezzi di bambini": sarebbero state le prime parole che Robert Lewis Dear, il killer della clinica abortista del Colorado, avrebbe pronunciato appena arrestato dalla polizia, secondo quanto riportano alcuni media citando fonti investigative. La frase potrebbe essere riferita alla polemica sulla organizzazione di cui la clinica teatro della tragedia fa parte, la Planned Parenthood, accusata da una parte della destra di vendere organi di feti conservati dopo gli aborti.
=======================
USA MASSONI SATANISTI ISLAMICI TERRORISTI: TUTTA LA FECCIA DEL NAZISMO SPA: UNA REALE MINACCIA PER LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO! Ucraina usava armi americane già un anno fa. 28.11.2015. Già nel 2014 l’Ucraina usava mitragliatrici e armi anticarro americane, ha dichiarato il capo dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk (DNR) Alexander Zakharchenko. Secondo il capo della DNR, la recente decisione degli USA sull'invio di armi in Ucraina è soltanto un atto di ufficializzazione di quello che già era in corso. "Ricorderete le armi che abbiamo catturato dopo i combattimenti all'aeroporto. Si trattava di mitragliatrici e armi anticarro americane. Se queste armi erano disponibili già l'anno scorso, adesso l'America non fa altro che annunciarlo pubblicamente", — ha detto Zakharchenko ai gornalisti. Mercoledì scorso la Casa bianca ha annunciato che il presidente Obama ha firmato il budget del Pentagono per l'anno 2016, approvato in precedenza dal Congresso USA. La legge autorizza l'amministrazione americana a spendere 300 milioni di dollari per la fornitura di armi all'Ucraina, se la Casa bianca lo riterrà opportuno. 
Donbass, nelle ultime 24 ore tregua violata 8 volte
Donbass: esercito dell’Ucraina sta riportando armi alla linea di separazione
OSCE: nel Donbass sta crescendo la violenza: http://it.sputniknews.com/mondo/20151128/1629685/Ucraina-USA-armi.html#ixzz3srEcQ8Zc
GLI USA SONO DIVENTATI LA PIù GRANDE MALEDIZIONE, e minaccia DELLA STORIA DEL GENERE UMANO, dove loro arrivano come minimo, abbattono un aereo di linea, o scoppia una guerra civile! PERCHé SATANA COVAVA SOTTO LA LORO CENERE DOVE IL LORO VERME NON MUORE E DOVE IL LORO FUOCO NON SI CONSUMA! Tutti i leader OCCIDENTALI E LEGA ARABA sono tutti posseduti da demoni, ed attivati dall'INFERNO!
============================
SE LA GUERRA MONDIALE NUCLEARE NON è UNA NOSTRA RESPONSABILITà, POI, NON PUò ESSERE NEANCHE UN NOSTRO PROBLEMA! [ IL CAVALLO NON GIOVA PER LA VITTORIA E CON TUTTA LA SUA FORZA NON POTRà SALVARE! è DIO CHE DECIDE LA VITTORIA SUL CAMPO DI BATTAGLIA! ] OGNI AEREO TURCO SUL CIELO DELLA SIRIA DEVE ESSERE ABBATTUTO! soltanto un criminale, assassino svergognato e spudorato, un folle irrazionale, un maniaco religioso saudita, potrebbe pensare che: una posizione di USA NATO o Turchia possa essere una posizione condivisibile! Caccia russo abbattuto: nel mirino della NATO non l’ISIS, bensì Mosca. 25.11.2015 abbattimento del caccia russo SU-24 da parte della Turchia con degli F-16 smaschera gli attori coinvolti nel conflitto siriano. Con questa mossa, i turchi hanno dimostrato per l’ennesima volta la loro complicità con l’ISIS. Ministro degli Esteri della Russia Sergey Lavrov. Intervista a Lavrov: "L'abbattimento del SU-24 è stata una provocazione premeditata". L'aereo militare russo avrebbe sconfinato lo spazio aereo turco per 17 secondi, per poi tornare verso la base russa di Latakia in Siria. Questi pochi secondi sono bastati ai turchi per abbattere il caccia russo, che non si dirigeva verso il territorio turco e non poteva quindi rappresentare una minaccia per il Paese. Perché abbattere quindi un aereo militare di un altro Paese impegnato in missioni anti ISIS? L'appoggio ad Ankara della NATO e di Obama fa pensare ad un atto premeditato, un'azione mirata a bloccare una possibile strategia comune nella lotta allo Stato Islamico. Nonostante la mossa turca, Mosca è pronta a formare uno stato maggiore congiunto contro i tagliagole, dove anche i turchi sono benvenuti. Sta alla NATO decidere se continuare a fare la guerra a Mosca o all'ISIS: http://it.sputniknews.com/mondo/20151125/1609833/caccia-russo-abbattuto-lotta-a-ISIS-o-Mosca.html#ixzz3srJA0EU7
ADESSO la NATO DEVE DICHIARARE AL MONDO INTERO, QUALI SONO I SUOI SCOPI E I SUOI OBIETTIVI, PERCHé, LA TURCHIA NON AVREBBE MAI FATTO QUESTO AGGUATO, PREMEDITATO, SENZA UN COMPLOTTO BEN ORCHESTRATO DALLA CIA! IO PRETENDO LA ESPULSIONE DELLA TURCHIA DALLA NATO: OPPURE LA DISTRUZIONE DELLA NATO STESSA! Comando Aviazione Russia accusa Turchia: agguato contro bombardiere Su24. 27.11.2015. I caccia turchi F-16 hanno teso un'imboscata nei cieli siriano contro il bombardiere russo Su-24, in quanto non avrebbero avuto abbastanza tempo per raggiungerlo decollando dalla base aerea più vicina, ha dichiarato oggi il generale Viktor Bondarev, comandante in capo delle forze aeree della Federazione Russa. "I risultati di una verifica oggettiva dei radar della Siria confermano nella zona la presenza di 2 caccia F-16 dalle 9.11 alle 10.26 per un periodo complessivo di 1 ora e 15 minuti ad una altezza di 2.400 metri: questo indica la natura premeditata dell'abbattimento e la prontezza dei caccia a tendere un agguato nei cieli a ridosso del territorio della Turchia," — ha detto Bondarev ai giornalisti. Come spiegato dal comandante, il tempo richiesto per decollare dalla base aerea di Diyarbakir e raggiungere il confine è di 46 minuti, di cui 15 minuti per armare e preparare gli aerei e 31 minuti di volo. "Pertanto intercettare il Su-24 dalla base aerea di Diyarbakir sarebbe stato impossibile, dal momento che i tempi di volo necessari sono superiori ai 12 minuti del tempo d'attacco," — ha aggiunto Bondarev. http://it.sputniknews.com/mondo/20151127/1624536/Siria-F16-Aviazione.html#ixzz3srMQs7cC
VOI NON SIETE LA NATO! voi siete soltanto una SpA FED Rothschild
Mark Hollingsworth Ti ha invitato a entrare nella community Tritty - biggest B2B & Marketing platform ] GRAZIE! [ MA, qui NON HANNO UNO SPAZIO PER CONSERVARE I MIEI COMMENTI! ] no! io LOL. mi trovo meglio con i sacerdoti di satana della CIA in youtube! grazie!
=================
il popolo Algerino ed il suo Governo, hanno con lui, tutto il mio amore, tutte le mie benedizioni e tutte le mie preghiere! CARA ALGERIA COSA TU PUOI FARE PER I CRISTIANI? RICORDI TU, COME IO STAMATTINA, IO TI HO BENETTO? ] [ Algeria: una vita cambiata dalla TV satellitare. Sintesi: le pressioni familiari su Rafi, un ex-musulmano che si è convertito al cristianesimo, lo hanno quasi portato a suicidarsi, ma il contatto telefonico con Labib, collaboratore di una televisione satellitare, e con altri cristiani lo hanno aiutato a rimanere saldo nella fede. Non capita spesso che i cristiani, che producono i programmi televisivi cristiani via satellite per alcune nazioni del medio oriente, possano incontrare le persone a cui hanno parlato della Parola di Dio e a cui hanno salvato la vita. L'algerino Labib (tutti i nomi sono modificati per ragioni di sicurezza), tuttavia, ha avuto un ruolo fondamentale nella vita di Rafi, una persona di cui aveva ascoltato soltanto la voce tramite telefono. Come collaboratore della stazione televisiva cristiana CNA, Labib risponde a tutti i tipi di chiamate telefoniche (alcune curiose, altre scettiche, altre ancora minacciose). Una telefonata però, una notte, è stata particolare. "Sono l'uomo più stressato del mondo. Non ce la faccio più. Sono sotto pressione terribile da parte di mia moglie e della sua famiglia. Ho intenzione di impiccarmi perché la mia situazione è insopportabile". Labib mentre ascoltava, pregava silenziosamente per il suo interlocutore. Rafi era un padre di famiglia del nord della regione algerina della Cabilia. Dopo aver visto i programmi televisivi cristiani, Rafi si era interessato sempre più al Vangelo di Gesù Cristo e aveva cominciato a seguirLo. Questa scelta però non era stata accettata dalla moglie e dai suoceri che gli avevano chiesto con insistenza di rinunciare alla sua nuova fede. Quella sera i suoceri lo avevano minacciato di portargli via la moglie e Rafi, piegato dal peso di quelle minacce, era fuggito di casa e, in preda alla disperazione, era entrato una rimessa abbandonata di un parente con l'intenzione di togliersi la vita. Ma, quando aveva già la corda intorno al collo, si era ricordato della linea telefonica di aiuto messa a disposizione da CNA. Una lunga telefonata con Labib e con il suo pastore ha fatto desistere Rafi dal suo intento suicida. Il pastore inoltre ha incoraggiato Rafi a visitare una chiesa nella sua regione la domenica successiva e lì i tre uomini si sono incontrati di persona. Rafi è stato molto incoraggiato dall'incontrare altri fratelli e sorelle.
"Attualmente, va meglio. Grazie a Dio, Rafi è stato salvato all'ultimo minuto", dice Labib. "Anche se i suoceri e la moglie di Rafi non accettano ancora la sua scelta, ora lui è in grado di rimanere saldo nella sua fede". Manca cibo e beni di prima necessità: sosteniamoli là!
BimbaPorte Aperte opera in Medio Oriente aiutando la Chiesa locale a rafforzarsi da ben prima dell'attuale crisi ed ora lo fa ancor di più, provvedendo tra l'altro soccorso e beni di prima necessità (cibo, cure, prodotti per igiene e per affrontare il freddo). La situazione in Siria e Iraq è senz'altro la più grave per i cristiani che in queste nazioni risultano doppiamente vulnerabili. Oltre al conflitto civile siriano e all'avanzata dell'ISIS infatti i cristiani sono oggetto di odio ed intolleranza. Con il tuo aiuto supportiamo 10.000 famiglie in Siria e 15.000 in Iraq, attraverso la Chiesa locale. Aiutaci ancora a sostenerli là!
===================================
questo è un più che evidente delitto politico di Regime islamico ERDOGAN ] tutti i Curdi, ora, in Turchia non hanno più un futuro, perché, a fare genocidi di Armeni e Bizantini? i Turchi si sono specializzati! ed inSiria ed Iraq sono diventati degli specialisti del terrore genocidario, certo Maometto dall'INFERNO è fiero di lui! [ Erdogan: 'Lotta a Pkk'. in effetti IL nazista presidente turco Recep Tayyip Erdogan, lui gioca in casa, con il terrorismo! VITTIME E CARNEFICI, TUTTO DIVENTA TERRORISMO, E QUINDI LUI REPRIME IL TERRORISMO CHE LUI DECIDE DI REPRIMERE: ecco perché, LA REALTà VIENE STRAPPATA DALLA STORIA, PER DIVENIRE UNA REGIA DI PIANIFICAZIONE MASSONICA, La sparatoria in un VIDEO choc. Avvocato per i diritti umani Tahir Elci molto noto nel Paese era stato in carcere per aver sostenuto in tv di non considerare il Pkk una organizzazione terroristica. Reporter turchi da carcere, Ue non accetti compromessi
===================
Reporter turchi da carcere scrivono alla MERKEL [ sono anni che assistiamo ad epurazioni e repressioni del dissenso interno, per dire che in Turchia ci sono state libere elezioni di nazisti! non solo Erdogan sta coltivando una intera generazione all'odio jihadista contro l'Occidente, e questo si vede non solo nel delitto di cristiani e turisti, ma, anche allo stadio dove hanno esultato per gli attentati di Parigi!! ] "Ue non accetti compromessi". Una lettera aperta ai leader Ue per chiedere di non chiudere gli occhi sulle "pratiche che violano i diritti umani e la libertà di stampa" della Turchia in cambio di un accordo sulla crisi migratoria. A inviarla dal carcere di Silivri a Istanbul, dove vengono detenuti da giovedì sera, sono Can Dundar ed Erdem Gul, direttore e caporedattore di Cumhuriyet, quotidiano di opposizione. L'appello viene lanciato alla vigilia del summit tra Ue e Turchia a Bruxelles. "Il primo ministro della Turchia, che incontrerete questo fine settimana, e il regime che rappresenta sono noti per le loro politiche e pratiche che violano i diritti umani e la libertà di stampa. Speriamo sinceramente che l'incontro produca una soluzione duratura a questo problema. Vorremmo anche sperare che il vostro desiderio di porre fine alla crisi non si metterà sulla strada della vostra sensibilità verso i diritti umani, la libertà di stampa e di espressione come valori fondamentali del mondo occidentale", scrivono i due giornalisti, accusati di "spionaggio" e "propaganda terroristica" per un articolo in cui denunciarono un presunto passaggio di camion carichi di armi dalla Turchia alla Siria
===========================
¡Buenos días, lorenzoJHWH! El Papa visita un continente africano de contrastes, entre el desvelo y las oraciones por la seguridad en Kenia, Uganda y República Centroafricana, las estaciones de un viaje de seis jornadas con el mayor riesgo de atentado al que ha tenido que hacer frente en su pontificado. Nunca, un Papa ha visitado una zona de guerra, como hará Francisco el domingo en la República Centroafricana, con unas milicias yihadistas muy activas y el mundo en alerta por los últimos atentados islamistas en París, Líbano, Ankara y Túnez. soltanto, i cattolici, in África sono 202 milioni, LEGA ARABA sharia e satanisti cannibali della CIA farisei 666 USA permettendo ] [ África es la viña más fértil del catolicismo. El continente de la esperanza, como lo llamó Juan Pablo II –un africano más: lo visitó en 42 ocasiones–, tiene más 200 millones de católicos. Su número es tres veces mayor que hace 30 años, y sigue creciendo a un ritmo muy superior al de los musulmanes y los cristianos de las iglesias protestantes. Te he escogido dos gráficos sobre la población católica en África; los tienes en la sección De un vistazo, más abajo. Al Santo Padre lo recibe una Iglesia joven y viva, muy diferente a la fatigada barca de Pedro en Europa. Se espera a dos millones de personas en la Eucaristía al aire libre del próximo sábado, en Kampala, junto al santuario de Namugongo, que recuerda a 22 mártires misioneros de finales del XIX, canonizados por Pablo VI hace cincuenta años. Mientras París se fortifica en estos días para recibir a los gobernantes del mundo en la cumbre del clima, o, en España, actores, activistas y políticos pontifican sobre la paz a miles de kilómetros de la guerra, el Papa, sencillamente, va a encontrarse con millones de personas a las que confortará su presencia. Sufren guerras civiles y terrorismo, pobreza, enfermedades, desplazamientos forzosos, persecución y martirio por causa de su fe. En medio de este corazón de las tinieblas digno de Conrad, son capaces de experimentar la “presencia real” de Cristo y lo celebran con una alegría y una vitalidad que en Europa parecen marcianas.
=======================
Netanyahu Tells Kerry there will be no ‘Building Freeze’ Kerry: Israel Obligated to Defend Itself. Earlier in the day, Kerry acknowledged the reality of Palestinian incitement and terror. “Clearly, no people anywhere should live with daily violence, with attacks in the streets, with knives or scissors or cars. And it is very clear to us that the terrorism, these acts of terrorism which have been taking place, deserve the condemnation that they are receiving, and today I expressed my complete condemnation for any act of terror that takes innocent lives and disrupts the day-to-day life of a nation,” he said. Mass funeral for terrorists in Hebron. Palestinian officials attended a mass funeral for five terrorists in Hebron recently. (Flash90)“Israel has every right in the world to defend itself,” he added. “It has an obligation to defend itself. And it will and it is. Our thoughts and prayers are with innocent people who have been hurt in this process.”Kerry also gave mention to Ziv Mizrahi, an 18-year-old IDF soldier who was murdered in a terror attack on Monday. “Our thoughts and prayers are with his family and those who were wounded, their families,” he said. Regrettably, several Americans have also been killed in the course of these past weeks, and just yesterday I talked to the family of Ezra Schwartz from Massachusetts, a young man who came here out of high school, ready to go to college, excited about his future, and yesterday his family was sitting shiva, and I talked to them and heard their feelings, the feelings of any parent for the loss of a child.” US President Barack Obama made a condolence call Monday to Schwartz’s parents. By: Terri Nir, United with Israel
==================
Bring Chanukah Joy to Israeli Soldiers - Say Thank You! We are honored to thank the young men and women of the IDF who risk their lives every day to protect and defend the citizens of Israel. Join us in sending winter care packages (and personal notes of support) to Israeli soldiers who are out in the cold all day long. Warm up a soldier's heart with essential winter wear including a fleece jacket, hat, gloves and neck warmer. Keep an entire unit warm by ordering 10 packages! The soldiers greatly appreciate your love and concern. Send a gift and write your personal message to a soldier today! https://unitedwithisrael.net/soldiers?c=asc
=======================
Kerry: Israel Obligated to Defend Itself ] finché USA 666 SpA NWO FED Corporations, non vorrà criminalizzare la sharia? tutta la LEGA ARABA, ed il genere umano saranno sempre minacciate di sterminio! ALLORA NOI DOBBIAMO DIRE CHE LA TRUFFA BANCARIA, RENDE INEVITABILE, ISTITUZIONALE, CICLICA, LA GUERRA MONDIALE, COME INTUì EZRA PAUND E DIMOSTRò GIACINTO AURITI, PER CONTINUARE AD ESSERE OCCULTATA! ] con la sharia non è possibile difendere se stessi, o proteggere musulmani innocenti! [ è Netanyahu told Kerry, who was on a visit to the region, that there will be no building freeze in Judea and Samaria, and he blamed the Palestinian leadership for inciting the current wave of terror. There will be no “settlement freeze,” Prime Minister Benjamin Netanyahu told US Secretary of State John Kerry at a reportedly friendly meeting in Jerusalem Tuesday morning. Netanyahu said there will be no halt in construction in the Jewish communities of Judea and Samaria and in Jerusalem, according to a senior government official. The Israeli leader also blamed the current wave of violence on the Palestinian leadership, both in Gaza and in the Palestinian Authority-administered territories, citing continuous incitement against Israelis. As long as the Palestinian terror continues, Netanyahu said, there will be no assistance given to the PA vis-à-vis economic development and the advancement of infrastructure. The two leaders “discussed regional security issues, with a focus on Syria and ISIS,” the Prime Minister’s Office stated. “They also discussed steps that can be taken to stop the wave of violence against Israeli citizens and to restore calm and stability.” Kerry: Israel Obligated to Defend Itself
===================
COME POSSIAMO PROTEGGERE LA LEGA ARABA SHARIA DA SE STESSA? COME LA POSSIAMO PROTEGGERE DAI SALAFITI SAUDITI CHE STANNO PER SEMINARE DISTRUZIONE MORTE E TERRORISMO IN TUTTO IL MONDO? WATCH: Religious Jew Attacked in Australia and Fights Back! Religious Jewish Man Assaulted in Melbourne Australia
A man shouting “Allah” in Melbourne, Australia assaulted a visibly religious Jewish man, screaming at him before it became physical. The Jew fought back and won.
Car terror Palestinian Terrorist Wounds Six in Car Attack.
Memorial for Ezra SchwartzA Moving Tribute to American Jewish Terror Victim Ezra Schwartz
BDSAnti-Israel Students in Denver Justify Using Israeli Technology for their Own Purposes
Scene of car ramming at Kfar Adumim junctionTwo Soldiers Wounded in Terror Attack East of Jerusalem
Jewish and Arab students Hebrew University Student Slams Arab Peer for Protesting Celebration of Jerusalem Day on Campus
sara techiya litman wedding WATCH: Sadness and Joy as Thousands Celebrate Wedding of Terror Victim’s Daughter
Jerusalem Day celebrations. (Nicky Kelvin/Flash90)Student Day at Hebrew University Will Take Place on Jerusalem Day, Despite Arab Protests
Palestinian journalists PA Human Rights Violations: Who is Jailing and Torturing Palestinian Journalists?
Vladimir Putin, Recep Tayyip ErdoganRussia Cuts Imports from Turkey and May Increase Trade with Israel
====================================
CON LA LORO POLITICA IMPERIALISTA CIA NATO BANCHE CENTRALI SPA NWO, SATANISTI MASSONI E CRIMINALI? GLI USA DEVONO SMETTERE DI MINACCIARE TUTTE LE MAMME DEL MONDO! A large group of people, many of them women and mothers, gathered at the Gush Etzion Junction to demand an end to the widespread Palestinian terror that Israel is struggling to contain. Stabbing attacks, car attacks and shootings have become the daily reality in Israel amidst a renewed wave of Palestinian incitement and terrorism.
Protesters at this civil demonstration called for the IDF to increase its efforts to keep terrorists away from a road that is used by tens of thousands of Jews, daily.
There is also pressure being put on Prime Minister Netanyahu to take stronger steps against this terror that has been raging for over two months already. What is it going to take in order to establish calm? http://unitedwithisrael.org/watch-the-women-of-israel-cry-out-for-an-end-to-palestinian-terror/
https://youtu.be/G4Ij3P6TiYA Women call for end to terrorism. Arutz Sheva TV CON LA LORO POLITICA PREDATORIA USUROCRATICA, IMPERIALISTA CIA NATO BANCHE CENTRALI SPA NWO, SATANISTI MASSONI E LORO CRIMINALI? GLI USA DEVONO SMETTERE DI MINACCIARE TUTTE LE MAMME DEL MONDO!
================================
GLI USA LA DEVONO SMETTERE DI PIANGERE CON LE PECORE, E DI ALLEVARE I LUPI! ] OK! VOI FINITE DI FATE IL NAZISMO SHARIA E MASSONICO DEI FARISEI ROTHSCHILD, E IO MI PORTO VIA ISRAELE, ED ALTRE 8 NAZIONI, LI PORTO TUTTI NELLA ALLEANZA CON RUSSIA E CINA! Palestinians Celebrate Anniversary of Brutal Synagogue Massacre of 5 Rabbis. Bodies of victims evacuated from the site of a terrorist the synagogue attack. (Yonatan Sindel/Flash90) For Israelis, it was a traumatic terror attack, but the Palestinians are celebrating the anniversary of the Har Nof synagogue massacre that claimed the lives of five rabbis and an Israeli policeman. As Israelis mourn and commemorate the first anniversary of the horrific Palestinian terror attack in a synagogue in Jerusalem that claimed the lives of six Israelis, the Palestinians found it a cause for celebration. Celebrating “the first anniversary” of the Har Nof synagogue massacre, the independent Palestinian news agency Wattan dedicated a full article to praising the two terrorists who slaughtered five Israeli rabbis and a policeman with guns and butcher’s knives last year. The article referred to the horrific killings as “the heroic operation” and an “epos written by the heroes,” the Palestinian Media Watch (PMW) reported. “Today is the first anniversary of the Martyrdom of… the heroes Ghassan and Uday Abu Jamal, who carried out the heroic Dir Yassin operation (i.e., Har Nof neighborhood of Jerusalem), which led to the death of 6 settlers… Ghassan and Uday Abu Jamal exemplified the meaning of heroism for the homeland… They set out to protect it from the defilement of the thieving occupation, and died as Martyrs on the path of honor. Today is the first anniversary of the epos written by the heroes,” Wattan wrote in the article. massacre in Har Nof. Scene of the Har Nof massacre. (MFA) The report also praised another terrorist and family member of the synagogue killers, Alaa Abu Jamal, who deliberately drove his car into people standing at a bus stop in Jerusalem last month. After hitting three people, he got out of his car and stabbed people. He murdered one and injured three before he was shot and killed by a security guard. The news agency stated that “the Abu Jamal family again did not refrain from being an authentic part of the heroic honor,” because Abu Jamal “ran [Israelis] over with a car, stabbed, took revenge, and upheld the promise, which the young people of the intifada undertake every day, to continue in the path of the Martyrs until liberation.” Ironically, this praise for murder by Wattan completely contradicts its statement on its website that “Wattan advocates for democracy, non-violence, peace and social justice.” The butcher of rabbis in a synagogue has long been the celebration by Palestinians. Last year, following the murders in the synagogue, PMW exposed that Sultan Abu Al-Einein, Palestinian Authority (PA) Chairman Mahmoud Abbas’ advisor posted graphic images from the murder scene and called the attack “a heroic operation.” The day after the murders, Al-Einein also posted a tribute to the murderers and their weapons: “Blessed be your quality weapons, the wheels of your cars, your axes and kitchen knives.” The victims were the Rabbis Aryeh Kupinsky, 43, Avraham Shmuel Goldberg, 68, Kalman Ze’ev Levine, 55, and Moshe Twersky, 59, Rabbi Haim Yehiel Rothman, 55, and First Sergeant Zidan Saif, 30, of the Druze community. Three of the victims had American citizenship, and one had British citizenship. By: United with Israel Staff
=======================
Abbas spreads lies at UN, says Israel changing Temple Mount status quo, murdering Palestinians. ] SATANA è ASSASSINO E PADRE DELLA MENZOGNA E COSì è ANCHE ISLAM, OGGI, PER COLPA DEI SAUDITI WAHHABITI SOLTANTO! PERCHé ISLAM COME RELIGIONE POSITIVA, PUò ESSERE SALVATA E PUò PROSPERARE NELL'AMORE, MA, ORMAI LA SHARIA DISTRUGGERà ISLAM, A LIVELLO MONDIALE! I SAUDITI SI STANNO GIOCANDO A DADI LA RELIGIONE DELL'ISLAM A LIVELLO MONDIALE! ECCO PERCHé, OGGI STESSO, LA LEGA ARABA DEVE FARE LA SOCIETà LAICA, ABOLIRE LA SHARIA E DARE LA LIBERTà DI RELIGIONE! NON SI POSSONO VINCERE I SACERDOTI DI SATANA DELLA CIA NATO USA USANDO IL LORO LINGUAGGIO CRIMINALE! LA LEGA ARABA DEVE VENIRE DA ME OPPURE DIVENTERà UN SOLO CIMITERO! November 24, 2015. Abbas’ claims have been repeatedly debunked, but that did not stop him from repeating his lies and inciting against Israel while addressing the UN. By: Aryeh Savir, World Israel News. Palestinian Authority (PA) head Mahmoud Abbas continued to incite against Israel, spreading lies and allegations when he addressed the United Nations International Day of Solidarity with the Palestinian People on Monday, claiming again that Israel was altering the status quo on the Temple Mount while carrying out” extrajudicial killings” against innocent Palestinians. Abbas began his address at the UN by thanking the UN for its ongoing support to the Palestinian’s “just cause,” and recently their vote to allow the PA to fly their flag at the UN headquarters in New York. He then went a lengthy tirade, in which he charged Israel of all the wrongdoings in the world, including summarily executing innocent Palestinians and perpetrated the lie that Israel is harming Muslim Mosques on the Temple Mount. “The continuation of the Israeli occupation and its persistence with…cruel arrests and detention of civilians, extrajudicial killings of our youth and children…and provocations and incitement against their holy places, including the Holy Al-Haram Al-Sharif in Occupied East Jerusalem, affirm Israel’s arrogance and intransigence, its violations of international law, its rejection of peace and its adherence instead to the ideology of colonial expansion, subjugation and greed,” Abbas stated in New York. Israel has vehemently denied both allegations over the course of the passed months. Abbas has recently lied publicly when he claimed Israel executed a 13-year-old Palestinian. In fact, the boy was shot while stabbing Israelis and was alive and receiving treatment in an Israeli hospital. Saying that he had already warned of the consequence of Israel’s ostensibly belligerent actions, Abbas said that “all of these actions and violations would risk turning the conflict from a political and legal one to a religious conflict, which will have disastrous consequences for everyone. We will not accept this.” While demanding that “all illegal Israeli colonial settlement activities must be stopped,” Abbas claimed that “the events happening in our country are the result of diminishing hopes, the continued situation of strangulation, siege and pressure, and the lack of sense of security and safety felt by our people.” He called for greater involvement by the international community, and dismissed the idea of directly negotiating with Israel, saying “it is not logical to waste time in negotiations for the sake of negotiations; it is urgent to act now to salvage the prospects for peace.” Danny Danon UN. Ambassador Danny Danon holds of the photos of terror victims. (Facebook) He again stressed that the PA no longer sees itself bound by the peace agreements signed with Israel. “In light of Israel’s destruction of the foundations upon which the political, economic and security agreements were signed with us, we reiterate that we cannot continue to be the only party bound by these agreements.” Israel’s envoy at the UN Danny Danon blasted the UN for commemorating the Palestinian Solidarity day by passing a series of anti-Israel resolutions. “This is a shameful day for the UN,” he said, while he displayed the photos and names of all the Israeli victims who were murdered in the recent wave of Palestinian terror attacks, which were offset by Abbas’ incitement against Israel. He further made it clear that “the heinous murder of Israelis, just because they are Israelis, is no different than the cruel massacre of innocents in France.”
========================
Israeli child makes archaeological discovery ] TUTTO, IN QUESTA TERRA PARLA DELLA PATRIA DEGLI EBREI, E SE LORO NON TORNANO TUTTI? CONTINUERANNO A FARE GLI USURAI E I SACERDOTI DI SATANA PER IL MODO SPA BANCHE CENTRALI, MASSONERIA TALMUD, SPA, ECC.. E NOI MORIREMO TUTTI! DEVONO ESSERE TUTTI COSTRETTI A TORNARE E PER QUESTO BISOGNA, ALMENO, QUADRUPLICARE LO STATO ATTUALE DI ISRAELE E TRASFORMARLO IN UN REGNO, PERCHé SOLTANTO UN REGNO PUò VINCERE LE INSIDIE DEI FARISEI, SONO LORO, INFATTI, CHE HANNO CREATO LA DEMOCRAZIA PER ROVINARE I POPOLI! Patriots moment of silence New England Patriots Hold Moment of Silence for American Terror Victim Ezra Schwartz Ziv Mizrahi IDF Soldier Ziv Mizrahi is 21st Victim of Palestinian Terrorism Funeral of Palestinian Terrorist WATCH: In Eulogy for Terrorists, Palestinian Prays for Death of All Jews Dolls with explosives Islamic State Hid Explosives in Children’s Dolls
=========================
Motograter 69 ha risposto al tuo commento SepticFlesh - Mad Architect (with lyrics)
Motograter 69 Bro? Do you even get out much? Bro? Avete anche uscire tanto? ] [ BRO, è PER AMORE DI TE che, IO NON ESCO! SE IO ESCO? LA TUA VITA PUò SCENDERE ALL'INFERNO PRIMA DEL TEMPO! uniusrei2 https://www.youtube.com/channel/UCqpEkqjlSVbcv9zFAG63EsQ/discussion
im consuming you! LEVIATHAN? im leviathan! ]  /user/nargargole/discussion DOVE TU HAI CONSERVATO I MIEI DIALOGHI CON TE? DA QUANDO TEMPO TU SEI NARGARGOLE? DA QUANDO TEMPO è STATO SCIOLTO NELL'ACIDO SOLFORICO: IL PRECEDENTE NARGARGOLE? DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] WHERE ARE GONE crab? COME OUT! ] MENE TECHEL PERES [ where they 666 CIA are hidden, all those cockroaches: that, is their: dare, to defend the dignity of Satan shariah, Saudi Arabia, Erdogan: Bush 322, Nwo, Rothschild Baal Owl: Marduck: against me? are years that no one wants to talk to me, why? not a single priest of Satan! why? where are you finished? how, Come out cowards Kerry LaVey! holy Cross, of: the Holy Father Benedict. holy Cross,, thou art: my Light, and, never: the dragon: can be my leader. begone back: Satan! Not persuade me: never, for your: vain things. They are, all evil things: that, you offer me, drink yourself: your poison. In the Name of the Father, the Son and the Holy Spirit +. Amen! What is this story of the wisdom of your: Satan, and his universal brotherhood of orgies: of Sodom, that, to me nobody wants to teach, how you can do, also me: i can be a satanist happy like you?
cosa è questa storia della sapienza di tuo: satana, e della sua fratellanza universale: delle orgie: di sodoma, che, a me nessuno vuole insegnare come si può fare? Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa, tu sii la mia Luce, e, non sia mai: il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai: di cose vane. Sono mali le cose che: tu mi offri, bevi tu stesso: il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen! C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti
Croce del Santo Padre Benedetto, C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, Croce sacra sii la mia Luce N. D. S. M. D., Non draco sit mihi dux, Che il dragone non sia il mio duce, V. R. S. Vadre Retro satana, Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana, Non mi persuaderai di cose vane S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas
Ciò che mi offri è cattivo, I.V. B. Ipsa Venena Bibas, Bevi tu stesso i tuoi veleni.
+ In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto, come tu hai potuto profanare il mio
https://www.youtube.com/user/ShalomGerusalemme/discussion
con questo tuo canale blasfemo?
https://www.youtube.com/user/MrShalomGerusalemme/discussion COME?
santa cruz, de: el Santo Padre Benedicto XVI. santa cruz,, tú eres: mi Luz, y, nunca: el dragón: puede ser mi líder. begone atrás: Satanás! No convencerme: nunca, para sus: cosas vanas. Son, todas las cosas malas: que, que me ofreces, beber a ti mismo: tu veneno. En el nombre del Padre, del Hijo y del Espíritu Santo +. ¡Amén!
¿Qué es esta historia de la sabiduría de su: Satanás, y su fraternidad universal del vicio: de Sodoma, que, para mí nadie quiere enseñar, cómo se puede hacer, también me: i puede ser un satanista feliz como tú?
sainte Croix, de: le Saint-Père Benoît. sainte Croix,, tu es: ma Lumière, et, jamais: le dragon: peut être mon chef. begone arrière: Satan! Non me persuader: jamais, pour vos: choses vaines. Ils sont, tous les maux que vous me offrez, boire vous-même: votre poison. Au nom du Père, du Fils et du Saint-Esprit +. Amen!
Quelle est cette histoire de la sagesse de votre: Satan, et sa fraternité universelle des orgies: de Sodome, qui, pour moi personne ne veut enseigner, comment vous pouvez faire, moi aussi: je peux être un sataniste heureux comme vous?
heiligen Kreuzes, der: Papst Benedikt. Heilig-Kreuz,, du bist: mein Licht und nie: den Drachen: mein Führer. begone zurück: Satan! Nicht zu überreden mich: nie, für Ihr: Nichtigkeiten. Sie sind alle bösen Dinge: dass Sie mir anbieten, trinken Sie sich: Ihr Gift. Im Namen des Vaters, des Sohnes und des Heiligen Geistes +. Amen! Was ist dies für Geschichte der Weisheit deines: Satan und seine universelle Brüderlichkeit der Orgien: Sodom, dass mir niemand will lehren, wie Sie tun können, auch mir: ich kann ein Satanist glücklich wie du sein?
♰ PAX♰] the time of hope has expired;: you wait for the collapse of the IMF in 3°WW you've wasted your life given: by God You have your legacy: is infinite despair I command in Jesus' name, that the blood of Jesus be upon you, and all. You are all sons of the devil, you are destined for hell! ♰ I have done the wrong to all those criminals who toppled the cross ♰ [♛ MENE ♚ TECHEL ♛ PERES ♰ PAX ] ♰ CSPB CSSMLNDSMDVRSNSMVS MQLIVB ♰"Drink your poisons made by yourself" ♰
666 YOUTUBE CIA NWO ] MA, IO TI AVEVO ORDINATO DI TIRARE FUORI, tutta questa merda: di: TUTTI I tuoi SATANISTI.. COME, TU MI HAI potuto DISUBBIDIre?
============================
ovviamente, questo satanismo non esisterebbe nell'ISLAM, se i demoni non potessero nascondersi nella SHARIA! QUANDO L'IRA DI DIO CADRà SU TUTTI VOI? IO NON POTRò PIù FERMARLA! E QUESTA è la dimostrazione che i musulmani non hanno lo Spirito Santo, e quindi, non hanno la vera fede in Dio, loro hanno fede soltanto nei loro delitti di ipocrisia, lussuria, sopraffazione, religione e predazione! ] ISIS SHARIA, E TUTTA LA INTERNAZIONALE ISLAMICA DEL TERRORE, NON ESISTEREBBE SE: USA TURCHIA E ARABIA SAUDITA NON LO AVESSERO CREATO! [ Le schiave sessuali dell’ISIS: quello che i giornali non vi raccontano. Donne cristiane e yazidi continuano ad essere usate come cose da mostri fanatici. John Burger/Aleteia. 3 agosto 2015. "Sono stata stuprata TRENTA VOLTE e non è ancora neanche mezzogiorno. Non sono in condizioni di andare al bagno. PER FAVORE, BOMBARDATECI". Sono queste le parole sconvolgenti riferite da una giovane yazidi durante una conversazione via cellulare con degli attivisti di Compassion4Kurdistan. In base a un articolo di Nina Shea sul The American Interest, quella ragazza non è l'unica. Ragazze e donne continuano ad essere vendute per riempire le casse dell'abominio che si è autoproclamato “Stato Islamico”, e per attirare giovani uomini alla barbarie del jihad in Iraq e in Siria. Mentre il mondo ricorda questa settimana il primo anniversario dell'espulsione di migliaia di cristiani dal nord dell'Iraq, la direttrice senior del Dipartimento dell'Istituto Hudson per la Libertà Religiosa, Nina Shea, afferma che la schiavitù sessuale di donne cristiane e yazidi nelle mani dei militanti dello Stato Islamico resta ampiamente ignorata. Il direttore del Wilson Center Middle East, Haleh Esfandiari, osserva che “i Governi arabi e musulmani, pur condannando ad alta voce lo Stato Islamico come organizzazione terroristica, tacciono sul trattamento riservato alle donne”. Anche la reazione della Casa Bianca è di un silenzio assordante. Il resoconto 2015 del Dipartimento di Stato nordamericano sul traffico sessuale, diffuso il 27 luglio, dedica due paragrafi su 380 pagine all'istituzionalizzazione della schiavitù sessuale da parte dello Stato Islamico lo scorso anno. “Ad agosto dell'anno scorso, poco dopo che lo SI aveva istituito il suo 'califfato', hanno iniziato a catturare donne e ragazze non sunnite e a darle come premio o a venderle come schiave sessuali. Nella grande maggioranza erano yazidi, ma in base ai resoconti dell'ONU c'erano anche cristiane”, scrive la Shea, tra i cui racconti angoscianti ci sono quelli di bambine di 9 anni violentate dai loro “padroni”. Frank Wolf, ex deputato nordamericano che a gennaio ha intervistato dei rifugiati in Kurdistan, ha ascoltato il racconto di Du'a, un'adolescente yazidi tenuta prigioniera a Mosul con altre 700 ragazzine della stessa etnia. Gli ostaggi erano separati in base al colore degli occhi e i membri dello SI le sceglievano per sé come prodotti. Il “resto” era separato tra “belle” e “brutte”. Le più belle erano date ai membri di spicco dello SI. In questo mese, il SITE Intelligence Group, che monitora le attività on-line degli estremisti, ha scoperto su Twitter un opuscolo dello SI che annunciava che le ragazzine catturate in battaglia sarebbero state i tre primi premi di un concorso di recitazione del Corano realizzato in due moschee siriane durante il Ramadan. La copertura dello scandalo si è limitata a messaggi via Internet. Il fenomeno è così innegabile che “giuristi islamici” hanno dovuto fare dei pronunciamenti teologici al riguardo: il Dipartimento della Fatwa dello Stato Islamico “ha chiarito” che “le femmine dei Popoli del Libro”, incluse le cristiane, possono essere schiavizzate a fini sessuali, ma le “musulmane apostate” no. Non si conosce il numero delle schiave sessuali. A marzo, 135 donne e bambini erano tra i sequestrati di 35 villaggi cristiani della regione del fiume Khabour, in Siria. Lo SI ha chiesto 23 milioni di dollari per il riscatto, che ovviamente le famiglie non erano in condizioni di pagare. “Ora appartengono a noi”, hanno scritto i fanatici. Le meno giovani sono state liberate, le più giovani no. Anche se non ci sono conferme, la cosa più probabile è che siano state ridotte in schiavitù. Questa pratica, scrive la Shea, “dev'essere vigorosamente condannata come parte di un genocidio religioso tanto quanto le orribili decapitazioni”. http://it.aleteia.org/2015/08/03/le-schiave-sessuali-dellisis-quello-che-i-giornali-non-vi-raccontano/
ogni anno chiudono 1000 ospedali in Italia! ma, se le Regioni o lo Stato stampassero del denaro, in regime di sovranità monetaria, Questa distruzione del popolo, a stillicidio, potrebbe fermarsi, mentre i nostri politici hanno deciso di essere gli aguzzini massoni traditori: i complici del sistema bancario! L'Ospedale Pediatrico Gaslini di Genova ha curato e cura centinaia di bambini liguri e non solo. Ora è a rischio fondi. L'Ospedale Gaslini di Genova non si tocca! @bealorenzin
===========================
Christians in Cameroon run for their lives. But your support helps believers fleeing Boko Haram. MENTRE I CRISTIANI AIUTANO TUTTI? LA LEGA ARABA AIUTA SOLTANTO GLI ALTRI MUSULMANI! ANZI PAGA MOLTO BENE NELLE MOSCHEE NIGERIANE LA CONVERSIONE ALL'ISLAM DEI CRISTIANI! E-Testimony - November, Christians in Cameroon run for their lives, Dear Mr Scarola, “Almost everyone was in a panic,” explains a believer named André, who is doing his best to look after Christians who escaped Boko Haram just in time. “People fled from one town to the next on foot.” Many arrived in the far north of Cameroon thirsty and traumatised – many hadn’t eaten in three days. André explains, “The insurgents stormed villages and emptied the homes. Christians were specifically targeted. At least three Christians died.” They burned Christian homes and razed churches to the ground. Through your compassion, local pastors and their congregations were equipped to care for the displaced survivors, offering their churches as temporary shelter. And your support today will ensure that kindness and care will continue to be offered by Open Doors workers, here and around the world. One believer named Ichako expressed his thanks. “It is very difficult to leave our homes, everything we owned. We thank our brothers here who gave us a place to live, and we thank you for visiting to comfort us.” Together in His service, Jan Gouws. Executive Director, Open Doors Southern Africa
=======================
 Erdogan Caino Salman ] DOVE è IL TUO FRATELLO CRISTIANO? [ Don’t Stop Sharing This Until Every Person Who Cares About Christians Sees it. https://www.youtube.com/watch?v=ByZbenlX8I8 Faithkeepers the Movie (2016) Promo. Clarion Project - Challenging Extremism | Promoting Dialogue. Pubblicato il 09 nov 2015. Faithkeepers is an upcoming documentary film about the violent persecution of Christians and other religious minorities in the Middle East. The film features exclusive footage and testimonials of Christians, Baha’i, Yazidis, Jews, and other minority refugees, and a historical context of the persecution in the region. Due to be released next year, the film also follows the story of a 24-year-old Christian student from North Carolina on her journey of understanding, discovery and solidarity with persecuted brothers and sisters in the Middle East. Faithkeepers – the movie and the movement – will awaken, enlighten and inspire all people of faith to stand up and take action. https://youtu.be/ByZbenlX8I8 israelvideonetwork.com/dont-stop-sharing-this-until-every-person-who-cares-about-christians-sees-it/ Faithkeepers is an upcoming documentary film about the violent persecution of Christians and other religious minorities in the Middle East. The film features exclusive footage and testimonials of Christians, Baha’i, Yazidis, Jews, and other minority refugees, and a historical context of the persecution in the region. Due to be released next year, the film also follows the story of a 24-year-old Christian student from North Carolina on her journey of understanding, discovery and solidarity with persecuted brothers and sisters in the Middle East. Faithkeepers – the movie and the movement – will awaken, enlighten and inspire all people of faith to stand up and take action. Published: November 24, 2015 This video has 4 votes today. FavoriteAdd to favorites. To view your favorites click here.
==========================
SE NOI DOBBIAMO RICONOSCERE DAI SUOI FRUTTI LA lega arabA? NOI DOBBIAMO DIRE: CHE "LA LEGA ARABA E I LORO COMPLICI USA, SONO I FILGI DEL DEMONIO!"A major international crisis appears to be brewing... Syrian rebels blow up Russian helicopter after jet downed. russian-helicopter-530, Click here to watch: Syrian rebels blow up Russian helicopter after jet downed, Video has emerged showing Syrian rebels blowing up a Russian helicopter after it landed during attempts to rescue two Russian pilots whose jet was shot down by Turkey Tuesday. The Russian military later confirmed that one of its soldiers was killed when one of several Mi-8 helicopters taking part in the search for the downed Su-24 jet was "damaged by gunfire." "A search and rescue operation to evacuate the Russian pilots from the crash site was launched with the help of two Mi-8 helicopters," military spokesman General Sergei Rudskoi said in televised comments. "During the operation, one of the helicopters was damaged by gunfire and had to land. A soldier was killed." The video shows rebels watching from a distance as two choppers approach, and then cuts to show a fighter rapidly assembling what appears to be a US-made TOW missile launcher. In the next video frame, rebels score a direct hit on the helicopter. A major international crisis appears to be brewing over the downing of the Russian jet, with Russian President Vladimir Putin warning of "serious consequences." In the past few hours senior US officials - including President Barack Obama - have backed Turkish claims that the aircraft was warned 10 times without responding before Turkish forces opened fire. Russia insists the plane was in Syrian territory, while Turkey claims it was inside its airspace. Watch Now.
Reports in Syria surfaced on Tuesday evening indicating that the Israeli Air Force (IAF) conducted strikes on a base belonging to the Iran terror proxy Hezbollah. The base that was targeted was located in the mountainous Qalamoun border region between Lebanon and Syria, according to the reports cited by Walla. Some Syrian reports claim as many as 13 pro-regime fighters were killed in four strikes, including many Hezbollah terrorists. Qalamoun has long been a key point for transferring weapons, both for rebels fighting Syrian leader Bashar al-Assad and Hezbollah fighting to prop up Assad. Arab media has frequently reported on Israeli airstrikes taking out advanced weapons transfers headed through the region to Hezbollah in Lebanon, which would pose a direct threat on Israel's north. Read more here: Arutz Sheva
=================
QUESTO DELITTO DIMOSTRA NON SOLO COME: 1. ANKARA ABBIA IL CONTROLLO DIRETTO DI TUTTI I MILIZIANI CHE OPERANO IN SIRIA, MA, 2. QUESTA GUERRA è UNA AGGRESSIONE DELLA NATO ALLA SIRIA, REALIZZATA CONTRO IL DIRITTO INTERNAZIONALE. 3. POI DEDURRE CHE SIANO STATI PROPRIO LORO A GUIDARE E FOMENTARE QUESTA GUERRA CIVILE? QUESTA è UNA PIù CHE LOGICA DEDUZIONE! Il premier turco Ahmet Davutoglu ha dichiarato che il corpo del pilota del Su-24 è stato portato in Turchia e sarà trasferito in Russia. Martedì scorso un bombardiere russo Su-24 è precipitato in Siria. L'aereo è stato abbattuto nei cieli della Siria da un razzo di tipo "aria-aria" in dotazione ai caccia turchi F-16 e l'aereo si è schiantato a 4 chilometri dal confine con la Turchia. Uno dei piloti è morto.
Vladimir Putin ha definito l'abbattimento del Su-24 "attacco alle spalle", aggiungendo che quanto successo avrà negative conseguenze nelle relazioni tra la Turchia e la Russia.
http://it.sputniknews.com/mondo/20151129/1631056/Turchia-trasferira-corpo-pilota-su-24.html#ixzz3ssDirfFX
LA NATO SI RENDA RESPONSABILE, E SI ASSUMA TUTTE LE RESPONSABILITà, CIRCA DEL SUO PAZZO NAZISTA ERDOGAN ISLAMICO SHARIA GENOCIDARIO! Esercito di Assad segnala di essere stato attaccato con colpi di mortaio dalla Turchia. 29.11.2015. Il fuoco è stato aperto da Jebel Aqra, monte situato nel territorio turco, ha dichiarato il generale dell'esercito siriano Ali Majjkhub. Il comandante dell'esercito di Assad ha inoltre messo in guardia dalla pericolosità di questo comportamento. L'esercito siriano ha subito un attacco con colpi di mortaio dal monte Jebel Aqra, situato nel territorio turco, ha riferito un rappresentante delle forze armate siriane, il generale di brigata Ali Majjkhub. "La scorsa notte dal monte Jebel Aqra, situato nel territorio turco, è stato condotto un massiccio bombardamento con colpi di mortaio contro le unità delle truppe governative della Siria," — ha detto in una conferenza stampa il generale Majjkhub. "Il comandante dell'esercito siriano mette in guardia dalla pericolosità di questo comportamento," — ha aggiunto il rappresentante delle forze armate siriane. http://it.sputniknews.com/mondo/20151129/1630506/Siria-Bombardamento.html#ixzz3ssEsw1y1
LA NATO SI RENDA RESPONSABILE, E SI ASSUMA TUTTE LE RESPONSABILITà, CIRCA DEL SUO TERRORISTA PAZZO IMPREVEDIBILE NAZISTA ERDOGAN ISLAMICO SHARIA GENOCIDARIO! "In Occidente gli appelli per escludere la Turchia dalla NATO non porteranno ad un'espulsione. Tuttavia sono un segnale per Erdogan: la reputazione della Turchia è gravemente compromessa." Secondo Pushkov, il presidente turco sta cercando di presentare l'abbattimento dell'aereo russo Su-24 come un episodio spiacevole, ma in realtà è il culmine della politica di Erdogan a sostegno dei nemici di Assad in Siria: http://it.sputniknews.com/politica/20151129/1630638/Pushkov-Occidente-Geopolitica-Russia-Erdogan-Assad.html#ixzz3ssFk2nfm
chiedi amore a Dio Onnipotente JHWH sulla tua vita ] UNIUS REI è venuto a rispendere il SUO SANTO genere umano! chi ha qualcosa da obiettare? parli ora, o taccia per sempre!
Erdogan Rothschild Salman non possono mai essere felici, come tutti i nostalgici: daltronde, infatti, la loro vocazione è quella di poter diventare i custodi del cimitero sharia spa FED NWO 666 Fmi! ma, da quando ci sono io UNIUS REI? i loro affari hanno smesso di prosperare! al mio Paese c'é un proverbio che dice: "loro sono come quelle pulci, che si sentono grandi, e importanti, soltanto perché sono entrati, illegalmente, nel sacco della farina!"

esci bestia di un fariseo spa fed bce fmi PARASSITA USURAIO immondo ] c'è una terribile maledizione, quando il sesso viene dissociato dall'amore! si perde ogni felicità a fare sesso ed esso diventa una compulsione dipendenza e tormento! ecco perché, i satanisti vanno al cimitero tra gli scheletri e si fanno i genitali di alluminio! Poi, per sopprimere l'enorme dolore frustrazione, sono costretti a fare un omicidio, per dare una qualche emozione alla loro vita, e sovente alcuni di loro finiscono veramente per mangiare escrementi: e questi sono gli uomini più ricchi del mondo,che guidano oggi le nazioni in modo occulto, esoterico, che hanno rubato il nostro signoraggio bancario attraverso il tradimento della massoneria dei Merkel e Bildenberg!
tutti i metodi sharia Boko Haram isis? idologicamente, sono una sola LEGA ARABA nazista sharia MECCA CABA il demonio
TRASCINATE ERDOGAN SALMAN, ROTHSCHILD BUSH E OBAMA DAVANTI AD UN TRIBUNALE E FUCILATELI! IRBIL, 29 NOV - Tre fosse comuni sono state trovate a Sinjar, nell'Iraq settentrionale, dove le forze curde sostenute da attacchi aerei Usa hanno respinto i militanti dell'Isis all'inizio del mese. Lo riferiscono fonti delle autorità locali. Secondo Qasim Simo, capo della sicurezza a Sinjar, le fosse dovrebbero contenere da 80 a 100 corpi. Due sono state trovate ad est della città, una all'interno. La scoperta ha portato il numero totale delle fosse comuni scoperte a cinque.
 http://www.ansa.it/webimages/img_457x/2015/11/29/f996db484a59fa322eab8167c810dcd1.jpg
ANKARA, 29 NOV TRASCINATE ERDOGAN DAVANTI AD UN TRIBUNALE E FUCILATELO! Turchia: in migliaia a funerale avvocato. Leader partito filo-curdo, è stato un delitto politico Diverse migliaia di persone stanno partecipando al funerale di Tahir Elci, il leader degli avvocati curdi freddato ieri in un agguato nella città di Diyarbakir. Mentre il primo ministro turco Ahmet Davutoglu ha detto che le autorità stanno indagando, il leader del partito filo-curdo Selahattin Demirtas ha parlato di un "delitto politico", ricordando che Elci ha dedicato la sua vita alla pace, alla libertà e alla fratellanza.
   
STANNO VENENDO FUORI TUTTI GLI SCHELETRI DELLO ARMADIO! TRASCINATE ERDOGAN DAVANTI AD UN TRIBUNALE E FUCILATELO! Iraq, deputato denuncia: ISIS ha venduto petrolio e gas alla Turchia per 800 milioni Usd 29.11.2015. In Turchia al mercato nero il prezzo del petrolio e del gas iracheno era pari al 50% del prezzo nel mercato mondiale, ha detto l'ex consigliere per la sicurezza nazionale dell'Iraq. Secondo i servizi segreti, nel giro di 8 mesi i terroristi dello "Stato Islamico" hanno venduto al mercato nero della Turchia a metà prezzo rispetto ai mercati mondiali il petrolio e il gas iracheno per un valore di 800 milioni di dollari, ha riferito Mowaffak al-Rubaie, ex consigliere per la sicurezza nazionale dell'Iraq e uno dei leader della coalizione parlamentare "Stato della Legge"."Negli ultimi 8 mesi sono stati venduti al mercato nero della Turchia il petrolio e il gas iracheno per un importo di 800 milioni di dollari, in aggiunta il prezzo era la metà rispetto a quello del mercato mondiale," — ha detto al-Rubaie in una telefonata con l'edizione internazionale di "Sputnik". "Questo è ciò che chiamiamo l'ossigeno che alimenta l'ISIS, se noi fermeremo il flusso d'ossigeno, riusciremo a soffocarlo," — ha aggiunto. Mercoledì scorso il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov aveva sottolineato che l'abbattimento del bombardiere russo Su-24 è avvenuto in Siria dopo gli attacchi dell'Aviazione russa contro le infrastrutture petrolifere e le autocisterne di ISIS. In precedenza il ministro degli Esteri siriano Walid Muallem aveva dichiarato che Bilal Erdogan, figlio del presidente della Turchia, poteva essere coinvolto nel contrabbando di petrolio con ISIS. Muallem aveva inoltre evidenziato che la Turchia aveva abbattuto l'aereo russo Su-24 in Siria per difendere gli interessi delle società petrolifere del figlio del presidente turco Recep Tayyip Erdogan: http://it.sputniknews.com/mondo/20151129/1630848/Terrorismo-Finanze-Lavrov-Muallem-Siria-Erdogan-Contrabbando.html#ixzz3ssgyafjg
a volte non sai MAI, se: 1. sei stupido tu, se, 2. è stupido Renzi, o se, 3. è stupido ANSA! INSOMMA IL NAZISMO DELLA SHARIA, SENZA RECIPROCITà SENZA DIRITTI UMANI, LA CONDANNI LA SHARIA SI O NO? PERCHé SE TU NON CONDANNI LA SHARI? POI, TI FAI ISLAMICO ANCHE TU, PRENDI UN KALASHNIKOV E PUOI, GRIDARE: "ALLAH AKBAR MORTE A TUTTI GLI INFEDELI!" ROMA, 29 NOV - C'è una "grande scommessa identitaria: se l'Italia, se l'Europa si chiudono in casa hanno vinto quelli lì", vince il terrore. Lo ha detto il premier Matteo Renzi a Bruxelles per il vertice Ue-Turchia, sottolineando che è necessario invece "dare una dimostrazione totalmente diversa".
    ===========================
ma, i sacerdoti di satana e i maniaci religiosi ISLAMICI? NON RAGIONANO COME PERSONE NORMALI: HANNO LA LORO METROPOLITANA PERSONALE E PENSANO DI POTER RESISTERE A TUTTO!! La Russia dispone di una potente forza nucleare strategica, di gran lunga molto più potente rispetto all'arsenale atomico degli Stati Uniti, ha dichiarato Yury Solomonov, progettista capo del "Istituto Moscovita di Tecnologia Termica". Secondo Solomonov, grazie alle armi nucleari il mondo è riuscito ad evitare nuove guerre globali. "Per merito della presenza di armi nucleari da 70 anni sulla terra mancano guerre mondiali, mentre i conflitti locali esistevano, esistono e continueranno ad esserci. E' dovuto al fatto che esistono le armi nucleari, il cui impiego incute una paura così grande che le persone le temono," — ha dichiarato il progettista, che ha guidato lo sviluppo di missili come "Bulava", "Yars" e "Topol
=======================
IL DELITTO DI FINANZIAMENTO DEL TERRORISMO SHARIA ISLAMICO, è UN DELITTO DI STERMINIO, di tutte le ALTRE IDENTITà POLITICHE E RELIGIOSE, e NON DEVE MAI ESSERE CONFUSO con UNA SEMPLICE FORZA DI OPPOSIZIONE! Ecco perché bisogna radere immediatamente al suolo Turchia e Arabia saudita! VOI STATE ALLEVANDO UNA VIPERA VELENOSA, ED IN QUESTO, ERDOGAN HA RAGIONE QUANDO DICE: "VOI STATE GIOCANDO CON IL FUOCO!" LUI è LA VIPERA! esercito di Damasco accusa: Turchia ha intensificato forniture di armi a jihadisti. 29.11.2015. Armi, munizioni ed attrezzature militari vengono consegnate ai ribelli islamici sotto apparenza di aiuti umanitari provenienti dalla Turchia, affermano le forze armate della Siria. La Turchia ha aumentato le fornitura di armi ai ribelli che lottano contro le forze governative in Siria, segnala l'agenzia "Reuters" citando una dichiarazione del comando dell'esercito siriano. "Abbiamo informazioni secondo cui il governo della Turchia ha di recente rafforzato il sostegno ai terroristi intensificando le forniture di armi, munizioni ed equipaggiamenti militari," — si afferma nelle dichiarazioni dei militari di Damasco. Si evidenzia come le armi arrivino come "aiuti umanitari" in cambio di petrolio a buon mercato e di reperti storici di valore. In precedenza le forze armate siriane avevano denunciato di essere state attaccate con colpi di mortaio dal monte Jebel Aqra, situato nel territorio turco.
Esercito di Assad segnala di essere stato attaccato con colpi di mortaio dalla Turchia.
Gli appelli per espellere la Turchia dalla NATO dimostrano danno sua reputazione.
Il Giornale: in Siria è gioco sporco della Turchia
Putin: Ankara spinge ad un punto morto i rapporti tra Russia e Turchia
Erdogan s’è vendicato per le sue autobotti incendiate…
Damasco accusa: bombardiere russo abbattuto per difendere interessi del figlio di Erdogan
Il petrolio e l'amicizia con ISIS: segreti e conflitti d'interesse della famiglia Erdogan
Petrolio di ISIS in economia della Turchia: affari milionari di Erdogan jr su sangue curdI: http://it.sputniknews.com/mondo/20151129/1632442/Siria-ISIS-Terrorismo-Contrabbando.html#ixzz3su1dqpln
LA PUGNALATA ALLE SPALLE DI UN ASSASSINO SHARIA IDEOLOGIA? E COMMERCIANTE TURCO ISIS TERRORISTA? PUò ESSERE DIMENTICATA SOLTANTO DA CHI HA DECISO DI SUICIDARSI! IL REGIME NAZISTA ISLAMICO TURCO è TUTTO UN CRIMINE INTERNAZIONALE! IL VOSTRO DESTINO è QUELLO DI ESSERE PURIFICATI DAL FUOCO ATOMICO! "La nostra priorità è tenere aperti tutti i canali di comunicazione con la Russia," — ha detto Davutoglu.
=====================
SE EUROPA NON MINACCIA KIEV 666 USA? FINIRà PER SPORCARSI CON LA FULIGGINE DELLA CALDAIA! ED IN QUELLA CALDAIA? SI CUCINA LA CARNE UMANA! 29.11.2015. E' finito sotto il fuoco il quartiere Oktyabrsky di Donetsk: gli ispettori del Centro congiunto di controllo e coordinamento e gli osservatori della missione OSCE stanno ora fissando i danni, segnala “RIA Novosti”. Il quartiere Oktyabrsky di Donetsk è stato attaccato con colpi di mortaio da 120 millimetri, mentre uno dei danneggiamenti è stato causato da una granata di calibro 30 millimetri, ha riferito ai giornalisti il portavoce del ministero della Difesa dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk (DNR). "Un edificio è stato colpito con mortai di calibro 120 millimetri, mentre un'altra zona è stata attaccata con granate da 30 millimetri: in questo caso è rimasto danneggiato un gasdotto," — ha detto il rappresentante del dicastero autonomista: http://it.sputniknews.com/mondo/20151129/1632608/Ucraina-DNR-Donbass-Bombardamento-OSCE.html#ixzz3su6ezGLR
MI DITE IN QUALE CONVENZIONE INTERNAZIONE SI PERMETTE DI REPRIMERE UN POPOLO E LA SUA SOVRANITà? MA, IL REGIME GOLPISTA DI KEIV (ED I SUOI SOSTENITORI) SONO TOTALMENTE CRIMINALI, PERCHé VANNO A FARE IL GENOCIDIO DI UN POPOLO RUSSOFONO NEL DONBASS, CHE IN MODO PLEBISCITARIO HA SCELTO LA SUA INDIPENDENZA! PERCHé LA MERKEL E LA EUROPA DEI MASSONI BILDENBERG DIMOSTRANO LORO: DI ESSERE I NAZISTI PRAVY SECTOR?
===========================
GLI USA SONO IL RESPONSABILE POLITICO DI TUTTE LE FOSSE COMUNI, CHE VENGONO SCOPERTE IN SIRIA ED IRAQ? PERCHé GLI USA NON PORTANO LA DEMOCRAZIA IN TURCHIA E IN ARABIA SAUDITA? MAGARI INIZIANO AD APRIRE UNA TESTA GIORNALISTICA E RADIOFONICA INDIPENDENTE NELLA LORO AMBASCIATA? FORSE ALLORA SI COMPRENDERà CHE ESISTE UN PROBLEMA DI GENOCIDO E DI NAZISMO NELLA SHARIA! CHI è IL RESPONSABILE POLITICO DI TUTTE LE FOSSE COMUNI, CHE VENDONO SCOPERTE IN SIRIA ED IRAQ? 29.11.2015 I Paesi ostili della Siria hanno aumentato i finanziamenti e le forniture di armi ai ribelli, ha detto Assad. Secondo il capo di Stato siriano, questa situazione è frutto dei progressi dell'esercito siriano contro i terroristi.
==============================
Hollande, scandalosi incidenti a Parigi [ diciamo che potrebbe essere una parte del tuo elettorato i centri sociali? ] 'Scontri dove c'erano candele, fiori e ricordi delle vittime' ] forse la sinistra dovrebbe rivedere la sua ideologia del relativismo filmini porno, 50 orientamenti sessuali, tutti Darwin GENDER la nuova religione!
==========================
bisogna inserire subito: la NATO e la UE tra le organizzazioni terroristiche islamiche e naziste PRAVY SECTOR! ] chiusura immediata di tutti i rapporti diplomatici! [  TEL AVIV, 29 NOV. Benyamin Netanyahu ha ordinato "un riesame del coinvolgimento delle istituzioni Ue per il processo di pace con i palestinesi". Al fine del riesame ha deciso di "sospendere i contatti diplomatici" con le stesse istituzioni e i loro rappresentanti a seguito dell'etichettatura dei prodotti di colonie israeliane da parte europea.
=======================
i siriani veri sono fuggiti tutti o sono morti tutti e ora sono nelle fosse comuni! Quelli rimasti hanno le mani implicate nel genocidio, cioè, hanno ucciso tutti i non sunniti salalafiti wahhabiti: come a loro! SE CI PENSATE, UN TRIBUNALE INTERNAZIONALE? LI CONDANNEREBBE COMUNQUE A MORTE, insieme ad USA Erdogan e Salman! [ Siria: ong, raid russo su Idlib, 44 morti. Jet di Mosca avrebbero colpito un mercato affollato ] QUELLE NON SONO PERSONE SONo MOSTRI SENZA POSSIBILITà DI REDENZIONE! ERDOGAN SALMAN OBAMA E ROTHSCHILD HANNO CREATO QUESTA SITUAZIONE! e noi non possiamo dire a loro: "voi abitate la Siria, la Siria è vostra, anche dopo che voi avete fatto il genocidio di tutti gli altri!" Anche perché in questo modo la LEGA ARABA il nazismo senza reciprocità della sharia? continuerà ad espandersi all'infinito! Ecco perché, non è possibile evitare la guerra mondiale nucleare, ed ecco perché, la ARABIA SAUDITA compra tutte quelle armi, da noi, per usarle, proprio, contro di noi! la LEGA ARABA è diventata una minaccia nazista incombente contro il GENERE UMANO!

instillare nei bambini l'ideologia gender

Disney boicotta Boy Scout, esclude gay tra capi. SIAMO ORMAI ALLA CRIMINALIZZAZIONE, della Bibbia e dei cristiani.. Compania ha deciso di non finanziare piu' organizzazione. Questà è ormai criatianofobia! 02 marzo, 18:01 Topolino boy scout. Disney boicotta Boy Scout, esclude gay tra capi. Walt Disney Company ha deciso di non finanziare piu' i Boy Scout per punire la loro scelta di non nominare ragazzi gay tra i suoi capi. La Disney ha cosi' stabilito che non dara' piu' soldi alla Boy Scout of America, attraverso il suo programma VoluntEARS che permette ai propri dipendenti di offrire ore di lavoro volontario in cambio di soldi in contanti con cui finanziarie varie iniziative di beneficenza gestite dagli Scout. Insomma, per la multinazionale di Topolino, non e' bastata la scelta dei 'lupetti' di ammettere giovani omosessuali al loro interno, visto che tuttora rimane in piedi la messa al bando per quanto riguarda i vertici dell'organizzazione. Se si manipolano le parole. Come l'ideologia del gender si è insinuata nelle dichiarazioni internazionali violando, tra l'altro lo spirito della dichiarazione universale dei diritti dell'uomo.
15 maggio 2012. L'agenda del genere fa divorziare la persona umana da se stessa, dal suo corpo e dalla sua struttura antropologica.
La cultura nella quale viviamo racchiude i frutti positivi di un processo storico segnato dalla decolonizzazione (avendo un potente movimento concesso alle donne uno status sociale mai raggiunto prima) e dalla caduta del marxismo-leninismo. In un tempo di globalizzazione accelerata, essa sembra celebrare, forse più che, in qualsiasi cultura precedente, l'uguaglianza di tutti gli esseri umani. La nostra generazione ha anche, la possibilità di scoprire e di meravigliarsi dell'affascinante diversità dei popoli e delle culture, e del loro contributo specifico e insostituibile all'umanità. Percepiamo però, un pericolo in un processo definibile come globalizzazione che, s'impone dall'alto e che, sotto forma di pari diritti e di non discriminazione, utilizza i canali del governo mondiale per cercare di adattare un consenso a interessi particolari, attraverso un uso manipolatore del linguaggio nel corso del processo di costruzione di tale consenso. Non possiamo negare l'esistenza di una lotta culturale, politica e giuridica, che ha luogo in questo forum riguardo all'identità sessuale, all'orientamento sessuale, al contenuto dei diritti e al senso dell'universalità.
In questa lotta il linguaggio è un fattore critico. Esaminiamo la storia del termine genere nel discorso dell'Onu.
Il termine è entrato nel linguaggio dei testi negoziati, a livello internazionale, attraverso i documenti di consenso non-vincolanti del processo delle conferenze dell'Onu degli anni Novanta.
Ha avuto grande successo nella Piattaforma d'azione di Pechino (1995), dove la prospettiva del genere, è stata al centro e la parità dei sessi è stata l'obiettivo principale. Sulla scia di Pechino, il Segretariato dell'Onu ha subito condotto, con grande efficacia, un esercizio d'integrazione della prospettiva del genere (gender mainstreaming) attraverso tutto il sistema dell'Onu. La parità dei sessi è stata rapidamente identificata come priorità trasversale, del governo mondiale, divenendo in pratica una condizione dell'aiuto allo sviluppo.
Il significato tradizionale del genere si riferisce alle categorie grammaticali maschile, femminile e neutro, nelle lingue antiche e in quelle moderne.
Ma i sociologi e gli psicologi appartenenti all'intellighenzia postmoderna occidentale, dalla metà degli anni Cinquanta, hanno elaborato un significato molto diverso.
Nutrendosi allo stesso tempo del femminismo radicale, e del movimento omosessuale (che hanno entrambi lottato per ottenere l'uguaglianza solo in termini di potere sociale), hanno distinto il genere dal sesso, limitando il sesso alle caratteristiche biologiche, che definiscono uomini e donne, e utilizzando il genere in riferimento a quelli che consideravano essere i ruoli socialmente costruiti dalla società per uomini e donne. In pratica hanno trattato la maternità, la famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna, la complementarietà tra i due, l'identità sponsale della persona umana, la femminilità e la mascolinità, l'eterosessualità, come altrettante costruzioni sociali o stereotipi che sarebbero contrari all'uguaglianza, discriminatori e, pertanto, da decostruire culturalmente.
Al termine del processo rivoluzionario, lo stesso corpo maschile e femminile era considerato come socialmente costruito.
L'agenda del genere fa divorziare la persona umana da se stessa, per così dire dal suo corpo e dalla sua struttura antropologica. Così radicalmente ridefinito, il genere è una pura costruzione intellettuale, difficile da cogliere per le culture non-occidentali.
14 febbraio 2014. Gender in classe: mondo capovolto. "Educare alla diversità a scuola": tre volumetti prodotti dal Dipartimento per le Pari opportunità (dipende dalla presidenza del Consiglio dei ministri), dall'Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali) e dall'Istituto Beck. È diretto alle scuole primarie, alle secondarie di primo grado e a quelle di secondo grado.
In teoria dunque tre guide intenzionate a sconfiggere bullismo e discriminazione, garantendo pari diritti a tutti gli studenti.
[ instillare nei bambini ] In realtà, a leggerne i contenuti, una serie di assurdità volte a "instillare" (questo il termine usato) nei bambini, fin dalla tenera età, preconcetti contro, la famiglia, la genitorialità, la fede religiosa, la differenza tra un padre e una madre...
Al loro posto un relativismo che non lascia scampo ad alcun valore. Il tutto mascherato da rispetto per le diversità (quando invece si cerca di omologare tutto, raccomandando persino di appiattire la preferenza nei maschi per il calcio o la Formula 1 rispetto alle femmine) e per diritto alla propria identità (quando viene negata anche quella di uomo e donna, trattati come pura astrazione).
Ma che uso fare dei tre volumi? Quale il loro effettivo destino? C'è il rischio che la dittatura del gender entri prepotentemente, così come auspicato nel testo, nelle aule dei nostri figli e ne influenzi pesantemente la crescita armonica?
"Dal punto di vista puramente tecnico si tratta di materiali didattici che l'ufficio delle Pari opportunità mette a disposizione di insegnanti e studenti, spiega Roberto Pellegatta, preside dell'Istituto professionale statale "Meroni" di Lissone (Milano),, dunque necessita assolutamente del parere concorde di docenti e genitori, come avviene per i libri di testo e per qualsiasi materiale didattico. Poiché va nelle mani dei ragazzini, esige obbligatoriamente il parere del consiglio di classe e la votazione del collegio". Non tocca al preside proporre tali testi, ma all'insegnante, nella piena libertà di insegnamento prevista dalle norme.
"Io sono preside alle superiori, aggiunge, ma mi sono confrontato anche, con i colleghi delle medie e delle elementari e a nessuno pare materiale appropriato per la scuola: potrebbe essere adottato solo laddove qualche singolo docente volesse agitare posizioni molto ideologiche e usarlo come strumento di battaglia". L'ufficio delle Pari opportunità, infatti, presenta i tre volumetti come ausilio contro il bullismo e la discriminazione, "ma nei contenuti è evidente la battaglia ideologica. Lascia il tempo che trova e io penso che non valga nemmeno la pena contrastare un'operazione tanto lontana dalla realtà. Ciò che preoccupa invece è che sia stato prodotto spendendo soldi dell'Unione Europea: era lì che bisognava contrastare il progetto". Tutta colpa delle fiabe. "A un bambino è chiaro da subito che, se è maschio, dovrà innamorarsi di una principessa, se è femmina di un principe. Non gli sono permesse fiabe con identificazioni diverse". Così si legge nell'introduzione al volume Educare alla diversità rivolto ai bambini delle elementari. In effetti è vero: sono millenni che gli dei si innamorano delle dee, che i cavalieri combattono per le donzelle, che Cenerentola balla col principe e Biancaneve si risveglia al bacio di un uomo... Siamo tutti cresciuti con queste certezze, e tutto sommato non siamo venuti su male (o non per questo, comunque). Eppure a leggere l'introduzione alle linee guida per "insegnanti rispettosi delle differenze" nonché le schede di lavoro da svolgere con i bambini, tanta omofobia causa confusione mentale tra i piccoli. "Questi sono gli anni in cui i bambini di solito cominciano a formarsi un'idea di se stessi e delle persone che li circondano" dunque occorre "incoraggiare la diversità": spesso i genitori e la scuola sono legati agli "stereotipi" della famiglia formata da un padre uomo e una mamma donna e "come risultato molti bambini trascorrono gli anni della scuola elementare senza accenni positivi alle persone LGBT" (lesbiche, gay, bisessuali e transgender).
Ma c'è di peggio, avverte il testo: "Nella nostra società si dà per scontato che l'orientamento sessuale sia eterosessuale e la famiglia, la scuola, gli amici si aspettano, incoraggiano e facilitano un orientamento eterosessuale"...
Errori magari compiuti in buona fede, ma proprio per questo ecco pronte le linee guida che rieducano prima gli insegnanti con una serie di esercizi, per poi crescere i bambini nella consapevolezza che i due generi maschio e femmina sono roba vecchia, così come il concetto di famiglia (al singolare), di madre e padre e via andare.
E I DUE RE VISSERO FELICI E CONTENTI
Ecco allora le linee guida per i maestri: attraverso la letteratura, il cinema o invitando ospiti gay o trans, dimostrare ai bambini che, ci sono "uomini e donne, così, come famiglie, diversi" da quello che viene liquidato non come "stereotipo da pubblicità" (a questo è ridotta la famiglia!).
Al bando quindi tutta la letteratura per bambini, dalle fiabe a Pinocchio, ma anche Bambi o gli Aristogatti (materiale chiaramente omofobo)? E ancora: "Non usare analogie che facciano riferimento a una prospettiva eteronormativa" cioè che sottintenda anche involontariamente "che l'eterosessualità sia l'orientamento normale": insomma, vietato insinuare ad esempio che il re torna a casa dalla regina: "Tale punto di vista può tradursi infatti nell'assunzione che un bambino da grande si innamorerà di una donna e la sposerà" (gravissimo periglio).
Guai poi all'insegnante che si aspetti che gli studenti di sesso maschile siano ad esempio più interessati "alla Formula 1": la parola d'ordine è appiaTtire le differenze, uniformare, negare l'evidenza, incoraggiare le femmine a tirare di pallone e i maschi a parlare intanto "di cucina o di shopping".
Il maestro è invitato a combattere l'omofobia in modo interdisciplinare, anche nei problemini di aritmetica: "Rosa e i suoi due papà comprano due lattine, se, ogni lattina costa 2 euro quanto hanno speso?". Difficile credere che tutto questo non sia uno scherzo. Incredibili poi le domande-tipo: "Un pregiudizio diffuso nei paesi di natura fortemente religiosa è che il sesso vada fatto solo per avere bambini"... Poiché invece la cosa che conta è il rispetto del partner coinvolto nell'atto sessuale (lo ricordiamo, siamo elle elementari!) "potremmo ribaltare la domanda chiedendoci: i rapporti sessuali eterosessuali sono naturali?". Gradatamente il mondo è capovolto. Non è chiaro che fine potrebbero fare a questo punto l'Odissea, con Penelope instancabilmente donna, moglie e madre, o I Promessi Sposi, biecamente tradizionali (con l'aggravante della fede, visto che il testo colpisce spesso la religiosità come causa di atteggiamenti chiusi e retrogradi). "Visione di film e documentari a tematica omosessuale" completano il quadro, mentre "cartoncini, pastelli, matite colorate" non servono più agli antichi lavoretti di un tempo (ricordate?) ma per cartelloni del tipo "che cosa fa una famiglia quando ci sono due mamme o due papà?". Per obiettività occorre dire che i passaggi contro il bullismo sono assolutamente condivisibili, ma non si capisce perché solo in tema di omosessualità: e i bimbi presi di mira perché credenti? Derisi perché vanno a Messa e fanno pure il chierichetto? O quelli disabili? Il ministero della Pari opportunità non pensa a delle Linee guida per loro? O non siamo tutti uguali e con pari diritti?
ETERO CIOÈ NON NORMALE. Passando alle scuole medie e alle superiori, "coloro che durante questo periodo di sviluppo si accorgono di essere gay, lesbiche o bisessuali" si trovano a sostenere sfide "peculiari del loro orientamento" dunque, i loro insegnanti devono attrezzarsi, perché non basta "essere gay-friendly" è necessario "essere gay-informed".
E su questo modulare l'insegnamento scolastico. La metodica è sempre quella prevista per le elementari: non proporre mai situazioni in cui si presume, che un uomo ami una donna, due genitori siano maschio e femmina, il libro o il film presentino come "normale" un rapporto etero, anziché come "solo uno dei possibili orientamenti sessuali".
E se, di nuovo sono ovvie e condivisibili tutte le raccomandazioni contro violenza e bullismo (e ci mancherebbe pure), il resto è un groviglio di attività e concetti del tutto slegati dalla vita reale e da quella scolastica. Gli autori dimenticano che qualsiasi problematica di un alunno, etero o omosessuale che sia, da che mondo è mondo richiede tutta l'esperienza e la capacità introspettiva del docente, mentre qui sembra che esista esclusivamente la sensibilità del ragazzo omosessuale: gli altri possono tranquillamente crescere e maturare imparando che i due sessi sono un'astrazione, così come la famiglia e tutto ciò che ne consegue (i figli, il matrimonio), che tutto è relativo. Le attività con i ragazzini delle medie (11-14 anni) vanno da "Famiglie in tv" (oggi c'è solo l'imbarazzo della scelta, comunque "l'insegnante consiglia Giudice Amy; Modern family; Tutto in famiglia... "); a "Il gioco delle associazioni di parole" ("Cosa vi viene in mente quando dico le parole gay, lesbica, bisessuale, trans?" chiede il prof); al "Gioco dei fatti e delle opinioni": "Uno studente può dire che due uomini che fanno l'amore sono disgustosi, queste le istruzioni,. A quel punto l'insegnante fa notare che questa è un'opinione, un giudizio personale, derivata dal fatto che siamo poco abituati a questo dal cinema e dalla televisione": "È un fenomeno che per noi non è stato reso normale" nulla più. Va da sé che "milioni di bambini crescono con genitori omosessuali" e sono beatissimi, (se ne desume che nozze gay e adozione di figli sarebbero sacrosanti): "L'impossibilità di sposarsi può avere un impatto sul benessere dei genitori e conseguentemente dei figli" altrimenti felicissimi di avere due papà o due mamme. Per le superiori il tutto si ripete pressoché identico, e questa sì è un'astrazione, che non tiene conto di quanto un 12enne sia diverso da un 18enne: stessi giochi, stesse attività, persino stessi film proposti. Ad esempio "Kràmpack" (regia di Cesc Gay, e non è un gioco di parole): "Nico e Dani sono due ragazzi 16enni che si apprestano a trascorrere le vacanze insieme. È l'estate della perdita della verginità. I due in passato avevano condiviso giochi di masturbazione reciproca...". Se questa è scuola. Lucia Bellaspiga. © riproduzione riservata
[ ideologia gender è un crimine costituzionale, dalla tolleranza, uguaglianza, al nazismo! ] [ l'ovvio non ha bisogno di essere dimostrato, i rapporti contro, natura sono delle perversioni sessuali, voi state destabilizzando la società. ] 25 febbraio 2014. Gender a scuola, i genitori: il governo ritiri. "Sono la mamma di un bambino di 10 anni che frequenta la quinta elementare in una scuola statale di Roma: mi aiuta a capire quali cambiamenti stanno avvenendo nella scuola all'insaputa delle famiglie?". Questa lettera è giunta nei giorni scorsi sul tavolo di Roberto Gontero, coordinatore del Forum delle associazioni dei genitori della scuola (Fonags) e ben rappresenta lo stato d'animo delle famiglie, che si scoprono indifese rispetto all'offensiva delle lobby gay e Lgbt (lesbiche, gay, bisessuali e transesessuali) nelle scuole. Questa mamma dà sfogo al "non poco disagio" creato, a lei e al marito, dalle domande del figlio decenne, di ritorno da una "lezione" su sessualità e omosessualità. "Sia io che mio marito, scrive la donna, siamo dell'idea che non sia necessario affrontare tali temi con bambini di quinta elementare. E soprattutto siamo indignati perché non ci è stata richiesta alcuna autorizzazione". Ma chi la doveva richiedere, se la stessa Strategia nazionale messa a punto dall'Unar, cornice istituzionale entro cui si collocano le iniziative nelle scuole, come questa di Roma, è stata messa a punto con il contributo di ben 29 associazioni gay e Lgbt, senza nemmeno coinvolgere il Fonags? "Il nostro, ricorda Gontero, che è anche presidente dell'Agesc, l'associazione dei genitori della scuola cattolica, è un organismo consultivo del Ministero dell'Istruzione che, per legge, deve essere, appunto, consultato. Ci chiedono pareri su tutto, dal bullismo alla didattica digitale, ma su questa questione siamo stati totalmente tenuti all'oscuro. Come genitori ci siamo sentiti scavalcati". Il coordinatore del Fonags ha così scritto una lettera all'allora ministro Carrozza, sollecitando l'emanazione di una circolare urgente alle scuole per chiedere, qualora ci fosse la necessità di trattare queste tematiche in classe, di farlo solo dopo aver ricevuto il consenso scritto dei genitori. "Purtroppo, conclude Gontero, fatti come quello raccontato dalla mamma romana e come i tanti che stanno accadendo in altre parti d'Italia, contribuiscono a frantumare il patto educativo tra famiglia e scuola, che si fonda sulla fiducia reciproca. Se i genitori, invece, non si fidano più della scuola, il sistema dell'educazione si avvia verso a propria distruzione. E questo non è accettabile". La preoccupazione di Gontero è la stessa di Fabrizio Azzolini, presidente nazionale dell'Associazione genitori (Age) e membro del Fonags, che chiede un ripensamento del governo circa la Strategia nazionale targata Unar. "Il 5 marzo incontreremo il nuovo ministro Giannini per la presentazione delle linee programmatiche, annuncia Azzolini,. L'auspicio è che il nuovo corso si annunci diverso dal vecchio, che su queste tematiche non ci ha minimamente tenuto in considerazione. Come si fa ad avere fiducia in uno Stato che tratta così chi, come l'Age, è nella scuola da 46 anni, per dare voce soltanto a una parte ben orientata? Forse dovremmo diventare gay per ottenere l'attenzione del governo?". Provocatoria, ma fino a un certo punto, la questione posta da Azzolini. È bene ricordare, infatti, che, soltanto nel 2013 e soltanto dall'Unar, le associazioni gay e Lgbt hanno ricevuto finanziamenti pubblici per 250mila euro. Sulla "totale espropriazione dei genitori della titolarità dell'educazione" dei propri figli, torna il presidente del Forum nazionale delle associazioni familiari, Francesco Belletti, ricordando che il diritto-dovere dell'educazione è sancito dall'articolo 30 della Costituzione. "Ci stupisce, prosegue, come queste associazioni abbiano avuto libero accesso alla scuola, senza che le famiglie, ne fossero informate. Così si lede il diritto alla cittadinanza attiva dei genitori nella scuola". Non si stupisce, invece, Simone Pillon, responsabile della Commissione relazioni familiari e diritti del Forum nazionale e presidente del Forum delle famiglie dell'Umbria, autore di un vademecum di difesa per le famiglie. "Da noi lavorano così da anni. Per questo sarebbe bene che il governo ritirasse la Strategia e si aprisse un nuovo confronto con la presenza, questa volta, anche delle associazioni familiari". Paolo Ferrario.© riproduzione riservata
Rincorrendo l'utopia dell'uguaglianza. La teoria del "gender" nega che l'umanità sia divisa tra maschi e femmine. 10 febbraio 2011.
È in corso a Pamplona, fino all'11 febbraio all'Universidad de Navarra, il primo congresso internazionale sull'ideologia del gender. Anticipiamo il contributo che uno dei relatori ha sintetizzato per il nostro giornale.
Negli ultimi decenni del XX secolo nei Paesi occidentali abbiamo assistito a una rivoluzione concettuale fondata su manipolazioni del linguaggio, cioè la sostituzione del concetto di differenza sessuale con il termine indeterminato gender . In sostanza, alcuni intellettuali e politici hanno cercato di rendere concreta e condivisa l'affermazione del famoso libro di Simone de Beauvoir Il secondo sesso : "Donne non si nasce, ma si diventa".
Le ragioni che hanno permesso e favorito il sorgere di questa nuova ideologia sono molte, e di diversa natura. Da una parte, la caduta del muro di Berlino, a cui è pochi anni dopo seguita la grave recessione economica mondiale, hanno messo in crisi tutti gli apparati ideologici che avevano intessuto la vita politica: crollano infatti tutti i tipi di ideologia comunista e socialista, e poi anche il liberalismo capitalista.
In questo vuoto, la caccia a nuovi valori con cui giustificare le scelte politiche ha portato a una sorta di divinizzazione dei Diritti umani, che da obiettivo che le società si dovevano porre sono diventati i valori guida indiscutibili, anche se spesso manipolati, subendo un ampliamento e una trasformazione. L'utopia dell'uguaglianza, che aveva animato la lotta politica dell'Ottocento e del Novecento, rinasce in settori prima marginali, come il femminismo, che diventa così una forma ideologica centrale, capace di riempire il vuoto lasciato dal fallimento delle ideologie comuniste. Per rafforzarsi, il femminismo doveva costituirsi come ideologia utopica che si richiamava all'utopia dell'uguaglianza, e doveva avere una conferma "scientifica" così come il comunismo di Marx, che si era autodichiarato "socialismo scientifico".
La teoria del gender è un'ideologia a sfondo utopistico basata sull'idea, già propria delle ideologie socio-comuniste, e fallita miseramente, che l'eguaglianza costituisca la via maestra verso la realizzazione della felicità. Negare che l'umanità è divisa tra maschi e femmine è sembrato un modo per garantire la più totale e assoluta eguaglianza, e quindi possibilità di felicità, a tutti gli esseri umani. Nel caso della teoria del gender, all'aspetto negativo costituito dalla negazione della differenza sessuale, si accompagnava un aspetto positivo: la totale libertà di scelta individuale, mito fondante della società moderna, che può arrivare anche a cancellare quello che veniva considerato, fino a poco tempo fa, come un dato di costrizione naturale ineludibile. La teoria del gender comprende quindi un aspetto politico (la realizzazione dell'uguaglianza e la possibilità senza limiti di scelta individuale), un aspetto storico-sociale (la giustificazione a posteriori della fine del ruolo femminile nelle società occidentali) e un aspetto filosofico-antropologico più generale, cioè la definizione di essere umano e il rapporto fra questo e la natura. L'ideologia del gender è dunque una delle tante derive che ha preso l'utopia dell'uguaglianza. Scrive infatti Michael Walzer: "Alla radice, il significato dell'uguaglianza è negativo" mira a eliminare non tutte le differenze ma un insieme particolare di differenze, che varia secondo l'epoca e il luogo.
La trasformazione sociale in corso sta muovendosi verso la cancellazione di tutte le differenze, anche di quella, fondamentale in tutte le culture, fra donne e uomini, con un ritmo che si è fatto sempre più veloce dopo la diffusione degli anticoncezionali chimici, negli anni Sessanta. La separazione fra sessualità e riproduzione, infatti, ha permesso alle donne di adottare un comportamento sessuale di tipo maschile, che forse non si adatta alla natura femminile, e dunque probabilmente non contribuisce ad aumentare la felicità delle donne, anche se questo è un altro discorso, e quindi di svolgere dei ruoli maschili rimuovendo ogni ostacolo, e cioè abolendo anche la maternità.
La separazione fra sessualità e procreazione ha provocato una separazione fra procreazione e matrimonio, e quindi anche fra sessualità e matrimonio: possiamo cogliere qui le condizioni per l'affermarsi dei "diritti" al matrimonio e al figlio avanzati dai gruppi omosessuali, e strettamente collegati all'idea di gender, cioè alla negazione dell'identità sessuale "naturale".
Come il filosofo francese Marcel Gauchet ha messo in luce, queste trasformazioni hanno profonde conseguenze sul piano sociale: se la sessualità smette di essere un problema collettivo collegato al prolungamento del gruppo umano nel tempo, e diventa un affare privato ed espressione della propria individualità, ne discende ovviamente una crisi dell'istituto famigliare e un cambiamento nello statuto dell'omosessualità. Mentre una volta, infatti, era la famiglia che produceva il figlio come ovvia conseguenza dell'attività sessuale dei coniugi, oggi sempre più spesso è il figlio desiderato che crea la famiglia. E può essere considerata famiglia quella di chiunque desideri un figlio.
Circa cinquanta anni dopo che la de Beauvoir aveva scritto quella frase, la sua idea sembrava finalmente trionfare. Se le identità sessuali sono solo costruzioni culturali, è possibile decostruirle, ed è quello che si propongono di fare movimenti femministi e omosessuali.
La chiave della rivoluzione del gender è il linguaggio, come si deduce da qualche ordinamento giuridico, dove solo cambiando qualche termine, "genitore" invece di "madre" e "padre" "parentalità" invece di "famiglia", si è riusciti a cancellare nei documenti la famiglia naturale. Con un'altra operazione artificiosa si sostituiscono "sesso" con "sessualità" e "sessuato" con "sessuale" per confermare che non conta la realtà, ma solo l'orientamento del desiderio. Come però ricorda lo studioso Xavier Lacroix, rimane invece indispensabile "riconoscere l'apporto che il carnale dà al simbolico e al relazionale": capire cioè che l'ancoraggio fisico della paternità in un corpo maschile e della maternità in un corpo femminile costituisce un dato di fatto irriducibile e strutturante che deve essere recepito non solo come un limite, ma come una fonte di significato. Bisogna ammettere che al di là dello spermatozoo o dell'ovulo c'è qualcuno, mentre il concetto di omoparentalità elimina qualunque leggibilità carnale dell'origine. I diversi sistemi di parentela che esistono al mondo hanno variamente articolato il fisico e il culturale, ma li hanno sempre articolati, perché la sfida centrale della famiglia consiste proprio nel tenere insieme coniugalità e parentalità.
Si tratta quindi di una vera e propria sfida antropologica al fondamento culturale non solo della nostra società ma di tutte le società umane, come dimostra la critica avviata dai teorici del gender (per esempio, dalla filosofa americana Judith Butler) a Lévi-Strauss e a Freud, colpevoli di avere fondato i loro sistemi di pensiero sulla differenza sessuale fra donne e uomini. E la demonizzazione di ogni tipo di differenza non solo si basa su una utopia di uguaglianza proposta come via maestra verso la felicità, un'utopia che senza dubbio ha le sue origini proprio in quella socialista che ha mostrato le sue disastrose realizzazioni nel secolo appena trascorso, ma in questo caso si arriva a un esito estremo del pensiero decostruzionista, e cioè alla negazione dell'esistenza della natura stessa. Se ogni tipo di differenza, sancita da una definizione sociale, è letto come un sistema di potere, sulla scorta di Foucault, si può vedere in ogni superamento di paradigma un momento evolutivo di liberazione, secondo una nuova forma di darwinismo sociale. Le forme più diffuse e più facilmente vivibili di relazioni affettive e sessuali sono così considerate come quelle evolute, che quindi devono imporsi, mentre l'"eterocentrismo" viene considerato un momento della storia dello sviluppo umano ormai non più adatto e da superare.
L'ideologia del gender è stata recepita con entusiasmo soprattutto dalle organizzazioni internazionali, perché corrisponde alla politica di allargamento dei diritti individuali che è considerata il fondamento della libertà democratica: il problema del genere è stato al centro della battaglia politica nelle conferenze Onu del Cairo e di Pechino. È una storia poco conosciuta, cioè come, per esprimersi con le parole dell'Istituto di ricerca per l'avanzamento delle donne (Instraw), "adottare una prospettiva di genere significa (...) distinguere tra quello che è naturale e biologico da quello che è costruito socialmente e culturalmente, e nel processo rinegoziare tra il naturale, e la sua relativa inflessibilità, e il sociale, e la sua relativa modificabilità". In sostanza, significa negare che le diversità fra donne e uomini siano naturali, e sostenere invece che sono costruite culturalmente, e quindi possono essere modificate a seconda del desiderio individuale. L'adozione di una "prospettiva di genere" è stata la linea ideologica adottata con forza da alcune delle principali agenzie dell'Onu e dalle Ong che si occupano di controllo demografico, con il sostegno della maggior parte delle femministe dei Paesi occidentali, ma con l'opposizione dei molti gruppi nati a difesa della maternità e della famiglia.



Da qui il termine gender (che è più elegante e neutro di "sesso") non solo è entrato nel nostro linguaggio, ma è usato addirittura nella denominazione di un filone di ricerca accademica, i Gender Studies, spesso però nell'inconsapevolezza del suo rivoluzionario significato ideologico-culturale. Eppure, come gli studi scientifici hanno dimostrato e continuano a dimostrare, parlare di identità maschile e di identità femminile ha senso innanzitutto proprio dal punto di vista biologico. Oltre che infondata, la teoria del gender sottintende una visione politica estremamente pericolosa, facendo credere che la differenza sia sinonimo di discriminazione. Eppure, il principio di uguaglianza non richiede affatto di fingere che tutti siano uguali: solo nella misura in cui l'esistenza della differenza venga effettivamente riconosciuta e considerata, si potrà realmente dare a tutti, allo stesso modo e in pari grado, piena dignità e uguali diritti.



Nulla di nuovo, sia chiaro: è da tempo che il diritto e la filosofia vanno ribadendo come l'autentico significato del principio di uguaglianza risieda non nel disconoscere le caratteristiche individuali, fingendo un'omogeneità che non esiste, ma, al contrario, stia proprio nel dare a tutti le stesse opportunità. Il laico Norberto Bobbio affermava che gli uomini non nascono uguali: è compito dello Stato metterli in condizione di divenirlo. Come ribadiscono, tra gli altri, la Chiesa cattolica e parte del femminismo, la vera uguaglianza si verifica non solo quando soggetti uguali vengono trattati in modo uguale, ma anche quando soggetti diversi vengono trattati in modo uguale. La parità tra i sessi non si ottiene certo facendo entrare le donne in una categoria astratta di individuo (categoria che, tra l'altro, non esiste, essendo tarata sul modello maschile), ma si raggiunge partendo dal presupposto che la società è composta da cittadini e da cittadine.



Una critica radicale dell'ideologia del gender intesa come teoria dell'uguaglianza si è sviluppata infatti all'interno del femminismo: da una parte, nel femminismo americano si è cominciato a individuare una diversa etica, maschile e femminile. Ma da altre intellettuali femministe l'esistenza di una differenza femminile viene negata anche quando questa differenza è proposta in senso positivo, come moralità superiore fondata sull'etica della cura, in contrapposizione alla differenza maschile della giustizia e dei diritti, come ha sostenuto la filosofa Carol Gilligan. Questa tesi, infatti, è stata sottoposta a una critica serrata da un'altra filosofa, Joan Tronto, che considera la predisposizione alla cura solo come una costruzione culturale. Traspare da questa disputa l'ansia di alcune femministe che, nel tentativo di porre fine alla condizione marginale delle donne nella società, preferiscono rinnegare la differenza femminile in cambio di una "neutralità" che sembra loro più rassicurante. Dimenticando, come scrive Sylvane Agacinscki, che "ciò che fonda la parità è l'universale dualità del genere umano" cioè proprio il porre "la differenza sessuale come differenza universale".
Questa linea critica è stata approfondita da Eva Feder Kittay ( La cura dell'amore, Vita e Pensiero, 2010). L'autrice parte da una delle domande chiave del femminismo: come mai le donne, anche quando hanno ottenuto uguali diritti, non ottengono una uguaglianza di fatto nella società? Perché l'uguaglianza si è dimostrata così irraggiungibile per le donne? Kittay risponde dicendo che l'uguaglianza è possibile solo per le donne che non hanno responsabilità di cura, e forse non è il tipo di uguaglianza che le donne desiderano. Secondo Kittay si può delineare una critica dell'ideale di uguaglianza che chiama "critica della dipendenza". Tale critica della dipendenza è una critica femminista dell'uguaglianza e sostiene che la concezione della società vista come associazione di eguali maschera o occulta ingiuste dipendenze, legate all'infanzia, alla vecchiaia, alla malattia e alla disabilità. È necessario quindi cercare di chiarire un'idea di uguaglianza tanto radicale da abbracciare la dipendenza, perché nessuna cultura estesa oltre una generazione può considerarsi al sicuro dalle esigenze della dipendenza. La Kittay afferma quindi che l'uguaglianza sarà sempre formale, o addirittura vacua, finché la prospettiva della differenza non sarà riconosciuta e incorporata nel tessuto della teoria e della pratica politica, anche se è ben consapevole della difficoltà di questo, perché l'incontro con la dipendenza è raramente ben accolto tra coloro che si nutrono di libertà ideologica, di autosufficienza e di uguaglianza. Con la creazione delle utopie di uguaglianza e di autonomia individuale, abbiamo costruito delle finzioni che ci danneggiano, perché fondate su un ideale che presuppone indipendenza, ben lontano dalla realtà. Le donne sanno ormai, sostiene Kittay, che la neutralità di genere non farà che perpetuare quelle differenze che sono già in gioco. Se, d'altra parte, mettiamo in evidenza la differenza, corriamo il rischio di ridurre le donne a mere vittime.
È nota la posizione della Chiesa rispetto a questo tema, ben chiarita dalla Lettera ai vescovi della Chiesa cattolica sulla collaborazione dell'Uomo e della Donna nella Chiesa e nel mondo dell'allora cardinale Ratzinger. È interessante però ritrovare elementi di questa polemica contro il gender anche in molte femministe laiche, che contribuiscono alla creazione di una opinione pubblica critica nei confronti dell'introduzione di questo termine nei testi pubblici e delle leggi che ne derivano. Ci sono inoltre delle contraddizioni interne alla società contemporanea che rendono difficile una vera applicazione della teoria del gender, contro cui si scontrano anche gli organismi internazionali. Come segnala Giulia Galeotti ( Gender Genere, Viverein, 2010), infatti, i nodi irrisolti sono almeno tre: in primo luogo oggi si assiste a un incremento di femminilità e mascolinità nelle donne e negli uomini occidentali, anche nel vestire prevalgono di meno i soggetti indistinti; in secondo luogo la scarsa presenza femminile in Parlamento. La volontà di dividere il potere fra uomini e donne può essere legittima solo se si ammette che il sesso non è un tratto sociale ma un tratto differenziato universale; infine la questione dell'aborto, in cui le legislazioni stabiliscono che solo la donna decide. Ma, se è così, allora le donne esistono!
==============================
Senza fine in Nigeria la violenza di Boko Haram. Oltre trecentomila civili in fuga. 28 febbraio 2014. Civili nigeriani costretti ad abbandonare le loro abitazioni (Reuters). In Nigeria l'efferata violenza dei miliziani islamici di Boko Haram sembra non avere fine. Nelle ultime ore, almeno 33 persone sono state assassinate in tre diversi attacchi del gruppo jihadista nel nord est del Paese africano. Tra i bersagli anche gli allievi di un collegio religioso. Le ripetute violenze hanno costretto alla disperata fuga oltre trecentomila civili. Lo hanno confermato fonti delle nazioni Unite, precisando che più della metà sono bambini. E a causa dei continui attacchi, è sempre più difficile per le organizzazioni umanitarie, fra cui la Croce rossa, provvedere ad aiutare queste persone. Criticato per l'incapacità di arginare le violenze il presidente nigeriano promette una rapida soluzione. In guerra, contro i miliziani di Boko Haram ABUJA, 1. Il presidente della Nigeria, Jonathan Goodluck, ha dichiarato, ieri che il Paese è in guerra contro i miliziani islamisti di Boko Haram, in seguito ai numerosi, efferati attacchi, che negli ultimi giorni hanno provocato decine di vittime. L'amministrazione, del presidente Goodluck, ricordano le agenzie di stampa internazionali, è stata criticata per la sua presunta incapacità di fermare gli attacchi contro i civili indifesi. Dal canto suo il capo di Stato nigeriano ha definito invece «un grande successo " l'offensiva militare contro Boko Haram nel nord del Paese, aggiungendo, che presto «la situazione tornerà alla normalità". Al momento, tuttavia, sembra difficile che la situazione possa essere normalizzata in tempi brevi. I miliziani, infatti non danno tregua con i loro attacchi indiscriminati contro, uomini, donne e bambini. Violenze che hanno di conseguenza causato, distruzione e miseria in varie parti del Paese. Nei giorni scorsi un responsabile, dell'amministrazione del distretto di Madagali, Mallam Maina, Ularamu, ha lanciato un allarme riguardo alla situazione nella zona a confine tra gli Stati di Borno e Adamawa. A causa delle violenze, sono giunte nelle ultime settimane migliaia di persone sono giunte nella zona costrette, ad abbandonare la località di Izge dove i miliziani avevano ucciso due donne e un uomo e poi dato alle fiamme alcune abitazioni. Si è trattato di un episodio tra i tanti che, hanno indotto gran parte della popolazione, a temere sempre più per la propria incolumità. Nel maggio scorso il presidente aveva lanciato un'offensiva militare a Borno, Adamawa e nello Stato di Yobe per cercare di arginare le violenze scatenate dai miliziani di Boko Haram, che si battono per rovesciare il Governo federale di Abuja e imporre, la legge islamica nel Paese. Ma finora la lotta non ha dato i risultati sperati. E proprio nello Stato di Yobe, nei giorni scorsi, i miliziani islamisti hanno perpetrato una strage di studenti, nell'attacco contro il collegio Buni Yadi. Nell'azione destabilizzante dei terroristi sono proprio le scuole a essere uno degli obiettivi più, colpiti: molte sono state date alle fiamme, con un conseguente pesante bilancio di vittime. Proprio nella città, di Yobe, nel settembre scorso, erano stati uccisi quaranta studenti durante un attacco compiuto contro un centro per la formazione agraria. Dopo questa strage, il governatore dello Stato, Ibrahim Gaida, ha rivolto critiche al Governo di Abuja perché, le forze di sicurezza sarebbero giunte troppo tardi sul luogo della strage una volta interpellate d'urgenza. «Per ben cinque ore non c'erano agenti in grado di impedire quello, che stava accadendo" ha affermato
in un comunicato il governatore. E in questi giorni si è tenuta ad Abuja una conferenza internazionale sulla pace e la sicurezza in Africa alla quale ha preso parte anche il presidente francese, Fraçois Hollande.
====================
Chi salvò i tesori di Montecassino. [ma i veri tesori erano gli archici che i farisei Illuminati anglo-americani volevano far sparire, per distruggere la memoria storia dei loro crimini, usura, complotti, sacrifici umani] I documenti che attestano il ruolo del generale tedesco Fridolin von Senger und Etterling . 28 febbraio 2014. Tutto sembrava già detto e già scritto. Un documento che riguarda il generale tedesco Fridolin von Senger und Etterling che comandava le truppe tedesche nell'area di Montecassino tra la fine del 1943 e l'estate del 1944 dimenticato dalla figlia; il trasferimento in una villa vicina a Spoleto da parte della divisione Hermann Goering di centinaia di casse con le opere d'arte dei Musei napoletani e di altre città italiane, degli scavi di Pompei ed Ercolano, del Tesoro di San Gennaro e del Medagliere di Siracusa, custodite nell'abbazia di Montecassino nonché della biblioteca e degli archivi millenari dall'Abbazia; il furto di decine di tele e bronzi tra i più pregiati inviati nel dicembre 1943 come dono al patrono della divisione per il suo compleanno; una drammatica e intrigante trama che si svolge a Roma tra il Vaticano, gli uffici germanici nella capitale, la direzione generale delle Arti, le abbazie benedettine di San Paolo e Sant'Anselmo per cercare di capire prima dove il tesoro di Montecassino è stato nascosto e poi per trasferire tutto negli ospitali depositi della Città del Vaticano. L'abate Gregorio Diamare con, alla sua sinistra, il generale von Senger. Sono questi alcuni elementi di una vicenda di straordinaria rilevanza che, all'interno di una guerra durissima e distruttrice, hanno segnato un periodo drammatico e angoscioso per la sorte di una parte rilevante del patrimonio artistico e culturale d'Italia.
Un altro fronte dietro quello militare, ma non meno complesso, delicato e duro. I misteri dell'Abbazia. Le verità sul tesoro di Montecassino di Benedetta Gentile e Francesco Bianchini (Firenze, Le Lettere, 2014, pagine 196, euro 14) si muove dentro questo secondo fronte e rimette in discussione elementi ritenuti acquisiti come l'attribuzione al colonnello Julius Schlegel della divisione Hermann Goering del merito di aver salvato dalla distruzione centinaia di opere d'arte depositate dietro le mura dell'abbazia che già contenevano preziose raccolte di manoscritti, documenti, libri.
di Francesco Bianchini



Chi fa festa per la guerra, Messa a Santa Marta, 25 febbraio 2014. Scandalizzarsi per i milioni di morti della prima guerra mondiale ha poco senso se non ci si scandalizza anche per i morti nelle tante piccole guerre di oggi. E sono guerre che stanno facendo morire di fame moltissimi bambini nei campi per rifugiati, mentre i mercanti di armi fanno festa. È un appello a non restare indifferenti di fronte ai conflitti che continuano a insanguinare il pianeta quello che il Pontefice ha lanciato nella messa celebrata martedì 25 febbraio nella cappella della Casa Santa Marta.
A offrirgli lo spunto sono state le due letture della liturgia, tratte della lettera di Giacomo (4,1-10) e dal Vangelo di Marco (9,30-37). Proprio il passo evangelico, ha spiegato il Papa, ci fa particolarmente riflettere. In esso si racconta che i discepoli "discutevano" e addirittura "litigavano per la strada. E lo facevano per chiarire chi fosse il più grande fra loro: per ambizione". Siccome "uno o due di loro volevano essere più grandi, hanno fatto questa discussione: la lite". Così, ha detto il Pontefice, "il loro cuore si allontanò". I discepoli avevano "i cuori allontanati" e "quando i cuori si allontanano nasce la guerra". È proprio questa, ha sottolineato, l'essenza della "catechesi che oggi l'apostolo Giacomo ci offre" ponendo questa domanda diretta nella sua lettera: "Fratelli miei, da dove vengono le guerre e le liti che sono in mezzo a voi?".
Sono parole che "fanno riflettere" per la loro attualità. Infatti, ha fatto notare il Papa, "ogni giorno sui giornali troviamo guerre". E leggiamo che "in questo posto si sono divisi in due" e ci sono stati "cinque morti" in un altro luogo ci sono state altre vittime e così via. Tanto che ormai "i morti sembrano far parte di una contabilità quotidiana". E noi ci "siamo abituati a leggere queste cose". Perciò "se noi avessimo la pazienza di elencare tutte le guerre che in questo momento sono nel mondo, sicuramente riempiremmo vari fogli".
Ormai "sembra che lo spirito della guerra si sia impadronito di noi". Così "si fanno atti per commemorare il centenario di quella grande guerra" con "tanti milioni morti" e sono "tutti scandalizzati"; eppure anche oggi avviene "lo stesso: invece di una grande guerra" ci sono "piccole guerre dappertutto". Ci sono "popoli divisi" che "per conservare il proprio interesse si ammazzano, si uccidono fra loro".
"Da dove vengono le guerre, liti che sono in mezzo a voi? Non vengono forse dalle vostre passioni che fanno guerra?" si chiede Giacomo. Sì, ha risposto il Papa, la guerra nasce "dentro". Perché "le guerre, l'odio, l'inimicizia non si comprano al mercato. Sono qui, nel cuore". E ha ricordato che "quando, da bambini, con il catechismo ci spiegavano la storia di Caino e Abele, tutti noi eravamo scandalizzati: questo ha ucciso suo fratello, ma non si può capire!". Eppure "oggi tanti milioni si uccidono tra fratelli, fra loro. Ma siamo abituati!". Così "la grande guerra del 1914 ci scandalizza" mentre "questa grande guerra un po' dappertutto, un po', dico, nascosta non ci scandalizza". E intanto "muoiono tanti per un pezzo di terra, per un'ambizione, per un odio, per una gelosia razziale. Muoiono tanti!". "La passione, ha detto ancora il Pontefice, ci porta alla guerra, allo spirito del mondo". Così "abitualmente, davanti a un conflitto, ci troviamo in una situazione curiosa" che ci spinge ad "andare avanti per risolverlo litigando, con un linguaggio di guerra". Dovrebbe invece prevalere "il linguaggio di pace". E quali sono le conseguenze? La risposta del Papa è stata netta: "Pensate ai bambini affamati nei campi dei rifugiati: pensate e a questo soltanto! Questo è il frutto della guerra!". Ma la sua riflessione è andata oltre. E ha aggiunto: "E se volete, pensate ai grandi salotti, alle feste che fanno quelli che sono i padroni delle industrie delle armi, che fabbricano le armi". Le conseguenze della guerra dunque sono, da una parte, "il bambino ammalato, affamato in un campo di rifugiati" e dall'altra "le grandi feste" e la bella vita che fanno i fabbricanti di armi.



"Ma cosa succede nel nostro cuore?" si è domandato il Papa riproponendo l'idea di fondo della lettera di Giacomo. "Il consiglio che ci dà l'apostolo, ha detto, è molto semplice: Avvicinatevi a Dio ed egli si avvicinerà a voi". Un consiglio che riguarda ciascuno, perché questo "spirito di guerra che ci allontana da Dio, non è soltanto lontano da noi" ma "è anche a casa nostra". Come dimostrano, per esempio, le tante "famiglie distrutte perché papà e mamma non sono capaci di trovare la strada della pace e preferiscono la guerra, fare causa". Davvero "la guerra distrugge".




Da qui l'invito di Papa Francesco a "pregare per la pace". Per quella "pace che sembra diventata soltanto una parola e niente di più". Pregare, dunque, "perché questa parola abbia la capacità di agire". Pregare e seguire l'esortazione dell'apostolo Giacomo a riconoscere "la vostra miseria". È da questa miseria, ha avvertito il Papa, che "vengono le guerre: le guerre nelle famiglie, le guerre nei quartieri, le guerre dappertutto".
Le parole di san Giacomo indicano la strada della vera pace. Si legge nella lettera dell'apostolo: "Riconoscete la vostra miseria, fate lutto e piangete; le vostre risa si cambino in lutto e la vostra allergia in tristezza". Parole forti che il Pontefice ha commentato proponendo un esame di coscienza: "Chi di noi ha pianto quando legge un giornale, quando nella tv vede quelle immagini di tanti morti?".
Ecco allora, secondo Papa Francesco, ciò che "deve fare oggi, oggi eh, 25 febbraio, oggi!, un cristiano davanti a tante guerre, dappertutto": deve, come scrive Giacomo, umiliarsi "davanti al Signore"; deve "piangere, fare lutto, umiliarsi". Il Pontefice ha concluso la sua meditazione sulla pace con un'invocazione al Signore perché, ci faccia "capire questo" salvandoci "dall'abituarci alle notizie di guerra".
Dopo le divisioni all'interno della coalizione di maggioranza, Si è dimesso, il Governo di Cipro Proteste, ad Atene contro i licenziamenti: ATENE, 1. Centinaia di funzionari greci hanno manifestato ieri per le strade di Atene per protestare contro i numerosi licenziamenti nell'ambito della ricostruzione del settore pubblico. Il Governo greco aveva infatti promesso ai rappresentanti della troika (Unione europa, Banca centrale europea e Fondo monetario internazionale) di licenziare, nell'arco del 2014, 11.500 dipendenti per ridurre la spesa pubblica e per poter continuare a beneficiare dei prestiti internazionali.
[ dopo il golpe che è stato consumato in Ucraina, con pericolosi terroristi Bildenberg, servizi segreti, di satanisti, associazioni segrete massoniche, 322 Kerry e salafiti, jihadisti, per il mondo, sott egida ONU Amnesty.. la situazione degli Stati non massonicamente allineatiti. È diventata una situazione delicata.
] I manifestanti si sono radunati di fronte al ministero delle Riforme amministrative per poi essere allontanati dalla polizia in tenuta antisommossa. Successivamente, i dimostranti si sono diretti verso il ministero delle Finanze, dove sono stati nuovamente respinti dalle forze dell'ordine. Tra i lavoratori scesi ieri in piazza vi sono stati anche numerosi insegnanti. Riferiscono i media locali che durante la manifestazioni sono divampati scontri con gli agenti di polizia, che hanno fatto uso di gas lacrimogeni per disperdere la folla. CARACAS, 1. Le Nazioni Unite condannano le violenze in Venezuela. L'alto commissario per i Diritti umani, Navi Pillay, ha espresso viva preoccupazione per gli scontri che hanno causato morti e feriti e per l'uso eccessivo della forza da parte delle autorità. In un comunicato diffuso a Ginevra, Pillay ha esortato il Governo e l'opposizione al dialogo e ha chiesto indagini imparziali su "ogni caso di morte o ferimento". Pillay si è detta preoccupata anche per l'alto numero di persone arrestate, e per le notizie di persone detenute in isolamento. "Le persone detenute solo per aver esercitato i propri diritti devono essere immediatamente rilasciate" ha affermato. Secondo l'esponente delle Nazioni Unite, "questa crisi sarà risolta solo se i diritti umani di tutti i Venezuelani sono rispettati; la retorica incendiaria delle parti è assolutamente, inutile e rischia di accentuare le tensioni". È giunto il tempo: "di andare oltre l'aggressione verbale e di approdare al dialogo" ha sottolineato il commissario delle Nazioni Unite. Sulla crisi venezuelana è intervenuto, sempre ieri, il segretario di Stato americano, John Kerry, che, in un incontro con i giornalisti ha anch'egli auspicato il dialogo, tra le parti coinvolte. "Devono, ha detto Kerry, tendersi la mano e avere un dialogo, riunire la gente e risolvere i loro problemi: abbiamo bisogno di dialogo, non di violenze e di arresti". Sul terreno, comunque, la situazione resta estremamente critica. Tre settimane di scontri politici in Venezuela sono costate la vita ad almeno 17 persone: il bilancio è stato fornito dalla procuratrice generale, Luisa Ortega, secondo la quale durante le proteste ci sono stati anche 261 feriti. Le dimostrazioni organizzate a Caracas e in altre città venezuelane per protestare contro l'aumento della criminalità e la crisi economica, sono degenerate in violenti scontri fra gruppi di giovani e la polizia. A far salire ulteriormente la tensione è stata poi la decisione del Governo di arrestare alcuni esponenti di spicco dell'opposizione. D all'inizio delle proteste, partite il 4 febbraio dalla città di San Cristóbal, capitale dello Stato di Táchira, la polizia ha arrestato circa seicento, persone. E anche ieri, nelle strade di Caracas, la tensione è stata altissima. Sono infatti registrati nuovi scontri tra qualche centinaio di manifestanti e le forze dell'ordine; segnalati lanci di pietre e di bombe molotov. I tafferugli hanno interessato soprattutto il quartiere di Chacao, nella parte est della capitale. Stando a quanto riferiscono le autorità non ci sarebbero vittime né feriti. Per cercare di riportare la calma, il presidente Maduro ha aperto due giorni fa una conferenza per il dialogo nazionale, che tuttavia è stata boicottata dall'opposizione. Nelle intenzioni di Maduro, la conferenza dovrebbe servire per arginare i disordini attraverso " il dialogo e l'azione per la difesa della Costituzione e della pace". Uno dei partiti di opposizione Voluntad Popular, il cui leader Leopoldo López è già in carcere, ha visto arrestare anche il proprio coordinatore politico, Carlos Vecchio, provvedimento duramente contestato dalle formazioni contrarie a Maduro.
================
NICOSIA, 1. I ministri ciprioti hanno rassegnato ieri le dimissioni per facilitare i cambiamenti nel Governo dopo la decisione del Partito democratico (Diko, di destra, guidato da Nicolas Papadopoulos) di uscire dalla coalizione con Adunata democratica (Disy, di centrodestra, del presidente della Repubblica, Nicos Anastasiades). Diko ha lasciato l'Esecutivo per disaccordi con il capo dello Stato sulla gestione dei negoziati, di recente riavviati con la controparte turco-cipriota, per la riunificazione dell'isola. Lo riferiscono i media. Anastasiades, parlando con i giornalisti durante una conferenza stampa a Nicosia, ha detto di avere chiesto ai ministri di rimanere ai loro posti sino a quando non
verrà effettuato un rimpasto di Governo, che per gli analisti potrebbe avvenire al massimo entro il prossimo 15 marzo. La decisione dei ministri di rassegnare le dimissioni è arrivata anche a poche ore dal voto con cui il Parlamento ha respinto un disegno di legge per la privatizzazione delle aziende a partecipazione statale, previsto nel memorandum firmato l'anno scorso da Nicosia con la troika (Fondo monetario internazionale, Commissione europea e Banca centrale europea) in cambio di aiuti economici per uscire dalla grave crisi finanziaria. Ieri, avevano annunciato le dimissioni entro mercoledì prossimo i quattro ministri del Diko (sugli 11 che formano il Governo): quello dell'Energia, Commercio, Industria e Turismo, Yiorgos Lakkotrypis; dell'Istruzione e della Cultura, Kyriakos Kenevezos; della Salute, Costas Petrides; e della Difesa, Photis Photiou.


NOSTRE INFORMAZIONI. DAMASCO, 1. Sangue in Siria: i combattimenti tra ribelli ed esercito. non conoscono tregua a tre anni dall'inizio delle ostilita. Almeno 17. persone, tra le quali donne e bambini, sono state gravemente ferite, ieri, in seguito a colpi di mortaio sulle zone orientali di Damasco. Lo riferisce l'agenzia di stampa ufficiale Sana, che parla di una ragazza in condizioni critiche dopo essere stata ferita. L'attacco, per il quale la Sana accusa non meglio precisati "gruppi di terroristi", e avvenuto mentre migliaia di manifestanti erano scesi in piazza nel distretto di Mazzeh, a ovest di Damasco, in sostegno del regime del presidente Bashar Al Assad. La situazione e critica anche al confine con il Libano. Due ragazzi sono morti ieri in un raid effettuato dai caccia dell'esercito siriano sull'area di Arsal, localita libanese al confine con la Siria. Fonti di stampa precisano che nell'attacco cinque persone sono rimaste ferite. Altre fonti riferiscono di due raid: il primo avrebbe colpito la zona di Khirbit Youneen e Wadi Hmayyed, senza provocare vittime, mentre, il secondo avrebbe causato, sempre nella stessa area, due vittime. "Per modalita e per tipologia delle vittime, i crimini commessi in Siria sono assai piu gravi di quelli perpetrati nella ex Jugoslavia" ha dichiarato ieri Carla del Ponte, ex procuratore capo del Tribunale Penale Internazionale per l'ex-Jugoslavia e ora membro della commissione di inchiesta sulla Siria. "Non esistono buoni e cattivi, e tutte le parti commettono crimini". Del Ponte e gli altri membri della commissione d'inchiesta Onu sono in questi giorni impegnati in incontri a porte chiuse, nel sud della Turchia, con rifugiati siriani e dissidenti. Il mandato della commissione, presieduta dal brasiliano Paulo Sergio Pinheiro, e gia scaduto e il cinque di questo mese sara presentato a Ginevra il rapporto conclusivo dell'inchiesta. Ma a suscitare le preoccupazioni della comunita internazionale e soprattutto l'emergenza dei profughi. Quello siriano sta diventando il piu grande gruppo di profughi al mondo, superato per il momento solo dagli afghani. Secondo l'Alto commissario per i rifugiati dell'Onu, Antonio Guterres, le persone registrate come profughi causati dalla guerra sono quasi due milioni e mezzo. Se la tendenza attuale dovesse proseguire, ha aggiunto l'Alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati, ci si attende che il numero di profughi raggiunga i quattro milioni entro la fine dell'anno. E pochi giorni fa le autorita di Damasco hanno reso noto che intendono cooperare con le Nazioni Unite nell'ambito del "rispetto della sovranita della Siria" per la fine delle violenze e per l'apertura di corridoi umanitari.



Nuova inchiesta truffa di: Kiev contro Ianukovich! Per appelli in conf. stampa a rovesciare ordine costituzionale.. ma l'ordine costituzionale, è il suo perché, è lui che ha subito un golpe.
Ucraina: telefonata Lavrov a collega Cina. Tra Mosca e Cina larga convergenza, oggi a Ginevra incontra Ban. 03 marzo, Ucraina: telefonata Lavrov a collega Cina. MOSCA, [Unius REI sfida Kerry 322, a colpi di bastone! ] Mosca e Pechino constatano la ''larga concordanza" delle loro posizioni sull'attuale situazione dentro e intorno all'Ucraina": lo rende noto il ministero degli esteri russo Serghiei Lavrov dopo una telefonata con il suo collega cinese Wang Yi. Oggi il ministro degli esteri russo incontrerà il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon a Ginevra, dove entrambi partecipano al Consiglio dei diritti dell'uomo, sullo sfondo della crisi in Ucraina.